L’INFERNO

Testimonianza di Angelica N°1

 

Cari amici, abbiamo trovato essenziali di mettere a vostra disposizione questa testimonianza di Angelica, una diciottenne originaria dell’Ecuador in America latina a cui il Signore Gesù Cristo ha fatto visitare l’inferno ed il Regno dei cieli, durante 23 ore. Questa testimonianza è abbastanza edificante. È in tre parti. Vi raccomandiamo di leggere tutte le tre parti nell’ordine dei numeri. Fate anche lo sforzo di condividere questa testimonianza intorno a voi, per avvertire il massimo di persone. Che Dio vi benedica!

 

Angelica testimonia aver visto Gesù Cristo piangere a varie riprese quando ha visto la moltitudine di anime perse eternamente in inferno, un mondo che L’ha respinto, una Chiesa per la maggior parte non preparata per il Signore, un popolo che non parla più di Lui alle anime perse, e un’industria di divertimento che conduce i bambini in inferno. Ha visto molte celebrità tormentati in inferno: Cantanti, artisti ed anche Il Papa. Ha visto anche quanto il Regno dei cieli è meravigliosamente preparato e pronto, un luogo di una gloria inimmaginabile dove il male non esiste. Tuttavia Gesù Cristo verrà solo per un popolo santo. Molti bambini di Dio non saranno rapiti in questo giorno e saranno alle prese con un mondo in ebollizione.

La Morte

Durante la preghiera ho cominciato a soffocare, non potevo più respirare. Ho avuto un forte dolore al ventre ed al cuore. Sentivo la mia circolazione rallentare ed un forte dolore in tutto il mio corpo. Tutto ciò che potevo dire era: «Signore rinforzami, rinforzami!» Sentivo che non potevo più resistere; ero allo stremo delle forze. Quando ho guardato verso i cieli coi miei occhi spirituali, ho visto il cielo aprirsi. Ho visto una moltitudine di angeli riunirsi e in mezzo a loro ho visto una luce di cui lo splendore superava 10.000 volte quello del sole. Ed ho detto: «Signore, Signore, sei Tu, che stai venendo?»

Gesù faceva la discesa e sentivo il mio corpo morire. Man mano che Gesù e gli angeli si avvicinavano, sentivo che partivo e non ero più io stesso. Non ero più in vita, morivo, ero agonizzante. Quando il mio corpo è caduto per terra, erano già là. La mia casa era piena di angeli e in mezzo agli angeli ho visto una luce più brillante del sole! Era penoso; ho avuto forti dolori; Era come se la mia anima ed il mio spirito stavano essendo strappati del mio corpo. Piansi e gridai quando ho visto il mio corpo per terra. Chiesi: «Signore, cosa succede? Cosa succede?” Volevo toccare il mio corpo e ritornarci ma non potevo più, era come tentare di afferrare l’aria con la mano; la mia mano passava semplicemente attraverso il mio corpo. Nessuno di quelli che pregavano poteva sentirmi. Gridavo: “Signore aiutami!»

In questo momento ho ascoltato la voce del Signore, una bella voce, une voce come il tuono, une voce piena d’amore dicendomi: non abbia paura perché sono Geova il tuo Dio ed sono venuto per mostrarti ciò che ti ho promesso. Alzati perché sono Geova che ti tiene per la mano diritta e che ti dice di non temere perché ti aiuterò. Di colpo, mi sono alzata. Tutto questo tempo, ero in ginocchio tentanto invano di ritornare al mio corpo. Quando ho sentito la Sua voce la paura mi ha lasciato e ho cominciato a camminare e gli angeli sgomberavano il cammino. C’era una forte luce che risplendeva. Ho ritrovato la mia pace quando ho fissato la luce. Ho visto un uomo bello, gigante, elegante, muscoloso e la luce emanava da lui. La luce era talmente brillante che non potevo identificare il suo viso! Ma potevo vedere i suoi bei capelli dorati ed un vestito bianco munito di una larga fascia dorata che passava intorno al suo petto e sulla quale è scritto: «Re dei re e Signore dei signori.»

Ho guardato ai suoi piedi, portava dei sandali dorati raggianti di un splendore d’oro. Era molto bello! Mi ha teso la mano. Quando ho toccato la Sua mano; la mia mano non è passata attraverso Lui come fu il caso col mio corpo. Mi chiedevo: «Che cosa succede?» E mi ha risposto: «ti farò visitare l’inferno affinché informi l’umanità che questo luogo esiste realmente. Ti mostrerò anche la Mia gloria affinché dica al Mio popolo di prepararsi perché vivo realmente e la Mia gloria è reale.» Mi disse: «bambina Mia non teme niente.» Lo ripeté di nuovo e io risposi: «Signore volevo piuttosto dirTi che abbia voglia di visitare il Paradiso ma non l’inferno perché è un luogo orribile!» Mi disse: «bambina Mia, sarò con te. Non ti abbandonerò, ti mostrerò l’inferno perché ci sono molte persone che sono al corrente della sua esistenza ma purtroppo non provano nessuna paura, pensano che è solo uno scherzo e ci sono anche molto che ne conoscono niente. Ecco perché devi visitare l’inferno poiché sono più numerosi quelli che periscono rispetto a quelli che entrano nella Mia gloria.»

Quando ha finito di parlare, vedevo delle lacrime che scorrevano fino a bagnare i Suoi vestiti. Ho chiesto: «Signore perché piangi?» Mi rispose: «bambina Mia, poiché ce ne sono parecchi che periscono e ti mostrerò affinché dica la verità e che non torni a questo luogo.»

L’Inferno

Di colpo quando parlava, tutto cominciò a muoversi. La terra tremò e si aprì. Ho visto un buco nero sotto. Eravamo in piedi, su un tipo di roccia, circondati di angeli. Dico: «Signore non voglio andarci». Ha risposto: «bambina Mia, non teme perché sono con te.» In un batter d’occhio siamo scesi in questo buco nero. Provavo a vedere ma c’era un’oscurità profonda. Ho visto un grande cerchio e ho sentito milioni di voce. Avevo molto caldo e sentivo la mia pelle ustionare. Ho chiesto: «Signore che cos’è? Non voglio andarci!» Il Signore mi spiegò che era solo l’entrata del tunnel che conduce in inferno. C’era un odore ripugnante, disgustoso, nauseabondo e supplicavo il Signore di non lascarmi andarci. Rispose: «bambina Mia, per te, è necessario fare conoscenza di questo luogo.» Gridavo: «Ma perché Signore?» E disse: «Affinché dica la verità all’umanità che sta perendo, è persa e ci sono solo poco che entrano nel Mio regno.» (Matteo 7:14). Dicendo questo, piangeva. Le Sue parole mi confortarono e potei continuare a camminare.

Si è arrivato all’uscita del tunnel, quando ho guardato in fondo; ho visto l’abisso coperto di fiamme. Il Signore disse: «bambina Mia, ti do questo.» Si trattava di un raccoglitore con fogli bianchi. «bambina Mia, prende questa matita e scriva tutto ciò che ti mostrerò, ciò che vedrai e ciò che ascolterai. Scriverai tutto testualmente come l’osserverai, come lo vivrai.» Dico: «Signore lo farò, ma ciò che ho già visto è abbastanza Signore. Anime in tormento nell’immensa fiamma.»

Ho detto a Gesù: Testimonierò che l’inferno è reale, che l’inferno esiste, ma tirami fuori da questo luogo! Replicò: «bambina Mia, non siamo ancora in inferno; Non ti ho ancora mostrato niente e vuoi già che ti tiro fuori da qui?» Risposi: «Per favore Signore, tirami fuori da questo luogo.» Quindi cominciavamo a scendere verso l’abisso! Mi sono messa a piangere ed a gridare: “Signore no, no, no, no, non voglio andarci! E replicò: «hai interesse a vedere questo luogo.»

Ho visto demoni orribili di ogni tipo, piccoli e grandi; correvano così rapidamente e tenevano qualcosa in mano. Signore perché corrono così rapidamente e che hanno nelle loro mani? Rispose: «bambina Mia, corrono così poiché sanno che il loro tempo è quasi finito, il tempo per distruggere l’umanità, specialmente il Mio popolo, è molto limitato. Tengono in mano frecce per distruggere l’umanità. Ad ogni demonio è attribuito il nome della persona da distruggere quindi portarla in inferno; il loro scopo è di distruggere la vittima poi portarla in inferno.» E vedevo i demoni correre e fare la loro comparsa sulla terra. Mi disse: «Vanno sulla terra afferrare gli uomini per gettarli in inferno.» Dicendo questo, piangeva; Piangeva profondamente. Piangeva senza tregua e mi sono messa a piangere anch’io. Ciò che si svolge a questo luogo è orribile. Raccontare ed ascoltare è una cosa ma andare e vivere i fatti n’è un’altra.- era un momento estremamente difficile, un momento inspiegabile.

Il Signore mi disse: «sei preparata a vedere ciò che devo mostrarti?» «Sì Signore.» Risposi. Mi ha portata in una cella in cui c’era un giovane tormentato dal fuoco. Ho constatato che questa cella era numerata benché non potessi comprendere la numerazione, ciò sembrava alla rovescia. C’era una grande targa, ed il giovane portava il numero «666» sulla sua fronte. Aveva anche una grande targa metallica inserita nella sua pelle. Né i vermi che lo mangiavano, né la fiamma potevano danneggiare la targa. Esclamò: «Signore sia misericordioso, tirami fuori da qui. Perdonami Signore!»

Gesù rispose: «È troppo tardi: Ti ho dato molte opportunità ma non volevi pentirti.» Ho chiesto a Gesù: «Signore perché è qui?» Ciò che mi ha turbata di più è che osservandolo, mi sono resa conto che lo conoscevo. Sulla terra questo giovane conosceva la Parola ma ha abbandonato la fede, preferendo piuttosto l’alcol, la droga e ha seguito il cammino della perdizione. Non voleva più seguire il Signore, nonostante parecchi avvertimenti sulla conseguenza di una tale decisione. «bambina Mia, è qui poiché chi mi respinge e non accoglie le mie parole, ha chi lo giudica; la parola che ho annunziata sarà quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno.» Giovanni 12:48 Poi Gesù singhiozzò.

Il modo di piangere del Signore differisce dal nostro. I suoi pianti sono molto profondi. Prova molta angoscia nel suo cuore quando piange. Gesù disse: «Non ho creato l’inferno per gli uomini.» Poi l’ho chiesto: «Ma perché allora gli uomini ci si trovano?» Rispose: «bambina mia, ho creato l’inferno per satana ed i suoi angeli che sono i demoni; (Matteo 25:41), ma a causa del peccato e del rifiuto di pentirsi, gli uomini finiscono qui e cene sono più che periscono rispetto a quelli che entrano nella Mia gloria!» (Matteo 7:14) Continuò a piangere e ciò mi ha molto rattristato di vederLo piangere così. «Bambina Mia, ho dato la Mia vita per l’umanità affinché non perisca, affinché non vada in inferno. Ho dato la Mia vita per amore e per compassione affinché l’umanità si penta ed entri nel Regno dei cieli.»

Gesù si lamentava come qualcuno che non ne poteva più, ecco quanto prova della pena guardando le anime perse. Gli ho chiesto: «Signore, ci sono membri della mia famiglia qui?» Mi ha guardato come piangevo e mi ha detto: «bambina mia, sono con te”, perché avevo molto paura. Mi sentivo in sicurezza in presenza di Gesù Cristo. Mi immaginavo: «Se lasciassi il Signore, sarei bloccata qui.» Come gli ponevo domande sui membri della mia famiglia, mi portò in un’altra cella. Non potevo mai immaginarmi vedere un membro della mia famiglia in questa cella. Ho visto una donna tormentata, c’erano i vermi che mangiavano il suo viso ed i demoni che piantavano un tipo di spada nel suo corpo. Gridava: «No Signore abbi pietà di me, perdonami per favore, tirami fuori da questo luogo solo per un minuto.» (Luca 16:24)

In inferno le persone sono tormentate ricordandosi ciò che hanno fatto sulla terra. I demoni si burlano degli uomini e dicono loro: «Adorate e glorificate perché questo è il vostro regno.» E le persone gridavano e si ricordavano che conoscevano Dio, perché conoscevano le Scritture. Coloro che conoscevano il Signore soffrivano due volte più. Il Signore disse: «Non c’è più possibilità per quelli che sono qui; ma c’è ancora una possibilità per colui che è ancora vivente.» Gli ho chiesto: «Signore perché mia bisnonna è qui? Non so se Te conosceva. Perché è qui Signore?» Rispose: «bambina Mia, è qui perché non ha saputo perdonare… Bambina Mia, colui che non perdona, non gli perdonerò neanch’io.» Ho chiesto: «Signore ma perdoni, sei misericordioso.» Ha risposto: «Sì bambina Mia, ma è importante perdonare. Molto persone si trovano in inferno perché non hanno perdonato. Va’ a dire al mondo che è ora di perdonare e più specialmente al Mio popolo perché molto tra di loro non hanno ancora perdonato. Di’ loro di sbarazzarsi dei rancori, dei risentimenti, di quest’odio nel loro cuore, È ora di perdonare! Se la morte sorprendesse qualcuno che non ha saputo perdonare, andrebbe in inferno, perché nessuno può riscattare una vita.»

 

Quando si è lasciato la cella della mia bisnonna, era divorata dal fuoco ed esclamò: «Aaaah», si mise a bestemmiare il nome di Dio. Malediceva Dio; ogni persona in inferno bestemmia Dio. Quando si è lasciato questo luogo, potevo constatare che l’inferno è riempito di anime tormentate. Molte persone stesero le loro mani, supplicando Gesù di tirarli fuori da là. Ma il Signore non potè niente per loro e si misero a bestemmiare Dio. Poi Gesù pianse e disse: «Mi fa male di sentirli, mi addolora di vedere ciò che fanno, poiché non posso più fare niente per loro. Ciò che posso dirti è che c’è ancora un’opportunità per quello che è ancora sulla terra, quello che non è ancora morto, dunque il vivente; ha ancora il tempo di pentirsi!»

Il Signore mi spiegò che ci sono molte celebrità in inferno, ed anche molte persone che L’hanno conosciuto. Disse: «Voglio mostrarti un’altra parte della fornace.» Siamo arrivati in un luogo dove una donna era coperta di fuoco. Era in agonia ed esclamava supplicando il Signore per la misericordia. Gesù l’indicò col dito e mi disse: «bambina Mia, questa donna che vedi là si chiama Selena». (Il Signore mi desse che Selena era una cantante americana d’origine messicana). Quando ci siamo avvicinati, ha gridato: «Signore abbi pietà, perdonami, liberami da qui!» A questo momento si mise a pentirsi, ma il Signore la guardò e disse: «È tardi, troppo tardi. Non puoi più pentirti.» Mi ha visto e mi ha detto: «Per favore, va’ a dire alle persone a proposito dell’inferno, parla ad alta voce e non taci. Di’ loro di non venire in questo luogo. Va’ a dir loro di non suonare o cantare la mia musica.» (1Giovanni 2:15), gli chiesi: «Perché vuoi che porti questo messaggio al mondo?» Rispose: «Perché ogni volta che le persone suonano ed ascoltano le mie canzoni, il mio tormento si intensifica. La persona che suona ed ascolta la mia musica sta facendo il suo cammino verso l’inferno. Per favore va’ a dir loro di non venire qui. Va’ a dir loro che l’inferno è reale.” Esclamò ed i demoni gli lanciarono delle spade e la donna pianse: “Aiutami Signore, abbi pietà di me Signore.» Ma purtroppo, il Signore gli dice: “È troppo tardi.”

Scorrevo con occhi questo luogo, era pieno di musicisti e d’artisti. Tutto ciò che facevano era cantare e cantare senza tregua. Il Signore spiegò: «La persona che è inferno continua a fare ciò che faceva sulla terra.”

Mentre osservavo, ho notato che c’erano molti demoni che spruzzavano ciò che credevo essere dell’acqua. Pensavo che pioveva. Ma ho constatato che le persone in fiamma fuggivano piuttosto la pioggia: “no, Signore aiutami, non è possibile” ed i demoni ridevano e dicevano alle persone: “lodate ed adorate perché questo è il vostro regno eterno!” Ho visto le fiamme intensificarsi ed i vermi destinati ad ogni umano moltiplicarsi. Non era l’acqua ma piuttosto dello zolfo che aumentava l’intensità del fuoco e moltiplicava la sofferenza delle vittime. Ho chiesto a Gesù: «cosa succede?… Signore cosa succede?” Ed il Signore rispose: “Questo è il salario di colui che non si è pentito.” (Salmi 11:6)

Poi il Signore mi portò dove c’era un uomo famoso. Prima, come cristiana, ero ignorante. Pensavo che ogni persona che muore va in paradiso; che coloro che celebrano la messa andranno in paradiso ma avevo torto. Quando il Papa Giovanni Paolo II era morto, i miei amici e membri di famiglia mi dicevano che è andato in paradiso. Tutti i media, (TV ed altri), dicevano: Il Papa Giovanni Paolo II è morto che la sua anima riposi in pace. Sta adesso rallegrandosi in presenza di Gesù Cristo e dei Suoi Angeli al Paradiso. E credevo a tutte quest’informazioni. Ma ero stupida perché l’ho visto in inferno tormentato dal fuoco. Ho osservato il suo viso e l’ho riconosciuto. Il Signore mi disse: “Guarda bambina Mia, questo uomo che vedi là è il Papa Giovanni Paolo II. È qui, tormentato perché non si è pentito.” Ma rispondevo: Signore perché è qui? Predicava alla chiesa.

Gesù rispose: “bambina Mia, nessun fornicatore o immondo o avaro, il quale è un idolatra, ha alcuna eredità nel regno di Cristo e di Dio.” (Efesini 5:5). Risposi: “So che ciò è vero, ma vorrei sapere perché è qui, perché predicava alla moltitudine!” e Gesù rispose: “Sì bambina Mia, poteva aver detto molte cose, ma non diceva mai la verità così come è. Non diceva mai la verità. Benché conoscesse la verità, aveva preferito il denaro anziché predicare sulla salvezza delle anime. Non diceva la verità. Non diceva che il paradiso e l’inferno esistono. bambina Mia, ecco adesso che è qui.”

Quando l’ho osservato, c’era un grande serpente con le spine intorno al suo collo e provava invano a toglierlo. Supplicò il Signore: “Signore aiutami!” esclamò: “aiutami Signore, abbi pietà di me, tirami fuori da questo luogo; perdonami, mi pento Signore; amerei tornare sulla terra per pentirmi.” Il Signore l’osservò e disse: “Sapevi molto bene che questo luogo è reale… È troppo tardi, non c’è più nessuna possibilità per te.”

Il Signore disse: “Ascolta bambina Mia, ti mostrerò la vita di questo uomo.” Gesù mi mostrò un schermo gigante dove potevo vedere come quest’uomo celebrava la messa molte volte davanti alla folla e come il popolo che si trovava era molto idolatra. Gesù disse: “Guarda bambina Mia, questo luogo è pieno di idolatri. Bambina Mia l’idolatria non salva. Sono il solo che salva, oltre a me non c’e salvezza. Bambina Mia, amo il peccatore ma odio il peccato. Va’ a dire agli uomini che li amo e devono venire a Me.”

 

Mentre il Signore parlava, vedevo come il Papa riceveva molto denaro e lo conservava per se stesso. Era molto ricco. Ho visto la sua immagine come era sedeto sul trono, ma potevo vedere anche al di là di ciò. Benché sia vero che questi uomini non si sposano, vi rassicuro che questi uomini vanno a letto con le religiose, e molte altre donne. Non invento niente; è il Signore che me l’ha mostrato.

 

Il Signore mi mostrò come queste persone vivono nella fornicazione e la parola dice che nessun fornicatore erediterà il Regno dei cieli. Mentre guardavo questa scena, il Signore mi parlò: «Guarda bambina Mia, tutto ciò che ti ho mostrato, è ciò che ha vissuto ed è ciò che si svolge sulla terra da molte persone, molti preti ed il papa in vita adesso.» Poi mi disse: “bambina Mia, va’ a dire al mondo che è tempo di venire a Me.”

 

Il Signore mi ha mostrato un luogo dove molte persone camminavano verso l’inferno. Gli chiesi: com’è che camminano verso questo luogo. Rispose: ti mostrerò. Mi mostrò un tunnel pieno di persone. Erano legate della mano al piede. Erano vestite di nero e portavano un fardello alla schiena. Gesù disse: “Guarda bambina Mia, questo mondo che vedi non mi conosce ancora. Ciò che portano alla schiena è il peccato ma va’ a dir loro di darMi il loro fardello e darò loro riposo. Di’ loro che sono Colui chi perdona tutti i peccati del mondo… Bambina Mia va a dir loro di venire a Me; Le aspetto a braccia aperte. Avvertile che sono in marcia verso l’inferno.”

 

Mentre le vedevo camminare, ho riconosciuto mio cugino, mia cugina, la mia famiglia. Esclamavo, Signore la mia famiglia è sul cammino dell’inferno! Rispose: “bambina Mia, camminano verso l’inferno ma va’ a notificarlo loro. Va’ a dir loro che camminano verso l’inferno. Va’ a dir loro che ti ho scelto come il mio messaggero; ciò significa che dirai la verità. Devi dire tutto ciò che ti ho mostrato. Se non dici niente e che qualcosa di brutto succede a queste persone, ti domanderò il loro sangue. Ma se le avverti e che non si ritraggono dalla loro empietà e dalla loro via malvagia, moriranno nella loro iniquità, ma tu avrai salvato la tua anima (Ezechiele 3:18)”.

 

Che la pace del Signore Gesù Cristo sia con voi!

L’INFERNO

Testimonianza di Angelica N°2

Questa testimonianza è la 2a parte di una serie di tre volumi. Per beneficiarne totalmente, vi occorre leggere gli altri due parti.

Gesù mi dice che molte celebrità camminano verso l’inferno. Le persone famose ed importanti. Prendete esempio da Michael Jackson. Era famoso in tutto il mondo ma era un adepto di satana. Benché molte persone non lo vedano così, ma è la verità. Aveva firmato un accordo col diavolo: aveva firmato un contratto col diavolo; quale contratto doveva permettergli di avere la fama per attirare molti fan.

Ho visto demoni camminare sulle persone in inferno in modo simile al passo di danza che abbozzava sulla terra. Scivolavano all’indietro e non davanti mentre si rallegravano dell’angoscia che facevano subire alle loro vittime. Lasciami dirti che Michael Jackson è in inferno. Il Signore me l’ha mostrato dopo la sua morte.

Mi ha dato l’opportunità di vedere Michael Jackson tormentato dal fuoco. Gridavo al Signore: “Perché?” Non era piacevole di vederlo tormentato e come spingeva grida di sconforto. Ogni persona che ascolta le canzoni di Michael Jackson o le canta o è il suo fan, ti avverto che il diavolo ti intrappola affinché finissi in inferno. Adesso stesso rinuncio a ciò in nome di Gesù Cristo! Gesù vuole liberarti affinché non ti perda.

Il Signore mi disse: “bambina Mia, ci sono anche le persone che mi conoscono che sono in marcia verso l’inferno.” Chiesi: “Signore com’è possibile che le persone che Ti conoscono vadano in inferno?” Rispose: “La persona che abbandona la Mia via e quella che conduce una vita doppia.” Mi mostrò le persone che si dirigevano verso l’inferno. Erano legati delle mani ai piedi.

Portavano ciascuno un abito bianco ma stracciato, tinto e sgualcito. Gesù disse: “bambina Mia, vedi come il Mio popolo si è allontanato da me. Bambina Mia, ti informo che non vengo per questo genere di persone. Vengo per un popolo santo, pronto, irreprensibile senza macchia o ruga o alcunché di simile… Va’ a dir loro di tornare sui sentieri antichi.” (Efesini 5:26-27). Cominciavo a vedere molti di miei zii e molti che hanno abbandonato il Signore. Ed il Signore mi disse: “Va’ a dir loro che aspetto che gettano su di Me ogni loro fardello e darò loro riposo.” Gesù piangeva quando mi diceva queste parole. «Bambina Mia, vengono qui. Va’ a dire ai tuoi zii, ai membri della tua famiglia che si dirigono verso l’inferno! Bambina Mia, molto non ti crederanno, ma sono il tuo testimone fedele, sono il tuo testimone fedele. Non ti abbandonerò mai. Bambina Mia, anche se non vogliono credere va’ a dir loro la verità perché sono con te. Bambina Mia, ti mostrerò anche come le persone arrivano a questo luogo.”

Siamo andati verso un tunnel dove c’era una moltitudine di persone che cadevano nel abisso. Non mille, non duemila ma tanto numerosi quanto la sabbia del mare. Cadevano per secondo, come una mano riempita di sabbia che si scaricava. Le anime cadevano rapidamente. Gesù piangeva quando mi disse: “bambina Mia, ecco come l’umanità perisce, ecco come si perde!… Bambina Mia, ciò mi rattrista di vedere l’umanità perire.”

Gesù disse: «Anche i demoni si riuniscono in questo luogo.» Ed io dissi: «I demoni in riunione?» Gesù disse: “Sì bambina Mia, si incontrano per pianificare ciò che faranno al mondo. Tengono riunioni segrete ogni giorno.” Così detto, Gesù mi portò ad una cellula dove ho visto un tavolo di legno con le sedie tutt’intorno. C’erano demoni di ogni tipo. Gesù spiegò: “bambina Mia, pianificano adesso di andare a distruggere le famiglie di Pastori, di Missionari, di Evangelisti e tutti quelli che mi conoscono. Bambina Mia, vogliono distruggerli; hanno molte frecce.”

I demoni ridevano burlandosi e dicevano: “Distruggiamo il mondo e lo portiamo qui.» Gesù disse: “Va’ a dir loro che sono con loro. Che non lasciano nessuna porta aperta, che non lasciano nessun posto a satan perché è come un leone ruggente cercando chi possa divorare.” (1Petro 5:8) Ma la Scrittura disse: “il diavolo, va attorno come…” perché l’unico leone reale è quello della tribù di Giuda, Gesù Cristo di Nazaret. (Apocalisse 5:5), Gesù disse: «Bambina Mia, vogliono distruggere specialmente le famiglie di pastori.” Chiesi: “Perché vogliono distruggere le famiglie di pastori?” E Gesù rispose: “Perché sono i pastori di molte pecore che il Signore ha affidato loro. I demoni vogliono che queste pecore ritornino al sistema del mondo; che ritornino indietro e finiscano in inferno… Va’ a dire ai pastori di dire la verità. Va’ a dir loro di predicare la verità e di dire tutto ciò che ho detto loro e di non trattenere per loro stessi ciò che ho detto loro.”

Quando si lasciava questo luogo, mi disse: “Voglio mostrarti qualcosa… Ci sono anche bambini qui.” Ed Io risposi: Signore, i bambini in inferno? Perché sono qui? La Tua parola dice:Lasciate i bambini venire a me, non impediteglielo! Perché di tali è il regno dei cieli.” (Matteo 19:14), Gesù replicò: «Bambina Mia, è vero, il Regno dei cieli è per gente come loro, ma questo bambino deve venire a me, e colui che viene a Me, io non lo caccerò fuori.” (Giovanni 6:37) Nello stesso momento, il Signore mi mostrò un ragazzo di 8 anni tormentati dal fuoco. Il ragazzo gridava: «Signore abbi pietà di me, tirami fuori da questo luogo; non voglio rimanere qui.”Continuò a piangere ed a gridare. Ho visto i demoni intorno a questo ragazzo che somigliavano alle immagini dei cartoni animati. C’erano «dragon ball Z», «ben 10”, “Pokémon”, «doral» ecc. «Signore perché il ragazzino è qui?» Gesù mi mostrò un schermo gigante della sua vita. Ho visto come passava tutta la sua vita davanti alla televisione guardando questi fumetti.

Gesù disse: «Bambina Mia, questi fumetti, questi film, queste serii televisive che danno ogni giorno alla televisione sono gli strumenti satanici per distruggere il mondo… Guarda bambina Mia, come si è svolto.” Ho visto come il ragazzino era ribelle e disubbidiente ai suoi genitori. Quando i suoi genitori gli parlavano, usciva correndo. Rovesciava le cose e disubbidiva ai genitori. Dopo quest’evento, un’automobile l’ha urtato e fu la fine della sua vita su terra. Gesù mi spiegò: «Da allora, è qui in inferno.»

Osservavo il ragazzino come era torturato. Gesù disse: «bambina Mia, va’ a dire ai genitori di ammaestrare il fanciullo sulla via da seguire, alla luce della Mia parola.» (Proverbi 22:6). La Parola di Dio è vivente; C’impara a correggere il bambino con la frusta, ma non ogni momento; solo quando il bambino è disubbidiente ai suoi genitori. (Proverbi 22:15). Il Signore mi disse qualcosa molto rattristante e penoso: «Ci sono molti bambini qui a causa dei fumetti ed a causa della ribellione.” Gli chiesi: «Signore, perché si deve prendersela col fumetto?” E spiegò: “Perché i fumetti sono demoni che veicolano la ribellione, la disobbedienza, l’amarezza e l’odio da bambini; Altri demoni possiedono questi bambini affinché non facciano niente di buono, che facciano solo il male. Tutto ciò che i bambini vedono alla televisione, vogliono riprodurrlo nella vita reale.” L’inferno esiste ed è reale; ed anche i bambini devono decidere dove andare. Dissi: “Signore, dimmi, perché i bambini sono qui?” e Gesù rispose: “Da quanto un bambino è cosciente che ci sono l’inferno ed il paradiso, allora ha una scelta da fare.”

Il Regno dei Cieli

Ci sono tante cose da dire sull’inferno; Adesso, lasciami condividere con te ciò che ho visto al Paradiso. Gesù disse: “Bambina Mia, adesso ti mostrerò ciò che ho preparato per i Miei Santi.” Avevamo lasciato l’inferno per il tunnel. Mentre camminavamo nel tunnel, di colpo siamo arrivati dove c’era una forte luce. Gesù disse: “Bambina Mia, ti mostrerò la Mia gloria.” Si è cominciato l’ascensione verso il Regno dei Cieli! Subito siamo arrivati davanti ad una porta sulla quale era scritta a caratteri grandi dorati: «Benvenuto al Regno dei Cieli.»

Gesù disse: “Bambina Mia, va! Perché sono la porta e se uno entra per mezzo di me sarà salvato; entrerà, uscirà e troverà pascolo.” (Giovanni 10:9) Dopo che abbia detto queste parole, la porta si è aperta e siamo entrati. Ho visto gli angeli glorificando, onorando, adorando il Padre Celeste! (Apocalisse7:11-12). Abbiamo continuato a camminare e ci siamo avvicinati ad un tavolo; la quale si poteva vedere l’inizio ma non la fine. (Apocalisse 19:9). Ho osservato l’immenso trono, poi altri più piccoli circondati di migliaia di sedie. Tra le sedie c’erano di vestiti muniti di corone.

Gesù disse: «Bambina Mia, la corona che vedi là è la corona di vita.” (Apocalisse 2:10). Aggiunse: “Bambina Mia, è ciò che ho preparato per il Mio popolo. Ho visto che il tavolo era coperto di un tessuto bianco con le estremità dorate. C’erano dei piatti, dei calici d’oro, dei frutti; tutto era servito. Erano meraviglioso. C’era un grande recipiente nel mezzo del tavolo che contiene il vino per la cena. E Gesù disse: «Bambina Mia, tutto è pronto per l’accoglienza della Mia Chiesa.»

Si è andato ad un altro luogo dove ho visto molte persone in un giardino. Erano le persone molto conosciute della Bibbia, ma non sono invecchiate; sono tutti giovani. C’era un ragazzo con un fazzoletto in mano che danzava turbinando per glorificare il Signore. Gesù disse: «Bambina Mia, questo ragazzo che vedi è il Mio servitore Davide.” Glorificava il Padre. Subito altri giovani uomini apparivano e Gesù mi disse: «Bambina Mia, sono Giosuè, Mosè, Abramo.» Gesù li chiamava per il loro nome ma avevano tutti lo stesso viso, non potevo differenziarli, per me erano tutti identici. Poi Gesù mi mostrò le donne e mi disse: «Bambina Mia, questa donna che vedi là è la mia serva Maria Maddelena, quella la mia serva Sara.”

Poi disse: “Bambina Mia, ecco è Maria che ha messo al mondo Gesù che ti parla. Bambina Mia, ti informo che non è al corrente delle cose che si svolgono sulla terra. Va’ a dire al mondo, agli idolatri che l’inferno è reale e che gli idolatri non erediteranno il mio Regno. Va’ a dir loro che se si pentono, entreranno nel Mio paradiso. Va’ a dir loro che li amo e che Maria non è al corrente di niente, (che si svolge sulla terra). L’unica persona che devono glorificare è Io perché né Maria, né santo Gregoirio, né nessun altro santo può offrire la salvezza. Sono il solo che salva ed oltre a me nessuno, nessuno, nessun altro può salvare! Ha ripetuto tre volte che nessun altro può salvare. . C’è solo Lui che salva.

Il mondo è vittima della seduzione credendo che c’è un certo santo che, in realtà è solo un demonio che opera mediante un idolo fatto dagli esseri umani. Lasciami dirti che il Signore vuole darti il migliore, vuole che erediti il Regno dei cieli, che possa pentirti e abbandonare l’idolatria. Perché l’idolatria non può salvarti. Gesù Cristo di Nazaret è Il solo che salva, che ha dato la Sua vita per voi e me e per tutta l’umanità. Come piangeva, mi disse: “Per favore bambina Mia, non mantenere il silenzio; va’ a dire la verità. Va’ a dir loro ciò che ti ho mostrato.”

Ho visto come Maria glorificava il Signore. Ho visto le donne coi capelli molto lunghi e belli. Dissi: “Como sono belle!” Mi disse: “Bambina Mia, va’ a dire alle donne di prendere cura dei capelli che ho dato loro.” Poi mi disse: «Ho qualcosa d’importante da mostrarti.» Ho guardato in lontananza e ho visto una città radiosa, una città d’oro! Dissi: “Signore che cos’è? Voglio andarci.” Rispose: “Bambina Mia, ti mostrerò ciò che c’è là. Ciò che vedi, è la proprietà celeste, i palazzi celesti che sono pronti per il Mio popolo.”

Ci mettemmo a camminare, finché siamo arrivati su un ponte in oro. Dopo aver attraversato il ponte, siamo arrivati su una strada in oro! (Apocalisse 21:21). Tutto era bello, brillante come un vetro raggiante. Era veramente soprannaturale, straordinario, inesplicabile! Abbiamo visto i palazzi celesti e osservavamo come le migliaia di angeli li costruivano. Alcuni angeli costruivano velocemente, altri costruivano lentamente ed altri ancora non costruivano affatto. Chiesi al Signore: “Com’è che cene sono chi costruiscono rapidamente, altri lentamente ed altri ancora che hanno smesso di costruire?” Il Signore spiegò: «Bambina Mia, è così che il Mio popolo lavora, i Miei angeli lavorano al ritmo del Mio popolo sulla terra…” “Bambina Mia, il Mio popolo non diffonde più il Vangelo. Il Mio popolo non digiuna più. Il Mio popolo non si mette più sulla strada per distribuire i volantini che annunciano la verità, adesso il Mio popolo ha vergogna. Va’ a dir loro di tornare sui sentieri antichi. Questi angeli che hai visto non facendo più niente, appartengono a quelli che Mi hanno abbandonato. Bambina Mia, va’ a dir loro di tornare sulla buona strada.” (Geremia 6:16), e così detto, si mise a piangere.

Sentii altre persone cantare e chiesi al Signore: “Signore, voglio che mi porti dove le persone cantano.» Gesù mi osservava, so che mi osservava benché non potevo vedere il Suo viso. Potevo vedere solo il movimento del Suo viso. Quando mi osservava, le Sue lacrime bagnavano i Suoi vestiti, Gli ho chiesto perché piangeva. Ma non mi rispose. Più tardi, siamo arrivati in un bel giardino. Là, nel mezzo dei palazzi celesti, ho visto dei fiori che si muovevano. Sono esse che cantavano. Il Signore indicò col dito e disse: «Bambina Mia, ascolta, mi glorificano, mi adorano! Il Mio popolo non fatto più ciò che aveva l’abitudine di fare, il Mio popolo non mi adora più, non Mi glorifica più, non Mi cerca più come prima.»

È per questa ragione che ti dico che vada ad informarli di cercarMi perché andrò, andrò, andrò per un popolo che Mi cerca in spirito e verità, per un popolo pronto, per un popolo santo! Piangendo, il Signore continuò: “Vengo, vengo!” Poi ho capito perché piangeva; perché viene ma non per quelli che credono in parte. Verrà solo per quelli che lo cercano in spirito e verità. Poi il Signore mi disse che devo ritornare sulla terra. Dissi: Signore, non voglio ritornare sulla terra! Che vuole dire, tornare sulla terra? Voglio restare con Te. Mi hai portato qui e non voglio più separarmi da Te!

Gesù disse: «Bambina Mia, è necessario che torni sulla terra per testimoniare che la Mia gloria è reale, che ciò che ti ho mostrato è reale, che ciò che hai visto è reale, affinché il mondo venga a Me, si penta e che non perisca.» Piangendo sono caduta ai suoi piedi; poi ci ho visto le piaghe. Chiesi: «Signore, che cosa sono queste ferite.» Rispose: “Bambina Mia, è la cicatrice di ieri quando ho dato la Mia vita per l’umanità.”

Mi ha mostrato anche le cicatrici nelle Sue mani. Chiesi: «Signore perché hai ancora queste cicatrici?» Mi disse: “Bambina Mia, è la cicatrice che è rimasta.” Poi ho chiesto: “Sparirà?” Rispose: “Bambina Mia, sparirà quando tutti i santi si saranno riuniti qui… Bambina Mia, devo riportarti sulla terra: La tua famiglia e le nazioni ti aspettano.” “Signore la mia famiglia!» Ho provato a resistere ma indicò la terra con Suo dito e disse: «Guarda, queste persone che vedi sono i membri della tua famiglia, questo corpo che vedi là, ci tornerai… È tempo di lasciare questo luogo.» Poi mi portò attraverso un fiume chiaro come l’acqua di roccia e disse: «Guarda, immergiti nell’acqua.» Prima che entro in questo fiume dell’acqua di vita, provavo una gioia indescrivibile, e dopo l’immersione nell’acqua ero al colmo della gioia. Pensavo che non avrei più a tornare sulla terra, ma il Signore mi disse: “Bambina Mia, devi tornare sulla terra…”

 

Fine della testimonianza

 

RICHIAMO AL PENTIMENTO

 

L’educazione dei bambini

Molti figli di Dio sono caduti nella trappola delle leggi sataniche che sono create oggi. In molti paesi occidentali, si sono create già leggi che impediscono ai genitori di correggere i loro bambini. Sappiate che queste leggi sono leggi puramente sataniche, create dai demoni, per indurre l’uomo ad opporsi a Dio.

È Dio che ha creato l’uomo. È Dio che ci dà bambini. Dio conosce i bambini meglio di noi, e padroneggia la loro educazione. Dio ama i bambini più di noi. E è Lui che ci chiede di correggere i bambini.

I demoni, poiché sono là soltanto per opporsi a Dio, vi chiedono di non correggere i bambini, al punto di farne una legge. E ciò che è sconcertante, è che anche i cosiddetti cristiani nati di nuovo, si permettono di osservare tali leggi demoniache. Lasciano i loro bambini diventare irrecuperabili, col pretesto che stanno sottoponendosi alle autorità, a seconda che lo dice la Bibbia.

Che pazzia! Vi pongo una domanda, rispondetemi! Tra Dio e gli uomini, quale autorità è più grande secondo voi? La Bibbia ci dice in Romani 13:1: «Ogni persona sia sottoposta alle autorità superiori, poiché non c’è autorità se non da Dio, e le autorità che esistono sono istituite da Dio.»

Parlando di autorità superiori, trattenete che Dio resta la più alta autorità. Dunque è chiaro che Dio non ci chiede di sottoporci a queste autorità che sono state istituite da Lui, al punto di disprezzarLo Lui stesso. Leggiamo questi versetti di Matteo 10. E non temete coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccidere l’anima; temete piuttosto colui che può far perire l’anima e il corpo nella Geenna… Chiunque perciò mi riconoscerà, davanti agli uomini, io pure lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli. Ma chiunque mi rinnegherà davanti agli uomini, io pure lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli».

Leggiamo anche questo passo di 1Corinzi 15:20-28 … 27Dio infatti ha posto ogni cosa sotto i suoi piedi. Quando però dice che ogni cosa gli è sottoposta, è chiaro che ne è eccettuato colui che gli ha sottoposto ogni cosa. 28E quando ogni cosa gli sarà sottoposta, allora il Figlio sarà anch’egli sottoposto a colui che gli ha sottoposto ogni cosa, affinché Dio sia tutto in tutti.”

Come venite a saperlo leggendo il passo quì sopra, Dio ha sottoposto tutto a Cristo, tuttavia Cristo Lui stesso è sottoposto a Dio. Non c’è dunque ragione che ci sottoponiamo agli uomini creati da Dio, al punto di disprezzare le leggi di Dio. Non ha alcun senso, e non avete bisogno che vi insegni questo. È una questione di buon senso, per ogni vero figlio di Dio. Dio non può chiedervi di sottoporvi ai demoni che loro stessi non si sottopongono a Dio, ma che al contrario combattono Dio di tutto il loro cuore. Se nella vostra seduzione abbandonate le leggi di Dio per seguire l’Anticristo, utilizzando alcuni versetti biblici per giustificare la vostra follia, l’inferno vi aspetta.

Dunque per voi tutti che disprezzate Dio perché temete gli uomini mortali, sappiate che vi ritroverete davanti al giudizio di Dio nei prossimi giorni. Meditate con me questi passi della Bibbia:

La follia è legata al cuore del fanciullo, ma la verga della correzione l’allontanerà da lui. Proverbi 22:15

Non risparmiare la correzione al fanciullo; anche se lo batti con la verga, non morrà; lo batterai con la verga, ma libererai l’anima sua dallo Sceol. Proverbi 23:13-14

La verga e la riprensione danno sapienza; ma il fanciullo lasciato a se stesso fa vergogna a sua madre. Proverbi 29:15

Correggi tuo figlio, egli ti darà conforto e procurerà delizie all’anima tua. Proverbi 29:17

 

Che la pace del Signore Gesù Cristo sia con voi!

L’INFERNO

Testimonianza di Angelica N°3

Questa è la terza ed ultima parte della testimonianza di Angelica. Vi preghiamo di prendere questo messaggio sul serio.

Chi risparmia la verga odia il proprio figlio, ma chi lo ama lo corregge per tempo. Proverbi 13:24

Castiga tuo figlio mentre c’è speranza, ma non lasciarti andare fino a farlo morire. Proverbi 19:18

Constatate, tutti, che il mondo si è completamente degradato. Viviamo una generazione in cui tutto è depravato, in cui tutto si è deteriorato. Il timore di Dio è completamente sparito. I bambini non hanno più il minimo rispetto per gli adulti, il loro comportamento non ha più nulla a che fare con un comportamento di bambino. Li trovate attualmente implicati nei crimini di ogni tipo, negli stupri, nella violenza, in ogni forma di abominazioni sessuali. La maggior parte di ragazzine oggi, diventano madri prima di compiere 14 anni. I bambini di meno di 10 anni sono implicati nella droga. Molte persone non sono più pronte ad accettare il mestiere di insegnante, a causa del carattere insopportabile dei bambini.

Ma in che mondo viviamo? Tutto ciò accade perché i genitori non hanno più il diritto di correggere i loro bambini. Quale società possiamo costruire con questo genere di leggi? Non avete bisogno che vi dica che una società senza Dio è destinata alla perdizione. Tutti sono sopraffatti. I poliziotti sono sopraffatti, gli insegnanti sono sopraffatti, i genitori sono sopraffatti, i politici loro stessi che votano queste leggi sono sopraffatti, o almeno danno l’impressione di essere sopraffatti. Ma nessuno fa niente. Una situazione strana, non è vero?

Trattenete dunque che avete il diritto ed il dovere di correggere e di raddrizzare i vostri bambini, e che coloro che non correggono i loro bambini, peccano contro Dio. Se i vostri bambini sono mal allevati, renderete conto a Dio. Quando i tuoi bambini non sono ben allevati, è una prova chiara che sei un irresponsabile. Per quelli tra voi cristiani che desiderano di diventare Anziani nella chiesa, notate che una delle condizioni esatte da Dio per diventare anziano, è che teniate i vostri bambini in sottomissione con ogni decoro. Dovete dunque avere bambini fedeli, perfettamente onesti e totalmente sottomessi, se dovete avere un titolo qualsiasi in un’Assemblea dei santi.

L’educazione dei bambini costituisce una tappa capitale nella vita di ogni genitore in generale, e di ogni genitore cristiano in particolare. L’educazione dei bambini non è una cosa che possiamo prendere alla leggera impunemente. L’educazione dei bambini secondo Dio, è un comandamento di Dio. Tutti i bambini di Dio, e tutti quelli che pretendono di essere di Dio hanno il dovere e l’obbligo di allevare e di educare i loro bambini secondo Dio, cioè secondo la Bibbia. E l’insegnamento di Dio sull’educazione dei bambini è chiaramente enunciato nella Bibbia, come l’abbiamo appena visto.

Come elemento di discernimento, sappiate che questi cosiddetti genitori cristiani che non correggono i loro bambini col pretesto o di amarli, o di sottoporsi alle leggi sataniche, sono semplicemente agenti di satana. Non è né perché piace loro molto sottoporsi alle leggi di questo mondo, né perché amano i loro bambini. È piuttosto perché hanno scelto l’Inferno, e vogliono andarci coi loro bambini. Trattenete ciò molto bene. Ogni vero figlio di Dio sa sottoporsi a Dio, ed ama sottoporsi a Dio.

La televisione e l’Internet

Come l’abbiamo studiato negli altri insegnamenti, la televisione è uno degli strumenti di cui satana si serve per inquinare questa generazione. Con queste immagini abominevoli che sfilano tutto il giorno sugli schermi di televisione, questa generazione è persa come lo constatate. Se già la televisione non è buona per gli adulti, non vi aspettate che lo sia per i bambini. Se ci sono tanta violenza, tanti crimini, omicidi, tanta consumazione della droga, e altri abominazioni sessuali in mezzo ai bambini al giorno d’oggi, è a causa della televisione.

La televisione macchia, e satana ed i suoi agenti hanno fatto in modo che i suoi programmi siano sempre più impuri. Non potete dunque pretendere di ricercare la santificazione, passando il tempo a macchiarvi con la tele. La televisione è assolutamente incompatibile con la vita di santificazione che i figli di Dio sono supposti condurre. Dovete dunque proteggervi e proteggere i vostri bambini dalla televisione. Lo stesso dicasi per l’Internet. Se il computer è diventato un attrezzo di lavoro al giorno d’oggi, anche per i bambini, dovete badare che non abbiano accesso ad Internet. Ci sono cosiddetti cristiani che riempiono la loro casa di televisioni, al punto di metterne anche nelle camere dei bambini, in modo che ogni bambino abbia la sua propria televisione. Pretendono di amare i bambini, come se portare i bambini in Inferno era un segno di amore. Dovete sfuggire la televisione, compresa ciò che chiamate per seduzione televisione cristiana.

Tengo ancora a ricordarvi che non c’è televisione cristiana. Non cadete più nella trappola della seduzione. Se la Chiesa di Dio è così marcia e così sporca oggi, è soprattutto a causa della televisione detta cristiana. Tutti questi agenti di satana, che chiamate per ignoranza servitori di Dio, si servono piuttosto di questa televisione detta cristiana, per sedurre gli ignoranti ed i deboli, e distoglierli dalla parola di Dio.

A forza di vedere tutte queste streghe che hanno preso il titolo di pastore, d’evangelista, di dottore, di profetessa e d’apostolo, ogni volta alla televisione la testa non coperta, in pantaloni, coi trucchi, gioielli ed altri abbigliamenti ridicoli satanici, le cristiane deboli finiscono per credere che Dio tollera questo genere di follia, e si mettono a copiarli.

A forza di vedere questi agenti di satana che chiamate per ignoranza servitori di Dio, ogni volta alla televisione, coi colli, con le mani e le dita riempite di catene e di anelli di ogni tipo, e questi altri demoni cosiddetti cantori ed altri responsabili dei gruppi di lodi coi lunghi capelli talvolta legati dietro la testa, negli abbigliamenti ridicoli satanici e nei gioielli di ogni tipo, i cristiani accecati ed ignoranti che credono che queste persone sono di Dio, hanno finito per credere che se Dio li accetta così, non c’è pericolo a imitarli. È per ciò che li sentite tutti dire ogni volta che Dio non guarda all’aspetto esteriore. Alcuni di questi demoni chiamati servitori di Dio, indossano anche orecchini, e si fanno intrecciare i capelli. Se tenete alla vostra salvezza, fuggiteli rapidamente. Vi consiglio di leggere il nostro insegnamento sul Discernimento.

Proteggete i vostri bambini dalla televisione e dall’Internet. Per voi figli di Dio che proteggete già i vostri bambini dalla televisione, sappiate che Internet è tanto marcio quanto la TV, se non più. Se date loro accesso ad Internet, vedranno tutto ciò che avete evitato loro alla televisione. Non lasciate accesso ad Internet ai bambini, altrimenti li perderete.

I videogame

I videogame sono puramente satanici. Con i videogame, satana possiede i bambini, e li tiene prigionieri per l’Inferno. I genitori che temono il Signore non devono mai acquistare tali abominazioni ai loro bambini. I bambini se stessi che vogliono andare in Cielo, devono fuggire tutti i videogame, ed abbandonarli totalmente.

I cartoni animati ed i fumetti

Come l’avete appena letto in questa testimonianza, i fumetti ed i cartoni animati sono demoni che possiedono liberamente e molto facilmente i bambini che li guardano o che li leggono. Questi demoni diffondono o la magia, o la violenza, o la ribellione, o la disobbedienza, o la delinquenza, o l’amarezza e l’odio, ecc. nei bambini.

In realtà non avevate nemmeno bisogno di questa testimonianza per comprendere che i fumetti ed i cartoni animati sono satanici, e sono una trappola per i bambini. Non ha che da guardare da un lato queste immagini bizzarre spesso utilizzate, e dall’altro lato i messaggi che sono diffusi. La Bibbia ci mette bene in guardia contro il mondo e le cose che sono nel mondo. Non è perché non vedete le parole “cartoni animati” o “fumetti” nella Bibbia, che crederete che il Signore non ha detto niente a questo proposito. Il signore non ha bisogno di nominare ogni piccola cosa che dobbiamo fuggire. Sa che ci ha dato il minimo di discernimento che ci occorre per avanzare. Dovete dunque fuggire tutti i fumetti ed i cartoni animati, compresi quelli detti cristiani.

Lasciatemi ricordarvi che non ci sono cartoni animati o fumetti cristiani. Non cadete nella trappola della seduzione. Tutti questi personaggi mostruosi di cartoni animati o di fumetti, sono mostri, sono demoni. E come potete comprenderlo, non ci sono né mostri cristiani, né demoni cristiani. Non c’è dunque ragione che ci siano fumetti e cartoni animati cristiani. Fuggiamo la seduzione mentre è ancora tempo.

Messaggio ai bambini

Vorrei che i bambini comprendano molto bene che nessun bambino disubbidiente entrerà in cielo. Tutti i bambini che non amano Gesù Cristo, e che non camminano secondo la legge di Gesù Cristo, andranno in Inferno. Voi tutti che siete bambini quanto alla parola di Dio, e vecchi quanto alle cose del mondo, Dio vi manderà in Inferno senza tenere conto della vostra età.

La musica mondana

Molti cristiani non hanno ancora compresi il pericolo della musica mondana. Sappiate che ogni volta che ascoltate la musica mondana, invitate in voi tutti i demoni che seguono queste musiche, e questi demoni vi possiedono. Dovete abbandonare totalmente la musica mondana, per quelli che ci si aggrappano ancora, e sbarazzarvi di tutta la scorta di questo genere di musica che avete ancora da voi. Dovete bruciare tutto. Non tentate soprattutto di dare ciò ai pagani, col pretesto che possono ascoltarli, perché sono pagani.

Come l’avete appena letto in questa testimonianza, quando ascoltate la musica mondana, non solo vi fate possedere per i demoni, aumentate anche il tormento degli autori di questa musica, in Inferno. Mentre “vi rallegrate” con la loro musica, sono in Inferno e stanno subendo una doppia tortura. Rendete dunque a queste povere anime tormentate questo piccolo servizio. Non suonate più la loro musica, non aumentate più la loro sofferenza ed il loro tormento in Inferno. Se continuate, li ritroverete in questo Inferno nei prossimi giorni, e renderete loro conti. Siete ben avvertiti.

Che tutti quelli che si dicono Cantanti e Divi, comprendano molto bene che se non si pentono e non abbandonano questo mestiere satanico che esercitano, passeranno la loro eternità in Inferno ballando nel fuoco, e essendo terribilmente torturati. Michael Jackson, Selena, Whitney Houston ed altri stanno già là aspettandovi. Hanno già lasciato la gloria del mondo, le grandi case e le grosse automobili sulla terra, e stanno nel fuoco dell’Inferno bruciando ogni giorno. La loro eternità ha cominciato. Ecco la vanità della vita.

Il Cattolicesimo

Molto spesso, è difficile provare l’amore di Dio alle persone. Ogni volta che diciamo loro la verità per il loro bene, si arrabbiano, e ci prendono per nemici. Molte volte ci è mancato poco che fossi linciato dai cattolici, per avere tentato di salvarli. Lasciatemi darvi un esempio.

Ero stato invitato a tenere una conferenza in un’università americana. La platea era in maggioranza cattolica. Per amore per loro, ho spiegato loro con esattezza gli slittamenti del cattolicesimo. Ho detto loro che il cattolicesimo non è mai stato una chiesa, e che era proprio la più grande setta del mondo. Ho detto loro che l’uomo che chiamavano scorrettamente “santo padre”, era solo un demonio che brucerebbe in Inferno nei prossimi giorni. In questo momento Il papa Giovanni Paolo II era ancora in vita. Ho detto loro che l’Inferno aspettava Giovanni Paolo II, e che non ci sfuggirebbe.

Mentre insegnavo, le persone digrignavano i denti nella sala. E come erano per la maggior parte intellettuali e universitari, non potevano sopportare che il loro orgoglio sia offeso a tal punto. Sapete che gli intellettuali per la maggior parte sono talmente pieni di loro stessi che credono di essere o piccoli dei, o fratelli minori di Dio, per quanto riguarda il sapere. Credono sempre conoscere tutto e non si immaginano che si possa insegnare loro qualunque cosa.

Ho detto loro che ero urtato di vedere i grandi universitari, con Dottorati di recerca, con Lauree ed altri, essere incapaci di comprendere le cose elementari. Ho preso il tempo di spiegare loro come questa nozione della vergine Maria era una grande idiozia. Ho spogliato sotto i loro propri occhi, Bibbia in mano, la dottrina della setta cattolica di tutta la sua sostanza.

Mentre alcuni erano colpiti dalla saggezza e dall’autorità con le quali insegnavo, perché nessuno aveva osato mai parlare loro in questo modo prima, altri erano rossi di rabbia, ed erano pronti ad esplodere come bombe. L’atmosfera nella sala era surriscaldata. Ce ne sonno che hanno cominciato ad imbronciarsi ad alta voce nella sala, dicendo che non mi avevano invitato affinché venga ad insultarli.

Ho detto loro che non guadagnavo niente ad insultarli, e che stavo semplicemente dicendo loro la verità, per il loro proprio bene. Ho detto loro che anche se perdevo la testa, non affronterei rischi di viaggiare su più di 10 miglia chilometri, con tutto ciò che questo mi costava, solo per insultarli. Alcuni hanno compreso e si sono calmati, mentre altri erano più furiosi dei cani arrabbiati. Finalmente la sala si era divisa in due blocchi. Da un lato il blocco di quelli che avevano avuto l’umiltà di riconoscere che ciò che avevo insegnato loro era troppo indiscutibile, ed il blocco di quelli che non volevano comprendere niente, e che avevano solamente un solo linguaggio: “Non l’abbiamo invitato affinché ci insulti.”

Appena mi sono reso conto che il punto a cui molti si aggrappavano per agitarsi era il fatto che non mi avevano invitato per insultarli, li ho fermati, e ho posto loro questa domanda: “Quanto vi sono costati il mio biglietto aereo, le mie spese d’hotel, ed altre spese di viaggio nella città?”

In seguito alla mia domanda, tutti si sono un po’ calmati e hanno cominciato a porsi la domanda. Molti tra loro non sapevano nemmeno che è io stesso che mi era incaricato del mio biglietto aereo, e di tutte le mie spese, e che non avevo preso niente da nessuno di loro. Erano perplessi. Ho detto loro allora che sarei un malato mentale, se pagassi un biglietto aereo a molte centinaia di dollari, con tutte le altre spese, modificassi il mio programma, affrontendo rischi di un eventuale incidente d’aereo, e viaggiassi su quasi 10 miglia chilometri, giusto per insultare le persone.

A ciò, il divario si era accentuato nella sala. Quelli che avevano avuto il coraggio di riconoscere la verità, si sono opposti rudemente agli agenti di satana che nonostante tutte le spiegazioni volevano venire alle mani con me. L’atmosfera era talmente elettrica che si è stato obbligato a scortarmi sotto protezione fuori dalla sala. Dopo che fossi partito i due blocchi sono restati bisticciarsi per ore nella sala.

Permettetemi di approfittare qui, per ricordarvi che ogni volta che sono invitato per tenere conferenze, rifiuto che le mie spese siano prese in carico da quelli che mi invitano. E non accetto nemmeno doni di loro. È per evitare che il messaggio che Dio mi chiede di dare sia annacquato a causa dei doni e dei presenti, che faccio ciò. Questa posizione mi permette di predicare e di insegnare liberamente, senza credermi debitore di qualsiasi cosa a chiunque.

Anche, ogni volta che c’è almeno un piccolo posto da un fratello o da una persona ospitale, mi accontento di questo posto, piuttosto che andare in un hotel come un mondano. Trattenete che dobbiamo ritrovarci nei hotel solo quando non abbiamo altre scelte, e non per brama e per amore del mondo.

Per finire con questo capitolo sul cattolicesimo, vorrei ricordarvi che non c’è solo Giovanni Paolo II in Inferno. Tutti i papi, i cardinali, i preti cattolici, e tutti i cattolici che muoiono senza accettare Gesù Cristo come Signore e Salvatore, vanno sempre dritto in Inferno. Quindi se siete ancora cattolici, sappiate che se non rinunciate al cattolicesimo adesso, e non accettate Gesù Cristo come il vostro Signore e Salvatore personale, passerete l’eternità in Inferno. Il cattolicesimo non è una chiesa. È la più grande setta satanica al mondo. Non potete passare da là, ed essere salvato. E non potete rimanerci, e sfuggire all’Inferno.

Se volete essere salvati, dovete imperativamente uscire da là, accettare Gesù Cristo come il vostro Signore e Salvatore personale, e farvi battezzare nell’acqua per il perdono dei vostri peccati. È solamente perciò che potete essere salvati.

Il Signore che piange

So che siete stati sorpresi di leggere in questa testimonianza che il Signore davanti alle persone che soffrono in Inferno, si è messo molte volte a piangere. Vi chiederete certamente perché il Signore piange, mentre è onnipotente, e capace di tirare queste persone fuori dall’inferno. Le cose non sono tanto semplici quanto pensate. Ciò che ignorate, è che il Signore è limitato. So che gli “avvocati di Dio” crederanno che sto bestemmiando, quando dico che il Signore è limitato.

Ascoltatemi molto bene. Contrariamente a ciò che pensate, o a ciò che ci si è sempre insegnato, Dio è limitato. È un insegnamento che svilupperò nei prossimi giorni, se il Signore me lo permette. Aspettando, ve lo riassumo qui. Dio, malgrado la sua onnipotenza, è limitato dalla Sua parola. Non farà il contrario di ciò che la Sua parola dice. È per ciò che dobbiamo fare tutti i nostri sforzi per conformarci alla Sua parola. Dio non si comprometterà più tardi per provarci il Suo amore. Ce l’ha già provato sacrificando Suo Figlio unico per la nostra salvezza. Quelli che non vogliono questa salvezza non l’avranno neanche, e tutti quelli che disprezzano il sacrificio di Gesù Cristo, non sfuggiranno all’inferno, purtroppo.

Caro amico, tu che hai appena letto questo insegnamento, pentiti, e riconciliati con Dio mentre è ancora tempo. Accetta Gesù Cristo come il tuo Signore e Salvatore personale, e fa’ti battezzare nell’acqua, cioè per immersione, per il perdono dei tuoi peccati. E per te che ti dai già per cristiano battezzato nell’acqua, rinuncia a tutti i tuoi peccati ed a tutte le tue vie malvagie, se tieni a entrare nel Cielo. Altrimenti, l’inferno ti aspetta. E non dimentica che l’Inferno è reale, ed è eterno.

Che la pace di Dio sia con voi!