PARTE PRIMA

LE PROFEZIE CI AIUTANO A COMPRENDERE IL TEMPO IN CUI VIVIAMO

1. In questo tempo il Signore moltiplica i Suoi ammonimenti e invia Sua Madre nel mondo per esortare l’umanità alla conversione e per preparare il Suo ritorno

“Maria viene per preparare il posto per Suo Figlio nella Sua Chiesa Trionfante…E’ la casa di Dio sulla terra che si purificherà e si preparerà per ricevere l’Emmanuele. Gesù Cristo non può tornare in questo tugurio che è il mondo…”

XIX secolo, profezia della Ven. Magdalene Porzat [a]

“L’umanità non troverà pace, finché non si rivolgerà con fiducia alla Mia Misericordia.”

1934, messaggio di Gesù a Santa Faustina Kowalska, Polonia [b]

“Ora vengo Io stesso in questa ultima ora per ammonire il mondo. I tempi sono gravi. Facciano penitenza gli uomini per i loro peccati. Allontanatevi sinceramente dal male e pregate, pregate molto, perché l’ira di Dio si plachi. Recitate frequentemente il Santo Rosario, quella preghiera che può così tanto davanti a Dio. Meno divertimenti e passatempi…”

1945, messaggio di Gesù alle veggenti di Heede, Germania [o]

“Ho detto che verranno disastri, catastrofi naturali; ho detto che i grandi saranno in disaccordo tra di loro. Ho detto che il mondo è sulla via della rovina, ecco perché il Padre e il Figlio ora mandano la Signora nel mondo. La Signora che una volta era conosciuta come Maria. Il mondo è sulla strada della rovina, è già nella rovina.”

15 agosto 1951, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman, Amsterdam

“Mi rivolgo a tutti voi quando dico: non avete idea di quanto siano seri e difficili questi tempi.”

8 dicembre 1952, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman, Amsterdam

“Mi sto chinando sul mondo e sto trattenendo la giustizia di Dio, altrimenti quelle cose sarebbero già accadute [i castighi; N.d.R.]. Sono necessari preghiera e sacrifici. Gli uomini devono ritornare a Dio e al mio Cuore Immacolato… Parla ad alta voce. Diffondi dappertutto queste parole come un vero eco della mia voce. Falle conoscere, perché ciò aiuterà a salvare molte anime e impedirà molta della distruzione della Chiesa e del mondo.”

Messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria [o]

“…Verranno tempi ancora più calamitosi per l’umanità… per la Chiesa… e la fede dei buoni sarà messa molto a dura prova… Si dia quindi ascolto alla mia voce… si onori lo Spirito Santo… che si comprenda la necessità di questo dovuto omaggio, nel quale ti prometto che sta riposta l’unica speranza per il presente e il futuro…”

22 maggio 1966, messaggio di Gesù a Madre Carolina Venturella, Italia [a2]

“…l’umanità non sa ciò che pende sul suo capo e questo è terribile… gli uomini debbono sapere, debbono conoscere… ecco il perché di questi messaggi! Fortunati coloro che vi presteranno fede!… Io amo le mie creature tutte, le ho amate tanto che per esse e per la loro salvezza non ho esitato a morire sulla Croce perché Io sono l’Amore figlio, ma sono anche la Giustizia. Questo debbono sapere tutti coloro che persistono nella cieca ostinazione di rifiuto e resistenza all’Amore che fin’ora ha bussato inutilmente al loro cuore!”

23 novembre 1978, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [u]

“…gli uomini di oggi non sono migliori degli uomini pre-diluviani. Le città di oggi non sono migliori di Sodoma e Gomorra. A nulla hanno valso i molti richiami, a nulla hanno valso i molteplici interventi miei e della Madre mia. A nulla hanno valso i molti castighi parziali. Gli uomini di questo secolo hanno colmato la misura, hanno indurito i cuori nell’iniquità e la punizione totale sarebbe già avvenuta se non fosse stato per l’intervento della Madre mia e Madre vostra, per l’interporsi di Lei tra voi e la Giustizia divina. E se non ci fossero state le anime vittime, coraggiose, generose, eroiche ad immolarsi come lampade viventi davanti ai miei altari… Gli abitanti della corrotta Ninive credettero e si pentirono ai richiami minacciosi del profeta, e così furono salvi. Ma gli uomini di questa generazione perversa, che rifiuta Dio, non andranno immuni dai castighi della divina Giustizia.”

9 settembre 1975, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [u]

“Sono venuta per preparare la strada a mio Figlio per il vostro bene e voi non volete capire. Il tempo rimasto è poco e voi siete distratti. Siete distratti dai beni effimeri di questo mondo. Ho visto molti dei miei figli perdersi e sono venuta per mostrargli la vera strada.”

1981-1988, messaggio della Madonna ai veggenti di Kibeho Ruanda [c]

“Se Maria sta venendo a Kibeho è per preparare [gli uomini] per il ritorno di suo Figlio.”

La veggente Alphonsine Mumureke, Kibeho [d]

“…Vengo per riconciliarli, per cercarli, per dare loro fede, che è scomparsa nel rumore e nel fragore di un risveglio atomico che è quasi sul punto di esplodere. Il Mio messaggio è di fede, amore e speranza. Più di tutto esso deve portare riconciliazione fra i popoli e le nazioni. Questa è la sola cosa che può salvare questo secolo dalla guerra e dalla morte eterna…”

1984, messaggio della Madonna a Maria Esperanza Bianchini, Betania Venezuela

“…sei stata chiamata per essere portatrice di pace e perché si conosca l’appello urgente di Gesù Cristo alla conversione dell’uomo. Sono preoccupata per il mondo intero; ricordatevi che soltanto il Signore vi salverà. Leggete: Giona 4,11…”

30 Dicembre 1983, messaggio della Madonna a Gladys Quiroga de Motta, San Nicolás [t]

Note: Giona 4, 11: “e io non dovrei aver pietà di Ninive, quella grande città, nella quale sono più di centoventimila persone, che non sanno distinguere fra la mano destra e la sinistra, e una grande quantità di animali?”.

“In questo momento l’umanità è appesa a un filo. Se quel filo si rompe, molti non avranno salvezza. Per questo motivo chiamo alla riflessione. Affrettatevi, perché il tempo sta terminando. Non ci sarà posto per chi arriverà in ritardo. Il Signore desidera che tutti godano del Suo Regno…”

8 Gennaio 1984, messaggio della Madonna a Gladys Quiroga de Motta, San Nicolás [t]

“Figlia, in questo tempo l’Arca sono io, per tutti i tuoi fratelli. Sono l’Arca della pace, l’Arca della Salvezza, l’Arca dove i miei figli dovranno entrare, se desiderano vivere nel Regno di Dio.”

6 Febbraio 1987, messaggio della Madonna a Gladys Quiroga de Motta, San Nicolás [t]

“I massoni e tutti gli altri adoratori del diavolo vogliono cancellare l’amore fraterno dal mondo, sostituendolo con divisioni e sangue…Io chiamo tutti a far penitenza e a pregare…”

22 Novembre 1987, Appello Divino n. 40 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

“L’umanità deve pregare e sacrificarsi in riparazione dei peccati del mondo. Vengono sul mondo giorni di tribolazione tanto grande come non se ne sono mai conosciuti dall’inizio dei tempi.”

Messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [v]

Nell’ottobre del 1988 la Madonna affidò a Patricia un segreto in tre parti. Spiega la veggente: “Mi diede il segreto che ci sono brutte cose che stanno per accadere nel mondo, e [disse] che quella che viene chiesta è la conversione”. La veggente avrebbe dichiarato che tutte e tre le parti hanno qualcosa a che vedere con eventi futuri che saranno castighi per il nostro mondo.

La veggente Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [c]

La Madonna ha parlato più volte della possibilità di una Terza Guerra Mondiale, di disastri naturali e disastri causati dall’uomo: “Figli, sappiate che tutto ciò che fate è a beneficio del mondo. Le vostre preghiere, penitenze, e digiuni stanno contribuendo a impedire il determinarsi della Terza Guerra Mondiale… Dipende da voi se il castigo sarà forte quanto lo è il dolore che mio Figlio prova o che invece [il castigo] venga placato con la preghiera… Grandi catastrofi stanno giungendo sull’umanità…”

Messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [c]

“Il messaggio di oggi è: prega America…Vi imploro dal Mio Cuore materno…Senza preghiera un’anima inaridisce e muore…Vengo come Madre amorevole ad invitarvi a uscire dalle tenebre ed entrare nella luce. Vi benedico.”

13 Marzo 1991, messaggio della Madonna a Nancy Fowler, Conyers

“Vengo attraverso Mia Madre e voglio, cari figli, che veniate attraverso Mia Madre nel viaggio che vi riporta a Me.”

10 Febbraio 1991, messaggio di Gesù a Nancy Fowler, Conyers

“La Santissima Vergine ha detto piangendo: «Sono venuta per dirvi che i grembi materni sono diventati i campi di concentramento del mondo. Fai in modo che queste parole riecheggino in tutto il mondo. Perché i Miei figli non piangono? Perché solo pochissimi dei Miei figli sono preoccupati di questa situazione? Per favore dì ai Miei figli che il sangue dei bambini trucidati ricadrà su tutto il mondo…L’aborto è un assassinio. La mano di Mio Figlio continuerà a colpire la terra finché non vi fermerete. Smettete di violare le leggi di Dio».”

15 Ottobre 1992, messaggio della Madonna a Nancy Fowler, Conyers

“Cari figli, in questi anni vi ho invitato a pregare e a vivere quello che vi dico, ma voi vivete poco i Miei messaggi. Voi parlate ma non vivete: è per quello, figliuoli, che questa guerra (la guerra nell’ex-Jugoslavia; N.d.R.) dura così a lungo. Vi invito ad aprirvi a Dio e a vivere con Dio nel vostro cuore, praticando il bene e testimoniando i Miei messaggi. Io vi amo e desidero proteggervi da ogni male, ma voi non volete! Cari figli, non posso aiutarvi se non vivete i comandamenti di Dio, se non vivete la messa, se non rigettate il peccato. Vi invito a diventare apostoli dell’amore e della bontà. In questo mondo senza pace, testimoniate Dio e il suo amore; e Dio vi benedirà e vi darà quello che gli chiedete…”

25 Ottobre 1993, messaggio della Madonna, Medjugorje

“Non abbandonare mai i sacramenti, la Confessione, la preghiera, il digiuno e il corpo di Cristo Gesù nella Santa Messa, perché la mia venuta sarà molto presto”

15 maggio 1995, voce udita da Fabio Gregori, uno dei veggenti di Civitavecchia [z]

“Sull’umanità sta per incombere una tragedia molto brutta che si sta avvicinando. Non si sta accorgendo che sta per entrare in una guerra mondiale che può essere fermata. […]. Fermate questa guerra! Avete le armi più potenti di quelle usate, che sono l’amore, le preghiere, l’umiltà, il Rosario e la vera conversione dei vostri cuori verso Dio tramite la nostra Madre Celeste che vi sta stringendo tutti tra le braccia, vicino al suo Cuore Immacolato. Vi supplico, non permettete più che pianga ancora il Mio sangue per tutti i figli che si allontanano dal suo Cuore Immacolato […]”

19 maggio 1995, voce udita da Fabio Gregori, uno dei veggenti di Civitavecchia [z]

“Figli cari, piango perché vi sto parlando in ogni parte del mondo donandovi segni straordinari, ma voi non mi ascoltate. Mi sto presentando a voi in ogni forma, ma non mi accettate con vero amore nei vostri cuori. Le mie lacrime le vedete come segno di curiosità, ma il vostro cuore rimane duro e non permettete che entri la luce del Signore”

26 agosto 1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

2. Alcuni segni dei tempi che indicheranno l’imminenza degli Ultimi Tempi

N.B.: non in tutte le profezie riportate in questo paragrafo è esplicito il riferimento agli Ultimi Tempi. I segni dei tempi che sono illustrati in alcune di queste profezie, anche quando non vengono messi dichiaratamente in relazione con eventi degli Ultimi Tempi, sono tuttavia riconducibili alla purificazione che precederà l’Era di Pace; e secondo molte profezie entrambe queste fasi fanno parte degli Ultimi Tempi. Si potrà avere una migliore comprensione di questi eventi dopo aver letto i paragrafi successivi che riguardano appunto la purificazione, il grande castigo e l’Era di Pace.

“…Si verificheranno guerre e prodigi finché la gente non crederà in Cristo, verso la fine del mondo.”

XII secolo, profezia di San Tommaso a’Becket [a, f, o]

“Quando il vescovo di Roma assumerà due nomi [il riferimento sembrerebbe riguardare Giovanni Paolo II; N.d.R.] un impero sarà prossimo a crollare: quello della bestemmia [l’Unione Sovietica?; N.d.R.]. Ma sarebbe follia esultare di gioia, perché non sarà la fine ma l’inizio dei dolori: lo spettro cupo della miseria volteggerà nel cielo come nube impazzita e getterà ombra su molti popoli. Mancherà il pane anche nei paesi ricchi, le guerre strisceranno sulla terra come serpenti velenosi: tutto rovinerà perché tutti parleranno d’amore, ma nessuno conoscerà più l’amore per il prossimo.

I cristiani saranno numerosi, ma avranno dimenticato la legge cristiana e la loro fede sarà di parole. Ai patriarchi, al vescovo di Roma che bagnerà la terra con il suo sangue, il Cielo affiderà il compito di riportare la Chiesa alle origini. Sarà questo il momento di abbandonare i palazzi per ritornare nell’umiltà, nella pace delle catacombe, di rivivere la Chiesa dei martiri della fede. La salvezza verrà da pochi, ma santi. Se non germoglierà l’amore, cadrà un secondo impero e con lui Roma.”

XVIII secolo, profezia del monaco Basilio di Kronstadt, San Pietroburgo [h]

Note:
Papa Giovanni Paolo I e Papa Giovanni Paolo II sono gli unici pontefici della storia ad aver assunto due nomi. Sono stati eletti entrambi nel 1978. Giovanni Paolo I, eletto il 26 agosto, è durato in carica solo 33 giorni.

“Gli elementi stessi saranno sconvolti. Sarà come un piccolo Giudizio Generale. Una gran moltitudine di persone perirà in questi tempi di calamità… Questo disastro accadrà poco tempo dopo che la potenza dell’Inghilterra avrà iniziato il suo declino. Questo sarà il segno. Come quando il fico inizia a germogliare e a produrre foglie, questo è un segno sicuro che l’estate è vicina.”

XVIII secolo, profezia di Padre Nectou [a, f, o, w]

“…Prima che la guerra esploda di nuovo, il cibo scarseggerà e sarà molto caro. Ci sarà poco lavoro per i lavoratori, e i padri sentiranno i loro figli piangere per la fame. Ci saranno terremoti e segni nel sole…

Quando tutti pensano che la pace sia assicurata, quando tutti meno se l’aspettano, il grande evento avrà inizio. La rivoluzione esploderà in Italia, quasi nello stesso momento che in Francia. Per un po’ di tempo la Chiesa sarà senza un Papa.”

Profezia del XIX secolo, l’Estatica di Tours [f, o]

“…Sono passati ormai ventisei anni da quando ti ho annunciato le sette crisi, le sette piaghe e i dolori di Maria che dovrebbero precedere il suo trionfo e la nostra guarigione, ovvero:

1. l’inclemenza delle stagioni e le inondazioni;

2. malattie agli animali e alle piante;

3. colera sugli uomini;

4. rivoluzioni;

5. guerre;

6. una bancarotta generale;

7. confusione.

[…] Dovrà accadere un grande evento per terrificare i malvagi a loro beneficio.”

XIX secolo, profezia della Ven. Magdalene Porzat [a]

“Gli ebrei ritorneranno in Palestina e diverranno cristiani verso la fine del mondo.”

XIX secolo, profezia della Beata Anna Caterina Emmerich [a]

“Che conosca tutta l’umanità la Mia insondabile Misericordia. Questo è un segno per gli ultimi tempi, dopo i quali arriverà il giorno della giustizia. Fintanto che c’è tempo ricorrano alla sorgente della Mia Misericordia…”

26 Dicembre 1936, messaggio di Gesù a Santa Faustina Kowalska, Polonia [b]

“Amo la Polonia in modo particolare…Da essa uscirà la scintilla che preparerà il mondo alla Mia ultima venuta [secondo alcuni, qui si parlerebbe di Giovanni Paolo II; N.d.R.].”

Maggio 1938, messaggio di Gesù a Santa Faustina Kowalska, Polonia [b]

Papa Pio XII ebbe ad affermare: “L’umanità deve prepararsi per sofferenze tali come non ne ha mai sperimentato prima d’ora”. Egli descrisse i tempi che si stavano avvicinando come un periodo di grande conflitto spirituale. Secondo il pontefice questo periodo sarebbe stato “il più buio dal periodo del Diluvio”. E aggiunse: “L’ora è scoccata. La battaglia, la più vasta, amara e feroce che il mondo abbia mai conosciuto, è stata raggiunta. Essa deve essere combattuta fino alla fine.” [Non si tratta di una profezia vera e propria, ma non si può negare che Pio XII nel fare queste affermazioni fosse ispirato dallo Spirito Santo; N.d.R.]

Papa Pio XII (1939-1958) [c]

“…Il mondo è pieno di odio. Voi riconoscerete il momento del Mio ritorno quando vedrete scoppiare le guerre di religione. Quando vedrete accadere questo, sappiate che sto per arrivare”

1981-1988, messaggio di Gesù a Emmanuel, Kibeho Ruanda [c]

“…La perdita della fede è una vera apostasia. La diffusione dell’apostasia è quindi il segno che indica che adesso è vicina la seconda venuta di Cristo.”

13 Marzo 1990, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi [l]

“…Voglio aiutarvi a capire i segni descritti nelle Sacre Scritture che indicano che il Suo glorioso ritorno è ora vicino…

Il primo segno è il dilagare degli errori, che conducono alla perdita della fede e all’apostasia.

Il secondo segno è l’esplodere di guerre e lotte fratricide, che conducono al prevalere della violenza e dell’odio e un generale raffreddamento della carità, mentre catastrofi naturali come epidemie, carestie, inondazioni e terremoti diventeranno sempre più frequenti. Quando sentirete parlare di guerre, vicine o lontane, vedete di non allarmarvi poiché queste cose devono succedere.

Il terzo segno è la sanguinosa persecuzione di coloro che rimangono fedeli a Gesù e al Suo Vangelo e che rimangono saldi nella vera fede.

Il quarto segno è l’orribile sacrilegio perpetrato da colui che si pone contro Cristo, cioè l’Anticristo. Egli entrerà nel sacro tempio di Dio e siederà sul Suo trono, e si farà adorare come se fosse Dio. Un giorno vedrete nel luogo santo colui che commette l’orribile sacrilegio…

Il quinto segno consiste in straordinari fenomeni che accadranno nel cielo…

…il realizzarsi di questi segni vi indicherà con certezza che la fine dei tempi, con il ritorno di Gesù nella gloria, è vicino.”

31 Dicembre 1992, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi [c]

3. Profezie che danno indicazioni generali su quando si verificheranno alcuni degli eventi degli Ultimi Tempi

N.B.: non in tutte le profezie riportate in questo paragrafo è esplicito il riferimento ad eventi degli Ultimi Tempi. Le indicazioni temporali che vengono fornite in alcune di queste profezie, anche quando non vengono messe dichiaratamente in relazione con eventi degli Ultimi Tempi, riguardano tuttavia la purificazione che precederà l’Era di Pace; e secondo molte profezie entrambe queste fasi fanno parte degli Ultimi Tempi. Si potrà avere una migliore comprensione di questi eventi dopo aver letto i paragrafi successivi che riguardano appunto la purificazione, il grande castigo e l’Era di Pace.

“Nell’anno 1980 il malvagio prevarrà.”

XIV secolo, profezia di Santa Brigida di Svezia [c]

Mentre assisteva all’agonia di Suo Figlio sulla Croce, Dio Padre disse a Madre Mariana: “Questo Castigo sarà per il ventesimo secolo”; al che Madre Mariana vide al di sopra della testa di Cristo tre spade. Su ciascuna era scritto: “Punirò l’eresia, la bestemmia e l’impurità.”

XVII secolo, messaggio di Gesù a Madre Mariana de Jesus Torres, Quito Ecuador [o]

“Un giorno mi trovai in una vasta pianura, sola con Dio. Mi apparve Gesù, e dalla cima di una piccola collina, mostrandomi un sole bellissimo all’orizzonte, mi disse mestamente: «Il mondo va verso la fine, e il tempo della Mia seconda venuta si avvicina. Quando il sole sta per tramontare, uno sa che il giorno è quasi al termine e che presto arriverà la notte. I secoli sono come giorni per me. Guarda questo sole, guarda quanto si deve ancora spostare e valuta il tempo che rimane al mondo».

Guardai attentamente e mi sembrò che il sole sarebbe tramontato fra due ore. Gesù disse: «Non dimenticare che questi non sono millenni ma solo secoli, e sono pochi».

Ma compresi che Gesù riservava a Sé stesso la conoscenza dell’esatto numero, e io non desideravo chiedergli di più. Mi bastava sapere che la pace della Chiesa e il ristabilimento della disciplina dovevano durare per un tempo abbastanza lungo.”

Profezia del XVIII secolo di Suor della Natività, Fougères Francia  [f, o]

“Tutte queste cose si compiranno una volta che i malvagi saranno riusciti a diffondere un gran numero di libri cattivi.

La fine del mondo si avvicina e l’Anticristo non tarderà ad arrivare. Noi non lo vedremo e neppure le suore che ci seguiranno, ma quelle che verranno dopo saranno sotto il suo dominio.

L’inizio dell’ultimo periodo del mondo non sarà nel diciannovesimo secolo, ma nel ventesimo.”

XIX secolo, profezia di Suor Bertina Bouquillon, Francia [f, o]

Nel 1884 Papa Leone XIII, mentre celebrava la Messa, ebbe una visione che riguardava il futuro della Chiesa. Si trattava di un dialogo tra Nostro Signore e Satana nel quale quest’ultimo affermava con orgoglio di poter distruggere la Chiesa e chiedeva 75 o 100 anni e un maggior potere su coloro che si mettevano al suo servizio. Gesù acconsentì alle richieste di Satana e gli concesse circa un secolo durante il quale avrebbe avuto libertà di esercitare pienamente il potere che chiedeva.

13 Ottobre 1884, Visione di Papa Leone XIII [c]

 

“Quando il dogma, l’ultimo dogma della storia mariana sarà proclamato, allora la Signora di Tutti i Popoli donerà la Pace, la vera Pace al mondo. I popoli però debbono recitare con la Chiesa la mia preghiera.”

31 maggio 1954, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman, Amsterdam

“Il mio Corpo Mistico spargerà il suo sangue, Io Capo di esso, ho sparso il mio, e la Chiesa, dopo il duemila, rigenerata e fatta nuova, risalirà il cammino, Madre e non matrigna dei popoli.”

8 giugno 1976, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [u]

“Siete già sul punto di giungere alla più dolorosa e sanguinosa conclusione della purificazione che avrà luogo in questi anni, prima del grande trionfo del Mio Cuore Immacolato nella venuta a voi del glorioso regno di Gesù. Questo è il piano che abbraccia questo secolo.”

9 Novembre 1984, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi [c]

“Dio è in collera col mondo. Gli uomini dovranno migliorare e pregare. Il Mio messaggio è per tutto il popolo della Chiesa di Dio. Gli uomini hanno dieci anni per migliorare e per pregare altrimenti accadrà questo” (i veggenti a questo punto hanno una visione nella quale gli viene mostrato Noè mentre costruisce l’Arca. I ragazzi vedono molti animali, grandi e piccoli, che vengono fatti entrare nell’Arca. Quando Noè, la sua famiglia e tutti gli animali sono dentro l’Arca, inizia a levarsi il vento e a piovere. A quel punto i veggenti vedono rompersi una diga e l’acqua fuoriuscire e spazzare via un intero villaggio. Le acque sommergono tutto, perfino le montagne. Solo l’Arca viene preservata).

19 Agosto 1985, messaggio della Madonna nelle apparizioni di Melleray, Irlanda

“…Prega ed espia. Con le lacrime nel cuore Io chiamo tutti alla preghiera. Questa è l’ora dell’Apocalisse…Se non si pentono conosceranno solo desolazione.”

29 Ottobre 1987, Appello Divino n. 33 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

Nostra Signora nel 1988 ha detto a don Gobbi che avremmo avuto davanti un periodo di dieci anni, dieci anni decisivi: “…In questo periodo di dieci anni arriverà a compimento il tempo della grande tribolazione, che vi è stato preannunciato nelle Sacre Scritture, prima della seconda Venuta di Gesù. In questo periodo di dieci anni il mistero dell’iniquità, causato dalla sempre maggiore diffusione dell’apostasia, diverrà manifesto. In questo periodo di dieci anni tutti i segreti che ho rivelato ad alcuni dei Miei figli, si realizzeranno e tutti gli eventi che vi ho predetto accadranno.”

18 Settembre 1988, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi [c]

“Avete quasi alle porte il castigo imposto dalla giustizia di Mio Padre, esso non può essere evitato, ma può essere mitigato attraverso la preghiera e la devozione al Mio Cuore.”

26 ottobre 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [g]

“[…] mio Figlio Gesù sta per intervenire.”

30 luglio 1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

“Convertitevi miei dolci figli, perché il tempo sta per finire.”

25 agosto 1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

“Il mio mantello ora è aperto a tutti voi tutto pieno di grazie, per mettervi tutti vicino al mio Cuore Immacolato. (Esso) si sta per chiudere, poi il mio figlio Gesù sferrerà la sua giustizia divina.”

30 luglio 1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

LA PURIFICAZIONE CHE PRECEDERÀ L’ERA DI PACE

1. Satana ha il permesso di tentare il mondo per circa un secolo

“Attraverso l’acquisizione del controllo su tutte le classi sociali, le sette tenderanno a penetrare con grande astuzia nel cuore delle famiglie e distruggeranno persino i bambini. Il diavolo si farà gloria di nutrirsi con perfidia dei cuori dei bambini. L’innocenza dell’infanzia quasi scomparirà. Così si perderanno le vocazioni dei religiosi. E questo sarà un vero disastro. I religiosi abbandoneranno i loro doveri sacri e si allontaneranno dalla via segnata per loro da Dio…

Satana avrà il controllo di questa terra attraverso gli errori di uomini senza fede i quali, come una nuvola nera, oscureranno il cielo della repubblica consacrata al Sacro Cuore del Mio divino Figlio. Questa repubblica, avendo consentito l’ingresso di tutti i vizi, dovrà subire ogni sorta di castighi, tra i quali ci saranno pestilenze, carestie, lotte fra le persone e gli stranieri che indurranno un gran numero di anime all’apostasia e alla perdizione… E per disperdere queste nubi nere che nascondono il giorno chiaro della libertà della Chiesa, ci sarà una formidabile e terribile guerra nella quale scorrerà il sangue di nativi e stranieri, di sacerdoti regolari e secolari e anche di monache…Quella notte sarà la più orribile, perché sembrerà all’umanità che il male abbia trionfato; e allora la mia ora sarà giunta per detronizzare l’orgoglioso Satana in una maniera sorprendente, schiacciandolo sotto il mio piede e incatenandolo negli abissi infernali, liberando così finalmente la Chiesa e la Nazione dalla sua crudele tirannia.”

XVII secolo, messaggio della Madonna a Madre Mariana de Jesus Torres, Quito Ecuador [j]

“Questo apparente trionfo di Satana porterà enormi sofferenze ai buoni Pastori della Chiesa…”

XVII secolo, messaggio della Madonna a Madre Mariana de Jesus Torres, Quito Ecuador [j]

Note: nei due brani precedenti la Madonna sta parlando dei peccati del XX secolo per i quali chiede a Madre Mariana di sacrificarsi

“Nel centro dell’inferno ho visto un abisso buio e dall’aspetto orribile e dentro di esso era stato gettato Lucifero, dopo essere stato assicurato saldamente a delle catene…Dio stesso aveva decretato questo; e mi è stato anche detto, se ricordo bene, che egli verrà liberato per un certo periodo cinquanta o sessanta anni prima dell’anno di Cristo 2000. Mi vennero indicate le date di molti altri eventi che non riesco a ricordare; ma un certo numero di demoni dovranno essere liberati molto prima di Lucifero, in modo che tentino gli uomini e servano come strumenti della vendetta divina.”

XIX secolo, profezia della Beata Anna Caterina Emmerich [a, s]

Nel 1884 Papa Leone XIII, mentre celebrava la Messa, ebbe una visione che riguardava il futuro della Chiesa. Si trattava di un dialogo tra Nostro Signore e Satana nel quale quest’ultimo affermava con orgoglio di poter distruggere la Chiesa e chiedeva 75 o 100 anni e un maggior potere su coloro che si mettevano al suo servizio. Gesù acconsentì alle richieste di Satana e gli concesse circa un secolo durante il quale avrebbe avuto libertà di esercitare pienamente il potere che chiedeva.

13 Ottobre 1884, Visione di Papa Leone XIII [c]

“Prima che giunga il regno della resurrezione e della pace, bisogna che Satana regni pienamente, come un sovrano. Egli dominerà tutto. Quando avrà conquistato tutto, quando avrà rimosso ogni ricordo della Fede, fatto scomparire i santi templi, rovesciata la Mia immagine e la Mia Croce, il suo regno non durerà a lungo; ma giungerà a questo completo trionfo, vi arriverà tramite degli odiosi modi di agire.”

XIX-XX secolo, messaggio di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [y]

“…Sappi, figlia mia, che Satana regna nei più alti posti. Quando Satana giungerà alla sommità della Chiesa, sappiate che allora riuscirà a sedurre gli spiriti dei grandi scienziati e quello sarà il momento che essi intervengono con armi potentissime che è possibile distruggere gran parte dell’umanità…”

13 Agosto 1951, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“Se il diavolo potesse, ti brucerebbe il Manoscritto. Attenta! Egli sopporta male il desiderio che ha il Signore di voler rovesciare sul mondo le cateratte di una più abbondante Misericordia e s’impegnerà fra Dio e il demonio una lotta tremenda che farà pensare a ciò che si è predetto sull’Anticristo. Però non è l’Anticristo. Questo tempo è molto lontano! Dio non distruggerà il mondo, ma lo rinnoverà ed in questa lotta debbono molto impegnarsi i buoni…”

26 marzo 1968, messaggio a Suor N.N, Italia [x]

“Attualmente Satana… è convinto di avere la vittoria in pugno. Perciò non senza drammatiche e orribili convulsioni mollerà la sua preda, l’umanità contagiata dal suo male che è la superbia e la presunzione… La battaglia ora in atto è la più grande, dopo quella combattuta da S. Michele e dalle sue schiere contro le potenze ribelli. Molte, grandi battaglie si sono combattute nei secoli, ma nessuna di esse è paragonabile alla presente nella quale sono coinvolte nazioni e popoli di tutto il mondo.”

2 novembre 1975, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [u]

“Pregate molto (per i sacerdoti) perché Satana sta penetrando in profondità nella Santa Chiesa… Figli miei, Satana…cercherà di distruggere la Chiesa, ma i suoi tentativi saranno vani se vi convertirete…”

Messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [c]

“…devi sapere che satana esiste; un giorno si è presentato davanti al trono di Dio e ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo. Dio gli ha permesso di metterla alla prova per un secolo. Questo secolo è sotto il potere del demonio, ma quando saranno compiuti i segreti che vi sono stati affidati, il suo potere verrà distrutto. Già ora egli comincia a perdere il suo potere ed è diventato aggressivo: distrugge i matrimoni, solleva discordie tra preti, crea ossessioni, assassinii. Dovete proteggervi con la preghiera e con il digiuno; soprattutto con la preghiera comunitaria. Portate con voi dei simboli benedetti. Metteteli nelle vostre case, riprendete l’uso dell’acqua benedetta”

1982, messaggio della Madonna a Mirjana, uno dei veggenti di Medjugorje [n, c]

“…In modo speciale ora che Satana è libero dalle catene, io vi invito a consacrarvi al mio Cuore e al Cuore di mio Figlio…”

1 gennaio 2001, messaggio della Madonna a Marija, uno dei veggenti di Medjugorje

“Satana si sta impadronendo di tutta l’umanità, e ora sta cercando di distruggere la Chiesa di Dio tramite molti sacerdoti. Non permettetelo! Aiutate il Santo Padre! Satana sa che il suo tempo sta per finire, perché mio Figlio Gesù sta per intervenire. Vi prego aiutatemi non fate intervenire mio figlio Gesù, perché io, vostra Madre, voglio salvare tantissime anime e portarle da mio figlio e non lasciarle a Satana […]”

30 luglio 1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

“Figli miei, le tenebre di Satana stanno oscurando ormai tutto il mondo e stanno oscurando anche la Chiesa di Dio. Preparatevi a vivere quanto io avevo svelato alle mie piccole figlie di Fatima […] Cari figli dopo i dolorosi anni di tenebre di Satana, ora sono imminenti gli anni del trionfo del mio Cuore Immacolato.”

1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

2. Le profezie che descrivono la condizione spirituale e morale del mondo prima dell’Era di Pace. La crisi della Chiesa: corruzione, eresie, apostasia

Queste profezie illustrano i mali e i peccati a causa dei quali Dio manderà la purificazione e il Castigo (prima dell’Era di Pace). Come si vedrà, la consonanza fra queste profezie e la situazione spirituale e morale di oggi, pone chiaramente in luce che esse si riferiscono al nostro tempo.

“Oh figli miei, non lasciatevi condurre sulla cattiva strada dalle innovazioni… Rimanete sempre sulla stessa strada, sugli stessi sentieri percorsi dai vostri padri. Preservate e mantenete ciò che vi è stato insegnato. Sarà abbastanza se resisterete agli attacchi, alle tempeste e agli uragani che sorgeranno con grande violenza.

La Chiesa sarà punita perché la maggioranza dei suoi membri, in alto e in basso, si pervertiranno. La Chiesa affonderà sempre di più finché alla fine sembrerà essersi estinta, e la successione di Pietro e degli altri Apostoli sembrerà conclusa.

Ma, dopo questo, sarà vittoriosamente esaltata alla vista di tutti i dubbiosi.”

XV secolo, profezia di San Nicola di Flue [a, f, o]

“Durante questo periodo molti uomini abuseranno della libertà di coscienza che gli è stata concessa. E’ di tali uomini che Giuda l’apostolo parlava quando disse: «Costoro bestemmiano tutto ciò che ignorano; ed essi corrompono tutto ciò che essi conoscono per mezzo dei sensi, come animali senza ragione. Siedono insieme a mensa senza ritegno, pascendo se stessi; sono sobillatori pieni di acredine, che agiscono secondo le loro passioni; la loro bocca proferisce parole orgogliose e adùlano le persone per motivi interessati; provocano divisioni, gente materiale, privi dello Spirito».

Durante questo periodo infelice, ci sarà rilassatezza nei precetti divini e umani. La disciplina ne soffrirà. I Sacri Canoni saranno completamente ignorati, e il Clero non rispetterà le leggi della Chiesa. Tutti si lasceranno trasportare e saranno indotti a credere e a fare ciò che più gli aggrada, secondo le esigenze della carne.

Metteranno in ridicolo la semplicità cristiana; la considereranno follia e assurdità, ma avranno il più grande riguardo per la conoscenza avanzata, e per l’abilità di offuscare gli assiomi della legge, i precetti morali, i Sacri Canoni e i dogmi religiosi con obiezioni insensate e argomentazioni elaborate. In conseguenza di ciò, nessun principio – per quanto santo, autentico, antico e sicuro possa essere – resterà scevro da censure, critica, false interpretazioni, modifiche e limitazioni fatte dagli uomini.”

Profezia del XVII secolo, Ven. Bartolomeo Holzhauser [f]

“…Questi sono i tempi cattivi…l’eresia è dappertutto, e i seguaci dell’eresia sono al potere quasi dappertutto. Vescovi, prelati e sacerdoti dicono che stanno facendo il loro dovere, che sono vigili e che vivono come si conviene al loro stato in vita. In tal modo, perciò, tutti loro cercano scuse. Ma Dio consentirà un grande male contro la Sua Chiesa: gli eretici e i tiranni verranno improvvisamente e inaspettatamente; irromperanno nella Chiesa mentre vescovi, prelati e sacerdoti sono addormentati. Entreranno in Italia e devasteranno Roma; bruceranno le chiese e distruggeranno tutto…”

Profezia del XVII secolo, Ven. Bartolomeo Holzhauser [a, f, o]

La Madonna descrive così a Madre Mariana i mali del ventesimo secolo: “…Durante questo periodo, poiché in questo povero paese [l’Ecuador; N.d.R.] mancherà lo spirito Cristiano, il Sacramento dell’Estrema Unzione sarà poco considerato. Molte persone moriranno senza riceverlo – sia a causa della negligenza delle loro famiglie o per i loro falsi sentimenti che cercano di proteggere gli ammalati dal vedere la gravità della loro situazione, oppure perché si ribelleranno contro lo spirito della Chiesa Cattolica, spinti dalla malizia del diavolo. Così molte anime saranno private di innumerevoli grazie, consolazioni e della forza di cui hanno bisogno per fare il grande salto dal tempo all’eternità…

Come per il Sacramento del Matrimonio, che simboleggia l’unione di Cristo con la Sua Chiesa, esso verrà attaccato e profanato nel pieno senso della parola.

La massoneria, che in quel tempo sarà al potere, emanerà leggi inique con l’obbiettivo di abolire questo Sacramento, rendendo facile per tutti vivere nel peccato, incoraggiando la procreazione di figli illegittimi nati senza la benedizione della Chiesa. Lo spirito cristiano verrà meno rapidamente, spegnendo la preziosa luce della Fede finché non si arriverà al punto che ci sarà una quasi totale e generale degenerazione dei costumi…

Aumenteranno gli effetti dell’educazione secolare, che sarà una delle ragioni della mancanza di vocazioni sacerdotali e religiose…Il Sacro Sacramento dei Santi Ordini sarà deriso, oppresso e disprezzato…Il demonio cercherà di perseguitare i Ministri del Signore in ogni maniera possibile e agirà con crudele e sottile astuzia per sviarli dallo spirito delle loro vocazioni, corrompendo molti di loro. Questi sacerdoti corrotti, che saranno motivo di scandalo per i cristiani, faranno sì che l’odio dei cattivi cristiani e dei nemici della Chiesa Cattolica e Apostolica Romana ricada su tutti i sacerdoti…

Questo apparente trionfo di Satana porterà enormi sofferenze ai buoni Pastori della Chiesa… Non ci sarà quasi più innocenza nei bambini, né pudicizia nelle donne, e in questo momento di grande miseria della Chiesa quelli che dovrebbero parlare rimarranno in silenzio.

Ma Sappi, amata figlia, che quando nel ventesimo secolo il tuo nome sarà fatto conoscere, ci saranno molti che non crederanno, affermando che questa devozione non è gradita a Dio…

Il Clero secolare lascerà molto a desiderare perché i sacerdoti diventeranno negligenti nei loro sacri doveri. Non avendo la bussola divina essi si allontaneranno dalla strada tracciata da Dio per i ministero sacerdotale e saranno attaccati ai beni e alle ricchezze…Quanto soffrirà la Chiesa durante questa notte buia! Mancando un Prelato e Padre che li guidi con amore paterno, dolcezza, fortezza, saggezza e prudenza, molti sacerdoti perderanno il loro spirito, ponendo le proprie anime in grande pericolo. Questo segnerà l’arrivo della Mia ora”

XVII secolo, messaggio della Madonna a Madre Mariana de Jesus Torres, Quito Ecuador [j, o]

“Ciò che è più doloroso è che [nel ventesimo secolo] persino il clero secolare lascerà molto a desiderare, perché i Ministri dell’Altare avranno dimenticato la loro sublime missione di identificarsi con il Mio Santissimo Figlio attraverso…una preghiera umile, quotidiana e fervente. Essi vivranno solo una vita superficiale dell’anima, senza distaccarsi dalle cose materiali, essendo troppo attaccati alla famiglia e alle ricchezze. Penseranno di poter aspirare alla santità nello stato sacerdotale praticando una o due virtù – senza curarsi di costruire le solide fondamenta di una profonda umiltà, senza la quale non può esserci alcuna virtù.”

XVII secolo, messaggio della Madonna a Madre Mariana de Jesus Torres, Quito Ecuador [j, o]

“Sappi inoltre che la Giustizia Divina manda terribili castighi su intere nazioni, non solo per i peccati della gente ma anche per quelli di sacerdoti e religiosi. Perché questi ultimi sono chiamati, dalla perfezione del loro stato, ad essere il sale della terra, i maestri di verità, e coloro che tengono lontana l’Ira Divina.

Deviando dalla loro missione divina essi si degradano a un punto tale che, agli occhi di Dio, sono proprio loro ad accelerare il rigore dei castighi. Perché separandosi da Me finiscono per vivere solo una vita superficiale dell’anima, e mantenersi distanti da Me non è degno dei Miei Ministri. Con la loro freddezza e mancanza di fiducia agiscono come se per loro fossi un estraneo.”

XVII secolo, messaggio di Gesù a Madre Mariana de Jesus Torres, Quito Ecuador [j, o]

“Ho visto nella luce del Signore che la fede e la nostra santa Religione si sarebbero indebolite in quasi ogni regno cristiano…

I densi fumi che ho visto salire dalla terra e oscurare la luce del sole, sono le false massime dell’irreligione e le licenze che stanno confondendo i sani principi e stanno spargendo dappertutto delle tenebre tali da oscurare la fede e la ragione…

Dio mi ha manifestato la malizia di Lucifero e le intenzioni perverse e diaboliche dei suoi complici contro la Santa Chiesa di Gesù Cristo. Al comando del loro padrone questi uomini malvagi hanno attraversato il mondo come furie per preparare la via e la sede per l’Anticristo, il cui regno si sta avvicinando. Con il soffio corrotto del loro spirito orgoglioso hanno avvelenato le menti degli uomini. Come persone infettate da una pestilenza, essi si sono trasmessi a vicenda il male, e il contagio è divenuto generale.”

Profezia del XVIII secolo di Suor della Natività, Fougères Francia [a, f]

“Quando il vescovo di Roma assumerà due nomi [il riferimento sembrerebbe riguardare Giovanni Paolo II; N.d.R.] un impero sarà prossimo a crollare: quello della bestemmia [l’Unione Sovietica?; N.d.R.]. Ma sarebbe follia esultare di gioia, perché non sarà la fine ma l’inizio dei dolori…I cristiani saranno numerosi, ma avranno dimenticato la legge cristiana e la loro fede sarà di parole. Ai patriarchi, al vescovo di Roma che bagnerà la terra con il suo sangue, il Cielo affiderà il compito di riportare la Chiesa alle origini. Sarà questo il momento di abbandonare i palazzi per ritornare nell’umiltà, nella pace delle catacombe, di rivivere la Chiesa dei martiri della fede…”

XVIII secolo, profezia del monaco Basilio di Kronstadt, San Pietroburgo [h]

Note:
Papa Giovanni Paolo I e Papa Giovanni Paolo II sono gli unici pontefici della storia ad aver assunto due nomi. Sono stati eletti entrambi nel 1978. Giovanni Paolo I, eletto il 26 agosto, è durato in carica solo 33 giorni.

“Quando si compiranno quelle cose che produrranno il trionfo della Chiesa, regnerà sulla terra una tale confusione che la gente penserà che Dio abbia permesso loro di avere una propria volontà contraria e che la provvidenza di Dio non si preoccupa del mondo. La confusione sarà così generalizzata che gli uomini non saranno capaci di pensare in modo giusto, come se Dio avesse privato completamente l’umanità della Sua Provvidenza…”

XVIII secolo, profezia di Padre Nectou [a, f, o]

“…ad un tratto mi fu mostrato il mondo; questo lo vedevo tutto in rivolta, senza ordine, senza giustizia, i sette vizi capitali si portavano in trionfo, e per tutto vedevo che regnava l’ingiustizia, la frode, il libertinaggio e ogni sorta di iniquità.

Il popolo mal costumato, senza fede, senza carità, ma tutti immersi nelle crapule e nelle perverse massime della moderna filosofia.

Mio Dio! qual pena provava il povero mio spirito nel vedere che tutti quei popoli avevano la fisionomia più da bestie che uomini.

Oh che orrore il mio spirito ne aveva di tutti questi uomini così sformati per il vizio! […] Oh quanto si affliggeva il mio povero cuore, quante lacrime versavo nel vedere tante iniquità!

Ma ecco che in un momento il mondo cambiava scena. Ecco lo sdegno di Dio, che ad un tratto circondava tutto il mondo, facendo provare a quei mal costumati popoli il rigore della sua giustissima e rettissima giustizia. […] Ma di nuovo tornai a riabbassare lo sguardo nel mondo, e vedo i grandi travagli che da ogni lato lo circondavano. Tutte le cose sensibili che appaiono sopra la terra le vedevo senza ordine, senza armonia, ma tutto era in rivolta, tutto era confuso. L’ordine della natura era tutto sconvolto. Il solo mirare la terra dimostrava lo sdegno di Dio. In un momento tutto il mondo era in una grandissima desolazione.

Oh quante grida, quante lacrime e quanti sospiri da flebili voci si sentivano risuonare in quel teatro di mestizia. Vedevo poi in mezzo a tanta iniqua gente, un demonio tanto brutto che scorreva il mondo con tanta superbia e alterigia. Costui teneva gli uomini in una penosa schiavitù, con orgoglioso impero voleva che tutti gli uomini fossero a lui soggetti, rinunziando la fede di Gesù Cristo, con l’inosservanza dei suoi santi comandamenti, dandosi in preda al libertinaggio e alle perverse massime del mondo, adottando la vana e falsa filosofia dei nostri moderni e falsi cristiani.

Oh, miseria grande, veramente da deplorarsi con infinite lacrime!

Vedere che dietro a queste false massime correvano pazzamente ogni sorta di persone, di ogni ceto, di ogni età, non solo secolari, ma ancora ecclesiastici di ogni dignità, tanto secolare che regolare.

In questo stato così deplorevole il mio povero spirito amaramente piangeva, e tutto si conturbava nel vedere tanto oltraggiato un Dio che è la stessa bontà, che merita di essere amato, vederlo tradito e oltraggiato.”

XIX secolo, visione della Beata Elisabetta Canori Mora [i]

“Vidi una strana chiesa che veniva costruita contro ogni regola… Non c’erano angeli a vigilare sulle operazioni di costruzione. In quella chiesa non c’era niente che venisse dall’alto… C’erano solo divisioni e caos. Si tratta probabilmente di una chiesa di umana creazione, che segue l’ultima moda…” (12 settembre 1820)

“Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa. L’ho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella città [di Roma]. Il clero locale diventava tiepido, e vidi una grande oscurità…” (13 maggio 1820)

“Vidi ancora una volta che la Chiesa di Pietro era minata da un piano elaborato dalla setta segreta, mentre le bufere la stavano danneggiando…”

“Ho visto di nuovo la strana grande chiesa che veniva costruita là [a Roma]. Non c’era niente di santo in essa. Ho visto questo proprio come ho visto un movimento guidato da ecclesiastici a cui contribuivano angeli, santi ed altri cristiani. Ma là [nella strana chiesa] tutto il lavoro veniva fatto meccanicamente. Tutto veniva fatto secondo la ragione umana… Ho visto ogni genere di persone, cose, dottrine ed opinioni.”

“Vidi cose deplorevoli: stavano giocando d’azzardo, bevendo e parlando in chiesa; stavano anche corteggiando le donne. Ogni sorta di abomini venivano perpetrati là. I sacerdoti permettevano tutto e dicevano la Messa con molta irriverenza. Vidi che pochi di loro erano ancora pii, e solo pochi avevano una sana visione delle cose. Vidi anche degli ebrei che si trovavano sotto il portico della chiesa. Tutte queste cose mi diedero tanta tristezza.” (27 settembre 1820)

“La Chiesa si trova in grande pericolo. Dobbiamo pregare affinché il Papa non lasci Roma; ne risulterebbero innumerevoli mali se lo facesse. Ora stanno pretendendo qualcosa da lui. La dottrina protestante e quella dei greci scismatici devono diffondersi dappertutto. Ora vedo che in questo luogo la Chiesa viene minata in maniera così astuta che rimangono a mala pena un centinaio di sacerdoti che non siano stati ingannati. Tutti loro lavorano alla distruzione, persino il clero…” (1 ottobre 1820)

“Quando vidi la Chiesa di San Pietro in rovina, e il modo in cui tanti membri del clero erano essi stessi impegnati in quest’opera di distruzione – nessuno di loro desiderava farlo apertamente davanti agli altri -, ero talmente dispiaciuta che chiamai Gesù con tutta la mia forza, implorando la Sua misericordia. Allora vidi davanti a me lo Sposo Celeste ed Egli mi parlò per lungo tempo…

Egli disse, fra le altre cose, che … anche se rimanesse un solo cattolico, la Chiesa vincerebbe di nuovo perché non si fonda sui consigli e sull’intelligenza umani. Mi fece anche vedere che non era rimasto quasi nessun cristiano, nell’antico significato della parola.” (4 ottobre 1820)

“Fra le cose più strane che vidi, vi erano delle lunghe processioni di vescovi. Mi vennero fatti conoscere i loro pensieri e le loro parole attraverso immagini che uscivano dalle loro bocche. Le loro colpe verso la religione venivano mostrate attraverso delle deformità esterne. Alcuni avevano solo un corpo, con una nube scura al posto della testa. Altri avevano solo una testa, i loro corpi e i cuori erano come densi vapori. Alcuni erano zoppi; altri erano paralitici; altri ancora dormivano oppure barcollavano.” (1 giugno 1820)

“Quelli che vidi credo che fossero quasi tutti i vescovi del mondo, ma solo un piccolo numero era perfettamente retto. Vidi anche il Santo Padre – assorto nella preghiera e timoroso di Dio. Non c’era niente che lasciasse a desiderare nella sua apparenza, ma era indebolito dall’età avanzata e da molte sofferenze. La testa pendeva da una parte all’altra, e cadeva sul petto come se si stesse addormentando. Egli aveva spesso svenimenti e sembrava che stesse morendo. Ma quando pregava era spesso confortato da apparizioni dal Cielo. In quel momento la sua testa era dritta, ma non appena la faceva cadere sul petto vedevo un certo numero di persone che guardavano rapidamente a destra e a sinistra, cioè in direzione del mondo.

Poi vidi che tutto ciò che riguardava il Protestantesimo stava prendendo gradualmente il sopravvento e la religione cattolica stava precipitando in una completa decadenza. La maggior parte dei sacerdoti erano attratti dalle dottrine seducenti ma false di giovani insegnanti, e tutti loro contribuivano all’opera di distruzione.

In quei giorni, la Fede cadrà molto in basso, e sarà preservata solo in alcuni posti, in poche case e in poche famiglie che Dio ha protetto dai disastri e dalle guerre.” (1820)

“Vedo molti ecclesiastici che sono stati scomunicati e che non sembrano curarsene, e tantomeno sembrano averne coscienza. Eppure, essi vengono scomunicati quando cooperano (sic) con imprese, entrano in associazioni e abbracciano opinioni su cui è stato lanciato un anatema. Si può vedere come Dio ratifichi i decreti, gli ordini e le interdizioni emanate dal Capo della Chiesa e li mantenga in vigore anche se gli uomini non mostrano interesse per essi, li rifiutano o se ne burlano.” (1820-1821)

“Vidi molto chiaramente gli errori, le aberrazioni e gli innumerevoli peccati degli uomini. Vidi la follia e la malvagità delle loro azioni, contro ogni verità e ogni ragione. Fra questi c’erano dei sacerdoti e io con piacere sopportavo le mie sofferenze affinché essi potessero ritornare ad un animo migliore.” (22 marzo 1820)

“Ho avuto un’altra visione della grande tribolazione. Mi sembrava che si pretendesse dal clero una concessione che non poteva essere accordata. Vidi molti sacerdoti anziani, specialmente uno, che piangevano amaramente. Anche alcuni più giovani stavano piangendo. Ma altri, e i tiepidi erano fra questi, facevano senza alcuna obiezione ciò che gli veniva chiesto. Era come se la gente si stesse dividendo in due fazioni.” (12 aprile 1820)

“Vidi che molti pastori si erano fatti coinvolgere in idee che erano pericolose per la Chiesa. Stavano costruendo una Chiesa grande, strana, e stravagante. Tutti dovevano essere ammessi in essa per essere uniti ed avere uguali diritti: evangelici, cattolici e sette di ogni denominazione. Così doveva essere la nuova Chiesa… Ma Dio aveva altri progetti.” (22 aprile 1823)

1820-1823, profezie della Beata Anna Caterina Emmerich [f, o]

“Ancora una volta i pazzi sembrano aver preso il sopravvento! Essi si fanno beffe di Dio… I malvagi cercano di distruggere tutto; i loro libri e le loro dottrine stanno invadendo il mondo. Ma il giorno della giustizia è arrivato. Ecco il vostro Re; egli avanza fra la confusione di quei giorni tempestosi. Tempi orribili! Cadono sia il giusto che il malvagio!…Tutte queste cose si compiranno una volta che i malvagi saranno riusciti a diffondere un gran numero di libri cattivi.”

XIX secolo, profezia di Suor Bertina Bouquillon, Francia [f, o]

Nel 1884 Papa Leone XIII, mentre celebrava la Messa, ebbe una visione che riguardava il futuro della Chiesa. Si trattava di un dialogo tra Nostro Signore e Satana nel quale quest’ultimo affermava con orgoglio di poter distruggere la Chiesa e chiedeva 75 o 100 anni e un maggior potere su coloro che si mettevano al suo servizio. Gesù acconsentì alle richieste di Satana e gli concesse circa un secolo durante il quale avrebbe avuto libertà di esercitare pienamente il potere che chiedeva.

13 Ottobre 1884, Visione di Papa Leone XIII [c]

“[…] ne vedo entrare molti in questa religione che farà tremare la terra […] Vedo entrarvi anche dei vescovi. Li vedo camminare, a testa alta, nel cuore non hanno alcun pensiero per Me e per le altre anime che piangono nella desolazione. Vedendo questi vescovi, molti, molti e al loro seguito tutto il gregge, l’intero gregge, e senza esitazione si precipitano nella dannazione e nell’inferno, il Mio Cuore è ferito a morte come al tempo della Mia Passione…

Il mio dolore è più grande poiché allora era motivo di salvezza delle anime, di tutte le anime… oggi ne vedo più della metà perdersi… Ne restano così poche che, se ve ne dicessi il numero, il vostri cuori sarebbero inconsolabili […]

Questa religione abbraccia tutti… si estenderà ovunque! Diventerà oggetto d’onore per la maggior parte del mio popolo! I bambini non avranno l’onore di assaporare le delizie della Fede della Chiesa. Tutta la gioventù sarà ingannata […] Perderò, per la terra, molti sacerdoti, i più fedeli moriranno nella Fede – piuttosto che entrare in questa infame religione.”

XIX-XX secolo, messaggio di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [y]

“Quasi tutta la Francia sarà diventata «Maometto» e senza religione.”

XIX-XX secolo, messaggio di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [y]

“Ora vengo Io stesso in questa ultima ora per ammonire il mondo. I tempi sono gravi. Facciano penitenza gli uomini per i loro peccati. Allontanatevi sinceramente dal male e pregate, pregate molto, perché l’ira di Dio si plachi. Recitate frequentemente il Santo Rosario, quella preghiera che può così tanto davanti a Dio. Meno divertimenti e passatempi…Gli uomini non ascoltano la Mia voce; chiudono le orecchie, resistono alla grazia e rifiutano la Mia misericordia, il Mio amore e i Miei meriti. Il mondo è peggiore che ai tempi del diluvio; agonizza nel pantano della colpa; l’odio e la cupidigia riempiono il cuore degli uomini. Tutto ciò è opera di Satana. Il mondo giace in dense tenebre. Questa generazione meriterebbe di essere annientata, ma solo per amore dei giusti lascerò che trionfi la Mia misericordia.”

1945, messaggio di Gesù alle veggenti di Heede, Germania [o]

La Madonna mostra a Bruno Cornacchiola per terra un drappo nero, una veste talare da prete e sopra di essa una croce spezzata in più punti: “Questo è il segno che la Chiesa soffrirà, sarà perseguitata, spezzata; questo è il segno che i miei figli si spoglieranno…”, spiega la Madonna. Aggiunge il veggente: “Poi la Madonna mi parla di ciò che sta avvenendo nel mondo, di quello che succederà nell’avvenire, come va la Chiesa, come va la fede e che gli uomini non crederanno più.”

12 aprile 1947, messaggio della Madonna a Bruno Cornacchiola, Tre Fontane [b2]

“…la scienza rinnegherà Dio”.

12 aprile 1947, messaggio della Madonna a Bruno Cornacchiola, Tre Fontane [b2]

“…ho detto: il mondo va incontro alla corruzione… Ti rendi conto, Roma, di come tutto viene minato alle basi? Trascorreranno gli anni, ma quanti più anni passeranno, tanto minore sarà la fede. Quanti più anni passeranno, tanto maggiore sarà l’apostasia. La Signora di tutti i Popoli sta qui e dice: io voglio e posso aiutarli.”

15 agosto 1951, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman, Amsterdam

“Vedo le pecore correre confusamente intorno al mondo, e molte fuggono. La Signora me lo indica e dice: «Lo vedi? La Chiesa – le pecore – si sono sparpagliate, ed altre ancora fuggiranno, ma la Signora di tutti i Popoli le riunirà in un unico gregge».”

19 marzo 1952, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman, Amsterdam

“Il mondo è sprofondato in una corruzione strabocchevole…Quelli che governano si sono resi veri demoni incarnati, e mentre parlano di pace, preparano le armi più micidiali… per distruggere popoli e nazioni.”

16 aprile 1954, messaggio di Gesù alla Beata Elena Aiello, Calabria [m, o]

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 2 aprile 1976.

“Essi sono diventati così ingrati verso il Mio Sacro Cuore e abusando delle mie grazie hanno trasformato il mondo in una scena di delitti. Innumerevoli scandali portano le anime alla rovina, specialmente le anime della gioventù. Essi si sono dati senza ritegno ai piaceri del mondo che sono degenerati in perversioni.

Il cattivo esempio dei genitori produce nelle famiglie scandali e infedeltà anziché la pratica della virtù e della preghiera. La casa, fonte di fede e santità, viene macchiata e distrutta. La caparbietà degli uomini non cambia ed essi testardamente vanno avanti nei loro peccati. I castighi e le afflizioni che Dio manda per farli diventare ragionevoli sono severi ma gli uomini sono furiosi come bestie ferite e induriscono i loro cuori contro la grazia di Dio… Le persone non si sottomettono alla Chiesa e disprezzano i sacerdoti perché fra di loro ce ne sono tanti che sono motivo di scandalo.

Ascolta bene ciò che ti dico e annuncialo a tutti. Il mio cuore è rattristato dalle molte afflizioni che minacciano il mondo. La giustizia del nostro Padre Celeste è gravemente offesa. Gli uomini continuano a vivere ostinatamente nei loro peccati.”

1954, messaggio di Gesù alla Beata Elena Aiello, Calabria [o]

“…saranno gli uomini stessi con le loro mani a distruggere questa loro civiltà della materia, delle cose materiali, ignorando che la vera civiltà non è delle cose materiali, ma dello spirito immortale; non sarà a Me che dovranno imputare lo sfacelo della loro nauseante civiltà pagana che li sta portando all’estrema rovina, alle violenze brutali, all’esaltazione del delitto, alla legalizzazione del delitto, vedi l’aborto, presentato come conquista sociale… non a Me figlio, non a Me, ma solo alla loro insipienza si dovrà l’ora tremenda della purificazione.

La Chiesa, rinata a novella vita non trescherà più col perfido materialismo, decantato ed esaltato con coro unanime con tutti i mezzi di comunicazione, stampa, radio, cinema, teatro, come una pseudo arte senza ispirazione e con altri mille modi, questa civiltà pagana, definita anche civiltà del consumo, tutto ha dissacrato, tutto ha sconvolto, tutto ha profanato e violato, la natura, le sue leggi invariabili, mari, fiumi, laghi, tutto ha inquinato ed avvelenato, ha rotto questa civiltà della materia l’armonia del mondo dello spirito e infranto l’equilibrio del mondo fisico.” (3 dicembre 1977)

“La frana dottrinale è in atto e sta sempre più precipitando verso il basso coinvolgendo nella sua caduta tutto il Patrimonio della Rivelazione, sacro Deposito consegnato da Dio stesso alla Chiesa per l’umanità… Ogni uomo si atteggia a maestro negando l’autenticità dell’Unico, solo, vero e grande Maestro che sono Io Gesù…” (16 novembre 1978)

“… [il materialismo] ha permeato anche le strutture della Chiesa in altre forme ma sempre velenose e mortali, per cui i Sacerdoti impregnati di ideologie materialiste è come se avessero cambiato natura, infatti con la massima facilità assolvono tutto e tutti… Molti Sacerdoti hanno disertato; molti hanno deviato molti sono immobili nella loro vita sacerdotale perché le realtà mondane in cui si sono immersi hanno fatto perdere al loro sguardo il vero motivo del loro sacerdozio e della loro vocazione…” (17 novembre 1978)

“…oggi per molti miei Ministri non c’è più peccato; dare la vita o toglierla è la stessa cosa! Molti miei Ministri comunistizzanti assidui e attenti lettori di periodici e giornali marxisti la pensano sostanzialmente così, e anche qualche Vescovo la pensa così. Per costoro è lecito perfino la legalizzazione della strage di milioni di innocenti… ma questo grida vendetta al cospetto di Dio…” (15 novembre 1978)

“…non sono da considerarsi chiesa i tanti presuntuosi Teologi che si sono fatti promotori di dottrine insane rigurgitanti di errori e di vere e proprie eresie; non sono neppure da considerarsi chiesa tanti Pastori che indipendentemente dal Mio Vicario diffondono principi contrari alla Rivelazione” (7 dicembre 1978)

“Se oggi alcuni Vescovi e Sacerdoti non riescono a percepire questa situazione, è un altro terribile segno del come vanno le cose. Questo ben lo vede invece il mio Vicario! Encicliche e richiami, segnalazioni ed allarmi non sono mai mancati, ma troppe volte sono rimasti lettera morta ed il male si è ingigantito.” (7 giugno 1976)

“La Chiesa non potrà mai totalmente morire o inaridire. Questo è garantito dalle mie parole esplicite; nessuno può dubitarne. È garantito ancora dalla presenza dello Spirito Santo; anche oggi, fra il sudiciume dei cadaveri che la ricoprono, non mancano le anime buone, veramente sante, a cui va il riconoscimento di contribuire alla circolazione della vita divina.” (22 gennaio 1976)

“I Depositari della Verità sono il Mio Vicario e i Vescovi uniti… con Lui in una profonda comunione di Fede e d’Amore; a loro il compito di essere Luce e Maestri di Verità.” (7 dicembre 1978)

Messaggi di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [u]

“Il mondo deve migliorare…Se la gente migliorasse e pregasse, Dio salverebbe l’Irlanda…La gente deve pregare di più. La gente deve andare di più a Messa e ricevere Mio Figlio più spesso. Voglio che la gente creda. Il mondo ha dieci anni per migliorare, deve migliorare dieci volte”

20 Agosto 1985, messaggio della Madonna nelle apparizioni di Melleray, Irlanda

“Caro figlio, vi sto dando una dolorosa notizia. Satana si sta impadronendo di tutta l’umanità, e ora sta cercando di distruggere la Chiesa di Dio tramite molti sacerdoti. Non permettetelo! Aiutate il Santo Padre!”

30 luglio 1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

“Figli miei, le tenebre di Satana stanno oscurando ormai tutto il mondo e stanno oscurando anche la Chiesa di Dio. Preparatevi a vivere quanto io avevo svelato alle mie piccole figlie di Fatima”

1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

“A Roma le tenebre stanno scendendo sempre di più sulla roccia che mio figlio Gesù vi ha lasciato per edificare, educare e far crescere spiritualmente i suoi figli”

1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

“…gli uomini continuano ad accumulare iniquità e, come risultato, maggiori castighi per l’umanità…

Io voglio liberare l’uomo da un’infinità di mali. Ma fra il rumore dei vostri affanni materiali, delle vostre preoccupazioni terrene, dei vostri godimenti effimeri, delle vostre malvagità, odi e rancori…non sentite la voce che vi indica la strada per evitare i mali che cadranno – seguitando nella vostra sordità – inevitabilmente sul mondo…

La strada che sta seguendo l’umanità porta diritta al suo sterminio… Se ti fosse permesso di contemplare per un istante, ti stupiresti del fetore di certi peccati che si commettono con il proposito deliberato di offendermi. L’orrore dei crimini che commettono gli uomini, creando bimbi per ucciderli, utilizzando la loro vita come chi utilizza un pezzo di cuoio per rammendarne un altro pezzo… La grandezza delle offese che si fanno alla Divinità, le cose blasfeme e i sacrilegi che si dicono e si fanno contro di Essa. Anche fra i Miei esiste questa orribile confusione.

…seguono unicamente la voce dei loro appetiti, adattando la loro vita e la loro coscienza a quella delle loro passioni. Come posso restare fra coloro che, lasciando da parte la Mia parola perché è difficile, continuano solo a seguire quella della propria superbia?…

Il deicidio costante che l’uomo commette nella sua superbia e malvagità, prepara la sua condanna eterna. L’umanità sta attraversando la crisi decisiva della sua storia.

Lontano da me, la maggior parte delle nazioni si consegnano alla Bestia, perché questa – aborto di natura di Satana – lusinga gli uomini come in principio: facendogli credere che, liberi dall’ostacolo dei comandamenti, possono agire liberamente, con la prospettiva di diventare essi stessi degli dei.

Accecati dall’abbaglio di questo potere onnipotente… agiscono tirannicamente soggiogando l’indifeso e l’innocente, commettendo ogni sorta di crudeltà e ingiustizie; senza pensare che, per realizzare impunemente tutto questo, non dovrebbe esistere Dio ed essi dovrebbero essere onnipotenti e immortali…”

9 gennaio 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [p]

3. Prove e tribolazioni per l’Italia

“…gli eretici e i tiranni verranno improvvisamente e inaspettatamente… Entreranno in Italia e devasteranno Roma; bruceranno le chiese e distruggeranno tutto…”

Profezia del XVII secolo, Ven. Bartolomeo Holzhauser [a, f, o]

“Tutti gli ecclesiastici, secolari e regolari, saranno spogliati dei loro averi e di ogni genere di proprietà, e saranno obbligati a mendicare dai laici il loro cibo e tutto il necessario per il loro sostentamento e per il culto di Dio. Durante queste calamità il Papa morirà. Per la morte del Supremo Pontefice, la Chiesa sarà ridotta alla più penosa anarchia… In questo periodo in Italia verrà sparso molto sangue umano e molte città, cittadine di provincia e castelli saranno portati alla rovina con la morte di molte migliaia di persone…”

XVIII secolo, profezia di un padre cappuccino [a, f, m, o]

“Quando tutti pensano che la pace sia assicurata, quando tutti meno se l’aspettano, il grande evento avrà inizio. La rivoluzione esploderà in Italia, quasi nello stesso momento che in Francia. Per un po’ di tempo la Chiesa sarà senza un Papa. Anche l’Inghilterra avrà molto da soffrire…”

Profezia del XIX secolo, l’Estatica di Tours [f, o]

“I monaci dovranno lasciare i loro monasteri e le suore saranno cacciate dai loro conventi, specialmente in Italia…La Santa Chiesa sarà perseguitata…A meno che le persone con le loro preghiere non ottengano il perdono, verrà il tempo che vedranno la spada e la morte, e Roma sarà senza un pastore…”

XIX secolo, profezia della Ven. Madre Agnese Steiner [a]

“…figlia Mia, sono pronti i flagelli che il Padre ha diretto sull’Italia e solo le anime che si offrono vittime possono centrare in pieno il cuore di Mio Figlio e fermare l’ira del Padre…”

Ottobre 1951, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“…l’Italia sarà travagliata da una grande rivoluzione e il Papa dovrà molto soffrire.”

22 Agosto 1960, messaggio alla Beata Elena Aiello, Calabria [m]

“L’Italia sarà salvata in parte per il Papa”

11 Aprile 1952, messaggio alla Beata Elena Aiello, Calabria [m]

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 2 aprile 1976.

“…La Russia marcerà su tutte le nazioni d’Europa; particolarmente sull’Italia, e innalzerà la sua bandiera sulla cupola di San Pietro…”

27 Marzo 1959, messaggio alla Beata Elena Aiello, Calabria [m, o]

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 2 aprile 1976.

“Manifesterò la Mia predilezione per l’Italia, che sarà preservata dal fuoco; ma il cielo si coprirà di densa tenebra e la terra sarà scossa da spaventosi terremoti che apriranno profondi abissi, e verranno distrutte città e province; e tutti grideranno che è la fine del mondo. Anche Roma sarà punita secondo giustizia per i suoi molti e gravi peccati, perché lo scandalo è arrivato al colmo. I buoni però che soffrono e i perseguitati per la giustizia e le anime giuste non devono temere, perché saranno separati dagli empi e dai peccatori ostinati, e saranno salvati!”

1959, messaggio alla Beata Elena Aiello, Calabria [m]

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi (2 marzo 1975 e 2 aprile 1976).

“…la Russia diffonderà i suoi errori su tutte le nazioni, specialmente sull’Italia…La Russia è guidata da Satana perché vuole il dominio assoluto di tutta la terra…”

Venerdì Santo 1961, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria

“…L’Italia, la nazione favorita da Dio! Tutte le sue regioni hanno il sigillo comunista. Essa tradisce il Mio Cuore, trascina le anime giù nella perdizione e perseguita ciecamente i Miei figli che vogliono seguirMi…Non posso più trattenere la Mia mano. Il Padre Eterno ha ripetuto molte volte che molte nazioni spariranno dalla faccia della terra. Le nazioni senza Dio saranno la piaga che punirà l’umanità irriverente e priva di scrupoli.”

11 Ottobre 1987, Appello Divino n. 18 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

Un messaggio identico a quello di Suor Anna Ali, appena proposto (solo la parte finale), è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 12 febbraio 1979.

“La vostra Nazione è in grave pericolo.”

1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

“Consacratevi tutti a me, al mio Cuore Immacolato, e Io proteggerò la vostra Nazione sotto il mio manto ora pieno di grazie”

1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [z]

Continua nella seconda parte con “Calamità, terremoti, inondazioni, epidemie


NOTE

1) In questa pagina, tutte le rivelazioni private nonché i commenti e i resoconti dei mistici e dei veggenti sono riportati in testo normale (non corsivo) e racchiusi tra virgolette. Tutti i nostri commenti, le note e le precisazioni sono state invece riportate in corsivo per distinguerle dalle rivelazioni.

2) Il simbolo indicato qui a lato individua, all’interno di questa pagina, quelle profezie che non possono essere attribuite con la massima certezza al mistico/veggente indicato nelle note e segnala inoltre quelle profezie sulla cui autenticità esiste qualche riserva da parte di alcuni esperti. Pertanto vi invitiamo a considerare i contenuti di queste rivelazioni con una certa cautela e prudenza. Per maggiori informazioni su questi mistici e veggenti vi rimandiamo alla sezione “Cenni storico-biografici“.

3) Il simbolo indica recenti aggiunte o modifiche.

4) Abbreviazioni: N.d.R. nota del redattore; N.d.T. nota del traduttore.

Fonti:

a) “The Prophets And Our Times” di Padre Gerald Culleton, Tan Books;
b) “La Misericordia Divina nella mia anima – Diario della beata Suor Faustina Kowalska”, Libreria Editrice Vaticana;
c) “The Thunder Of Justice” di Ted e Maureen Flynn, MaxKol Communications, Inc; sito Web MaxKol;
d) “The Woman And the Dragon: Apparitions of Mary” David Michael Lindsey, Pelican Publishing Company Inc.;
e) “On the Eucharist – A Divine Appeal”, Newborn Enterprises Lta;
f) “Catholic Prophecy” di Yves Dupont, Tan Books;
g) “La Puerta del Cielo” di Catalina Rivas, The Great Crusade of Love and Mercy, Georgia USA;
h) “Il mistero di San Pietroburgo” di Renzo Baschera, Arnoldo Mondadori Editore;
i) Il Diario della Beata Elisabetta Canori Mora;
j) “La admirable vida de la Madre Mariana de Jesús Torres”, scritto nel XIX secolo dal priore provinciale francescano di Quito, Manuel de Souza Pereira;
k) “Prophecies! the Chastisement and Purification!”, Albert J. Hebert;
l) “Ai sacerdoti, figli prediletti della Madonna”, Movimento Sacerdotale Mariano (N.B.: i brani riportati sono tradotti dall’edizione in inglese);
m) “Viaggio nelle profezie”, di Alessandro Meluzzi, Marsilio Editori;
n) “La vergine appare a Medjugorje?”, René Laurentin, Queriniana 1984;
o) “Trial, Tribulation and Triumph” di Desmond A. Birch, Queenship Publishing;
p) “La Gran Cruzada del Amor” di Catalina Rivas, The Great Crusade of Love and Mercy, Georgia USA;
q) Versione ufficiale del “segreto di Fatima” presentata dalla Santa Sede il 26.06.2000;
r) “betania.com” (sito dedicato alle apparizioni di Betania, non più attivo);
s) “The Dolorous Passion of Our Lord Jesus Christ”, meditazioni di Anna Caterina Emmerich, Benziger Brothers, New York – 1904;
t) “María del Rosario de San Nicolás – Mensajes”, Centro de Difusión del Movimiento Mariano San Nicolás,1997;
u) “Confidenze di Gesù ad un Sacerdote” di Mons. Ottavio Michelini;
v) “Documentos para la ciencia y la fe”, del Dott. Ricardo Castañón Gómez;
w) “Les prophéties et les événements très prochains”, L’Abbé X, B. Bollard et fils, Montréal 1881;
x) “Il gran Messaggio d’Amore” di Suor N.N.;
y) “Les prophéties de La Fraudais” di Padre Pierre Roberdel, Ed. Résiac;
z) “La Madonna di Civitavecchia” di Flavio Uboldi, Ed. Piemme, 2006;
a2) “Potenza Divina d’Amore – Scritti spirituali di Madre Carolina Venturella” di Padre David De Angelis;
b2) “La bella signora delle tre fontane. Storia della Vergine della rivelazione” di Angelo M. Tentori, Paoline Editoriale Libri.

n.b.: le rivelazioni di cui non è indicata la fonte, sono tratte in massima parte da siti web. Consulta a questo proposito la pagina dei links.

PARTE SECONDA

4. Calamità, terremoti, inondazioni, epidemie

“… Prima che la cometa arrivi…la grande nazione nell’oceano che è abitata da popoli di tribù e origini diverse sarà devastata da terremoti, uragani e inondazioni. Sarà divisa e, in gran parte, sommersa…”

XII secolo, profezia di Santa Ildegarda [a, f, o]

“…Il quinto periodo della Chiesa, che iniziò attorno al 1520… Gesù Cristo purificherà il Suo popolo per mezzo di crudeli guerre, carestie, flagelli, epidemie, ed altre terribili calamità… E’ un periodo di defezioni, calamità e sterminio. Quei cristiani che sopravvivranno alla spada, ai flagelli e alla carestia saranno pochi…”

Profezia del XVII secolo, Ven. Bartolomeo Holzhauser [f, o]

“…vedo che la terra sarà scossa in diversi luoghi da spaventosi terremoti. Vedo intere montagne spaccarsi e dividersi con un terribile frastuono. Sarà fortunato chi se la caverà solo con uno spavento; ma no, vedo provenire da queste montagne, mentre si spalancano, turbini di fumo, fuoco, zolfo e catrame che ridurranno in cenere intere città…”

Profezia del XVIII secolo di Suor della Natività, Fougères Francia [f, o]

“Un uomo dal viso pallido fluttuava lentamente al di sopra della terra e, sciogliendo i drappi che avvolgevano la sua spada, li gettò sulle città addormentate, che vennero legate da questi. Questa figura gettò la pestilenza sulla Russia, l’Italia e la Spagna…”

XIX secolo, visione della Beata Anna Caterina Emmerich [a]

“…Prima che la guerra esploda di nuovo…Ci saranno terremoti e segni nel sole. Verso la fine, l’oscurità ricoprirà la Terra…”

Profezia del XIX secolo, l’Estatica di Tours [f, o]

“La terra è molto minacciata, tutti gli elementi si scatenano a tratti per crivellare la terra e circondarla di voragini enormi…”

21 Novembre 1912, messaggio di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia

Subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, alcuni soldati americani chiesero a Teresa Neumann se gli Stati Uniti sarebbero mai stati distrutti o invasi in una guerra. La donna rispose:

“No, ma alla fine di questo secolo l’America sarà distrutta economicamente da una serie di disastri naturali.”

1946, la mistica Teresa Neumann, Konnersreuth Germania [c]

“[la Signora] ha l’aria molto afflitta…«Calamità dopo calamità, catastrofi naturali»; poi vedo la parola «fame» e «caos politico». «Questo non vale soltanto per il tuo paese» – dice [la Signora] – ma per tutto il mondo».”

25 febbraio 1946, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman, Amsterdam

“Nella mia mano si sviluppa un dolore e vedo America ed Europa l’una accanto all’altra. Dopo questo, vedo scritto: «Guerra economica, boicottaggio, crisi monetarie, catastrofi». […]

Quindi vedo delle facce davanti a me (facce gonfie) coperte di spaventose ulcere, come se si trattasse di un qualche tipo di lebbra. Poi divento consapevole di terribili malattie (colera, ecc.)”

26 dicembre 1946, visione di Ida Peerdeman, Amsterdam

“L’ira di Dio è prossima e il mondo sarà travagliato da gran calamità, sanguinose rivoluzioni, forti terremoti, carestie, epidemie e spaventosi uragani, che faranno straripare i fiumi e i mari.”

16 Aprile 1955, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria [m, o]

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 2 aprile 1976.

“…Si prospettano fame, guerre, pestilenze, malattie, alluvioni, incendi, rapine, distruzioni, pianto, morte, se non si ritornerà alla fede dei nostri avi.”

7 ottobre 1967, messaggio a Suor N.N, Italia [w]

“Tutto questo si realizzerà con una violenza mai vista sulla terra, fuoco e acqua saranno come rulli compressori, poi venti, terremoti, alluvioni, fame, sete… compiranno l’opera purificatrice in una umanità prostituitasi come una donna dedita al peccato…”

22 novembre 1978, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [t]

“…L’atmosfera cambierà e causerà grandi calamità sulla terra. Un terribile terremoto…”. Eileen chiede: “Si tratta di San Francisco?”, Dio Padre risponde: “Sarà squarciata e inghiottita. Puoi dare questi avvertimenti agli uomini affinché preghino…”

 28 Febbraio 1982, messaggio di Dio Padre a Eileen George, Worcester (USA) [c]

“…Mio Padre mi sta dicendo [riguardo al cambiamento delle stagioni; N.d.R.] che ora gli scienziati, gli astronomi stanno per rilevarlo. Metteranno in guardia il mondo ma nessuno gli crederà. I terremoti sono orribili. Ho visto grandi, grandi edifici crollare. San Francisco verrà inghiottita. Il terremoto inizierà nel fondo dell’oceano. Mio Padre ha detto che le inondazioni saranno terribili. Non ci sarà modo di contenerle. Abbatteranno edifici, strade e ogni cosa. La guerra nel frattempo sarà in corso e questa renderà le cose ancora peggiori.”

 28 Febbraio 1982, la mistica Eileen George, Worcester (USA) [c]

“…So che non ci punisci, so che hai fatto un’alleanza con noi ma tutto questo che deve venire su di noi mi sembra una cosa terribile: la carestia, i terremoti. Sarà la fine di San Francisco, New York…Non rimarrà nessuno [in queste due città; N.d.R.]…Padre, quando inizierà tutto questo?” – chiede Eileen; Dio padre le risponde: “Fra il 1990 e il 1999”

28 Febbraio 1982, messaggio di Dio Padre a Eileen George, Worcester (USA) [c]

“…Terremoti, inondazioni, elettroesecuzioni, mari in tempesta, suicidi, droga e malattie di ogni genere. Che grande desolazione…”

22 Novembre 1987, Appello Divino n. 40 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

“…ci sono molti che non vogliono sentire la Mia chiamata…Se loro continueranno a vivere nella corruzione, non ci sarà misericordia ma piuttosto lacrime, dolore, terremoti, inondazioni e malattie di ogni genere. Questa povera gente è cieca e sorda alla Mia chiamata d’amore…Io li amo; ecco perché li avverto, prima che sia troppo tardi per pentirsi. Dovrebbero pregare di più…”

24 Ottobre 1987, Appello Divino n. 29 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

Un messaggio identico a quello di suor Anna Ali, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 21 aprile 1955.

“…il tempo si avvicina e arriveranno molte malattie che saranno permesse dal Mio Padre Eterno. Non ci sarà medico o medicina per curarle.”

21 Luglio 1988, Appello Divino n. 185 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

“Figli, c’è molto dolore nel mio Cuore, perché stanno per arrivare molte catastrofi naturali ed altre generate dall’uomo. I tempi difficili sono già qui…”

6 gennaio 1990, messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [u]

“…arriveranno terremoti, uragani, il cielo farà piovere fuoco. Tutto questo verrà dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito di Dio.”

1 gennaio 1989, messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [c]

“…Il vostro paese (gli Stati Uniti; N.d.R.) è in grande pericolo e voi non sopravviverete come grande nazione a meno che non siate veramente una nazione sotto Dio…”

16 Gennaio 1991, messaggio della Madonna a Nancy Fowler, Conyers

“…Sventura sugli abitanti della terra. Con una enorme tribolazione colpirò la terra, terremoto dopo terremoto, vulcani erutteranno, ondate di maremoto, carestie. L’acqua diverrà inquinata in molti luoghi. Malattie, ogni tipo di afflizione attende questa generazione peccaminosa…

…Preparatevi…Questi eventi di cui parlo sono già iniziati…”

26 Gennaio 1994, messaggio di Gesù a Nancy Fowler, Conyers

“…la terra tremerà in molti luoghi…La terra si dividerà e porterà via le vostre ricchezze.

L’ora si avvicina rapidamente quando un disastro dopo l’altro accadrà su di voi…Grandi ondate si infrangeranno sulle vostre rive, e voi sperimenterete il freddo dove dovreste sentire caldo. Le inondazioni aumenteranno in molti luoghi. Il fuoco sarà sulla terra. Penserete che il cielo e la terra si sono ribellati contro di voi…

Sappiate che tutto ciò che vi ho predetto si avvererà. Pentitevi…”

6 Febbraio 1994, messaggio di Gesù a Nancy Fowler, Conyers

“…Un grande terremoto sta per arrivare… Pentitevi…se non volete che questi eventi accadano… Il tempo è vicino… Gli uomini non ascolteranno a meno che non vedano disastri colpirli. Grande distruzione, grande devastazione cadrà sugli Stati Uniti. I Miei figli non ascolteranno nient’altro… E’ per amore che vi dico queste parole di avvertimento…”

1 Settembre 1994, messaggio di Gesù a Nancy Fowler, Conyers

“Il mondo può già contemplare la purificazione. Ci saranno altre calamità, malattie, terremoti, cicloni che causeranno nuovi straripamenti di fiumi e mari. Le montagne arriveranno a essere inghiottite dalla terra. Cadranno ponti. Tutto questo accadrà se i Miei insisteranno nell’abolire il Mio Sacramento d’Amore.”

19 luglio 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [g]

5. Carestie e povertà

“…Prima che la cometa arrivi, molte nazioni, tranne quelle buone, saranno flagellate da povertà e carestia…”

XII secolo, profezia di Santa Ildegarda [a, f, o]

“…Il quinto periodo della Chiesa, che iniziò attorno al 1520… Gesù Cristo purificherà il Suo popolo per mezzo di crudeli guerre, carestie, flagelli, epidemie, ed altre terribili calamità… E’ un periodo di defezioni, calamità e sterminio. Quei cristiani che sopravvivranno alla spada, ai flagelli e alla carestia saranno pochi…”

Profezia del XVII secolo, Ven. Bartolomeo Holzhauser [f, o]

“Quando il vescovo di Roma assumerà due nomi [il riferimento sembrerebbe riguardare Giovanni Paolo II; N.d.R.] un impero sarà prossimo a crollare: quello della bestemmia [l’Unione Sovietica?; N.d.R.]. Ma sarebbe follia esultare di gioia, perché non sarà la fine ma l’inizio dei dolori: lo spettro cupo della miseria volteggerà nel cielo come nube impazzita e getterà ombra su molti popoli. Mancherà il pane anche nei paesi ricchi…”

XVIII secolo, profezia del monaco Basilio di Kronstadt, San Pietroburgo [h]

Note: Papa Giovanni Paolo I e Papa Giovanni Paolo II sono gli unici pontefici della storia ad aver assunto due nomi. Sono stati eletti entrambi nel 1978. Giovanni Paolo I, eletto il 26 agosto, è durato in carica solo 33 giorni.

“…Prima che la guerra esploda di nuovo, il cibo scarseggerà e sarà molto caro. Ci sarà poco lavoro per i lavoratori, e i padri sentiranno i loro figli piangere per la fame…”

Profezia del XIX secolo, l’Estatica di Tours [f, o]

“Ci sarà una grande carestia in tutto il mondo. Non crescerà niente. Tutto il mondo avrà fame. A tutti mancherà il cibo. L’atmosfera cambierà e causerà grandi calamità sulla terra…”

28 Febbraio 1982, messaggio di Dio Padre a Eileen George, Worcester (USA) [c]

Eileen afferma che la carestia “avrà qualcosa a che vedere con il cambiamento nelle stagioni, una perenne stagione di gelo e freddo. Non ci sarà niente da mangiare. Una grande scarsità di petrolio. Niente riscaldamento. La guerra non verrà che dopo, perché combatteremo per il petrolio…”

28 Febbraio 1982, messaggio di Dio Padre a Eileen George, Worcester (USA) [c]

“…ci saranno carestie e acque inquinate in molti luoghi…”

6 Febbraio 1994, messaggio di Gesù a Nancy Fowler, Conyers

6. Guerre e rivoluzioni

“…Si verificheranno guerre e prodigi finché la gente non crederà in Cristo, verso la fine del mondo.”

XII secolo, profezia di San Tommaso a’Becket [a, f, o]

“…Il Grande Monarca e il Grande Papa precederanno l’Anticristo. Le nazioni saranno in guerra per quattro anni ed una grande parte del mondo sarà distrutta…”

Profezia del XIII secolo, Abate Werdin d’Otranto [a, f, o]

“… quando gli uomini abbandoneranno l’uso della loro ragione, si abbrutiranno. Allora saranno sempre più nella confusione. Si preparino perciò i principi di questo mondo per i più grandi flagelli, che cadranno su di essi. Ma ad opera di chi? Prima di tutto gli eretici e gli infedeli, poi i santi e fedelissimi «Portatori della Croce» eletti dall’Altissimo, i quali, non riuscendo a convertire gli eretici con la scienza, faranno un uso vigoroso delle loro armi. Molte città e villaggi saranno in rovina, con la morte di una quantità enorme di uomini buoni e cattivi.

Gli infedeli combatteranno anche contro i cristiani e gli eretici, saccheggiando, distruggendo e uccidendo la maggior parte dei cristiani. Alla fine, l’esercito… dei Portatori della Santa Croce muoverà non contro i cristiani o la cristianità, ma contro gli infedeli nei paesi pagani, e conquisterà tutti quei regni con la morte di un grandissimo numero di infedeli. Dopo questo rivolgeranno le loro armi vittoriose contro i cattivi cristiani e distruggeranno tutti coloro che si ribellano a Gesù Cristo.”

XV secolo, profezia di San Francesco da Paola [a, o]

“…Il quinto periodo della Chiesa, che iniziò attorno al 1520… sarà un tempo di afflizione, desolazione, umiliazione e povertà per la Chiesa. Gesù Cristo purificherà il Suo popolo per mezzo di crudeli guerre, carestie, flagelli, epidemie, ed altre terribili calamità… E’ un periodo di defezioni, calamità e sterminio. Quei cristiani che sopravvivranno alla spada, ai flagelli e alla carestia saranno pochi…”

Profezia del XVII secolo, Ven. Bartolomeo Holzhauser [f, o]

“Quando si compiranno quelle cose che produrranno il trionfo della Chiesa… In Francia si costituiranno due fazioni che si combatteranno fino alla morte… A quel tempo ci sarà una crisi talmente terribile che la gente, spaventata dagli eventi, crederà che sia arrivata la fine del mondo. Il sangue scorrerà in numerose grandi città.

Gli elementi stessi saranno sconvolti. Sarà come un piccolo Giudizio Generale. Una gran moltitudine di persone perirà in questi tempi di calamità, ma i malvagi non prevarranno… Quando tutto sarà considerato perduto, tutto sarà salvo. Questo disastro accadrà poco tempo dopo che la potenza dell’Inghilterra avrà iniziato il suo declino. Questo sarà il segno. Come quando il fico inizia a germogliare e a produrre foglie, questo è un segno sicuro che l’estate è vicina. L’Inghilterra dal canto suo vivrà una rivoluzione più spaventosa di quella della Francia. Continuerà per un tempo sufficiente perché la Francia recuperi la sua forza; allora quest’ultima aiuterà l’Inghilterra a ristabilire la pace e l’ordine.

Durante questa rivoluzione, che sarà con molta probabilità generale e non confinata alla Francia, Parigi sarà distrutta in una maniera così completa che venti anni dopo, quando i padri cammineranno sopra le sue rovine con i loro figli, questi chiederanno che posto era quello, al che essi gli risponderanno: «Figlio mio, questa in passato fu una grande città, che Dio ha distrutto a causa dei suoi crimini».

Parigi sarà certamente distrutta, ma prima che questo accada si vedranno tali segni e portenti che tutte le persone buone saranno indotte a fuggire da essa.”

XVIII secolo, profezia di Padre Nectou [a, f, o, v]

 

“Vedo in Dio che molto tempo prima dell’ascesa dell’Anticristo il mondo sarà afflitto da molte guerre sanguinose. Si solleveranno popoli contro popoli e nazioni contro nazioni, a volte alleate, a volte nemiche, nella loro lotta contro la stessa parte. Gli eserciti si scontreranno in una maniera spaventosa e riempiranno la terra di uccisioni e massacri. Queste guerre interne ed estere causeranno enormi sacrifici, profanazioni, scandali e infiniti mali, a causa delle incursioni che verranno fatte nella Chiesa…

Più ci avvicineremo al Giudizio Universale e più diminuiranno in durata le rivoluzioni contro la Chiesa. Anche il tipo di pace che seguirà ogni rivoluzione sarà di più breve durata. Questo perché ci stiamo avvicinando alla Fine dei Tempi, e resta poco tempo sia agli eletti per fare il bene che ai malvagi per compiere il male.”

Profezia del XVIII secolo di Suor della Natività, Fougères Francia  [f, o]

“Quando il vescovo di Roma assumerà due nomi (il riferimento sembrerebbe riguardare Giovanni Paolo II; N.d.R.) un impero sarà prossimo a crollare: quello della bestemmia (l’Unione Sovietica?; N.d.R.). Ma sarebbe follia esultare di gioia, perché non sarà la fine ma l’inizio dei dolori:…le guerre strisceranno sulla terra come serpenti velenosi…”

XVIII secolo, profezia del monaco Basilio di Kronstadt, San Pietroburgo [h]

Note: Papa Giovanni Paolo I e Papa Giovanni Paolo II sono gli unici pontefici della storia ad aver assunto due nomi. Sono stati eletti entrambi nel 1978. Giovanni Paolo I, eletto il 26 agosto, è durato in carica solo 33 giorni.

“Fintanto che ci sarà la preghiera pubblica, non accadrà niente; ma verrà il tempo in cui la preghiera pubblica cesserà. La gente dirà: le cose resteranno come sono. Sarà allora che accadrà la grande calamità…

Prima del grande combattimento i malvagi saranno i padroni. Essi commetteranno tutto il male in loro potere, ma non tanto quanto vorrebbero, perché non ne avranno il tempo. I cattolici buoni e fedeli, essendo meno numerosi, saranno sul punto di essere sterminati, ma un colpo dal Cielo li salverà. O potenza di Dio! O potenza di Dio! Tutti i malvagi periranno, e anche molti uomini buoni. O, quanto saranno spaventose queste calamità! Le chiese verranno chiuse… Queste prove non dureranno per molto tempo, perché nessuno potrebbe sopportarle. Quando tutto sembrerà perduto, tutto verrà salvato.”

XVIII-XIX secolo, profezia di Suor Marianne, Francia [a, f, v]

“Un uomo dal viso pallido fluttuava lentamente al di sopra della terra e, sciogliendo i drappi che avvolgevano la sua spada, li gettò sulle città addormentate, che vennero legate da questi… Attorno a Berlino vi era un fiocco rosso e da lì venne in Westfalia. Ora la spada dell’uomo era sguainata, strisce rosse come il sangue pendevano dall’impugnatura e il sangue che grondava da questa cadeva sulla Westfalia.”

XIX secolo, visione della Beata Anna Caterina Emmerich [a]

Note: Qui probabilmente si allude alla battaglia della Westfalia, menzionata in molte profezie. In alcune di queste profezie si fa riferimento a questa regione della Germania col nome di “paese della betulla”.

“La Francia precipiterà in una spaventosa anarchia. I francesi avranno una disperata guerra civile nel corso della quale anche i vecchi prenderanno le armi.”

XIX secolo, profezia della Beata Anna Maria Taigi, Siena [a, f, o]

“…Prima che la guerra esploda di nuovo, il cibo scarseggerà e sarà molto caro… La rivoluzione esploderà in Italia, quasi nello stesso momento che in Francia… Anche l’Inghilterra avrà molto da soffrire.

La rivoluzione si propagherà ad ogni città francese. Ci sarà una grande strage. Questa rivoluzione durerà solo pochi mesi ma sarà terribile; il sangue scorrerà dappertutto perché la malizia dei malvagi raggiungerà il suo culmine. Le vittime saranno innumerevoli. Parigi sembrerà un mattatoio… I malvagi saranno i padroni per un anno e qualche mese. In quei giorni, la Francia non riceverà alcun aiuto umano. Sarà sola e indifesa. A questo punto, il popolo francese si rivolgerà a Dio e implorerà i Sacri Cuori di Gesù e di Maria Immacolata. Esso [il popolo francese] alla fine riconoscerà che solo Lui [il Signore] può riportare la pace e la felicità…”

Profezia del XIX secolo, l’Estatica di Tours [f, o]

“Su tutta l’Europa infurieranno terribili guerre civili. Per lungo tempo Dio è stato paziente con la corruzione morale… Egli distruggerà metà dell’umanità.”

XIX secolo, profezia di fra’ Rocco [a, f]

“…Tutti gli stati saranno sconvolti dalla guerra e dai conflitti civili. Durante l’oscurità che durerà tre giorni, la gente che si è data alle vie del male perirà, così che solo un quarto del genere umano sopravvivrà…”

Profezia del XIX secolo, Santa Maria di Gesù Crocifisso [a, c, f, m, o]

“Ora vedo qualcosa che somiglia a un sigaro o a un siluro che mi passa accanto volando così veloce che riesco a malapena a scorgerlo. Il suo colore sembra quello dell’alluminio. Improvvisamente lo vedo aprirsi. […] ho una quantità di sensazioni indefinibili. La prima è una perdita totale della sensibilità. Vivo e tuttavia non vivo.

Quindi vedo delle facce davanti a me (facce gonfie) coperte di spaventose ulcere, come se si trattasse di un qualche tipo di lebbra.”

26 dicembre 1946, visione di Ida Peerdeman, Amsterdam

“Mi rivolgo a tutti voi quando dico: non avete idea di quanto siano seri e difficili questi tempi”

8 dicembre 1952, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman, Amsterdam

“…Una grande guerra succederà. Morti e feriti ce ne saranno tanti. Satana grida la sua vittoria e quello è il momento che tutti vedranno Mio Figlio apparire sulle nubi e allora giudicherà quanti hanno calpestato il Suo Sangue innocente e divino. E allora il Mio Cuore trionferà.”

20 Maggio 1951, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“Sta per iniziare una nuova guerra nella terra dove è nato il Salvatore, cioè il Mio amatissimo Figlio e non si fermerà. Sembra che fanno la pace ma non è vero, perché da lì nascerà la grande guerra, da lì viene il grande castigo dal cielo e dalla terra”

10 Ottobre 1973, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“Ecco il grande flagello, la guerra, l’atomica; questa si avrà al mattino e se ne avrà per tre giorni circa…”

12 marzo 1943, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria

“…l’ora della giustizia di Dio è vicina e sarà terribile! Tremendi flagelli sovrastano il mondo… E se gli uomini non ravviseranno in questi flagelli i richiami della Divina Misericordia e non ritorneranno a Dio con una vita veramente cristiana, un’altra guerra terribile verrà da Est ad Ovest, e la Russia con le sue armi segrete, combatterà l’America, travolgerà l’Europa e si vedrà specialmente il fiume Reno della Germania pieno di cadaveri e di sangue…”

22 agosto 1960, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria [m]

“Giorni oscuri e spaventosi si avvicinano…I governatori dei popoli si agitano, parlano di pace, ma il mondo invece sarà tutto in guerra.”

8 aprile 1954, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria

“Alza la voce finché i sacerdoti di Dio non ascolteranno il miei messaggi e avviseranno gli uomini che il tempo è vicino e che se non si convertiranno, ritornando a Dio con le preghiere e i sacrifici, il mondo sarà tutto sconvolto da una nuova terribile guerra. Le armi più micidiali distruggeranno popoli e nazioni…”

16 aprile 1955, Messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria [m, o]

“L’ira di Dio è prossima e il mondo sarà travagliato da…sanguinose rivoluzioni…”

16 Aprile 1955, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria [m, o]

“Ci sarà una Terza Guerra Mondiale e sarà iniziata da un uomo che indossa il turbante della fede, un musulmano. Sarà un anticristo messo sulla terra da Lucifero…”

20 Febbraio 1982, messaggio di Dio Padre a Eileen George, Worcester (USA) [c]

“…Prima verrà la carestia, tra il 1990 e il 1999. E poi inizierà una grande guerra… Mio Padre ha detto che questa persona sta già programmando queste cose… Stanno costruendo armi… Sarà collegato ai russi, i comunisti. Sarà un anticristo… Ha indossato una veste lunga. Sarà molto intelligente e ben equipaggiato per la guerra nucleare… Sarà peggiore di Hitler. Questo musulmano lancerà contro di noi dei missili. I nostri radar li individueranno e i nostri missili li intercetteranno. Ma alcuni sfuggiranno e colpiranno la città di New York.”

28 Febbraio 1982, la mistica Eileen George, Worcester (USA) [c]

“L’uomo in questo momento sta abusando delle grazie ricevute e va verso la perdizione; se non ci sarà un cambiamento e un miglioramento di vita, egli soccomberà sotto il fuoco, la guerra e la morte.”

11 agosto 1987, messaggio della Madonna a Maria Esperanza Bianchini, Betania Venezuela [r]

“Figlia Mia, prega molto ed espia…La desolazione e la morte stanno per arrivare. L’intero mondo sarà in guerra. Rovina e morte stanno per giungere. Le armi mortali stermineranno non solo gli eserciti ma anche le cose più sante e sacre, i bambini, gli anziani e gli infermi. Che pena, figlia Mia! Queste leggi inique delle nazioni hanno infranto la Legge di Dio. Il diavolo infiltrerà i suoi poteri malvagi all’interno delle nazioni e a un dato momento distruggerà la parte migliore del gregge…I governanti sono responsabili per tutta l’umanità, della salvezza del mondo o della sua distruzione.”

12 Novembre 1987, Appello Divino n. 36 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

“La Terza Guerra Mondiale minaccia il mondo…”

1 gennaio 1989, messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [c]

“Figli, la Terza Guerra Mondiale è vicina. Non siano turbati i vostri cuori, perché la pace di Dio è con voi… Figli, il tempo rimasto è poco, molto poco. La conversione deve essere fedele.”

6 gennaio 1990, messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [u]

Patricia riferisce alcuni particolari che la Madonna le avrebbe rivelato a proposito della guerra: “La guerra è vicina. Verrà iniziata con falsi trattati di pace, trattati dei quali non dovremmo fidarci. Dovrebbero esservi coinvolti molti paesi, fra i quali: Cina, Romania, Russia e Stati Uniti. Inizialmente anche la Polonia verrà coinvolta, ma quando il Santo Padre lascerà Roma, andando prima in Francia e poi in Polonia, la Polonia sarà protetta… ecco perché la conversione adesso è così importante.”

La veggente Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [c]

“…Guai a questa generazione peccatrice. La Cina, la Russia e la Corea saranno coinvolte in una grande guerra.”

25 Agosto 1993, messaggio di Gesù a Nancy Fowler, Conyers

“…L’ora si avvicina rapidamente quando un disastro dopo l’altro verrà su di voi. Ci saranno combattimenti dappertutto… Penserete che il cielo e la terra si sono ribellati contro di voi… Sappiate che tutto ciò che vi ho predetto si avvererà. Pentitevi…”

6 Febbraio 1994, messaggio di Gesù a Nancy Fowler, Conyers

“Sull’umanità sta per incombere una tragedia molto brutta che si sta avvicinando. Non si sta accorgendo che sta per entrare in una guerra mondiale che può essere fermata. […]. Fermate questa guerra! Avete le armi più potenti di quelle usate, che sono l’amore, le preghiere, l’umiltà, il Rosario e la vera conversione dei vostri cuori verso Dio tramite la nostra Madre Celeste che vi sta stringendo tutti tra le braccia, vicino al suo Cuore Immacolato. Vi supplico, non permettete più che pianga ancora il Mio sangue per tutti i figli che si allontanano dal suo Cuore Immacolato […]”

19 maggio 1995, voce udita da Fabio Gregori, uno dei veggenti di Civitavecchia [y]

7. La purificazione della Chiesa: le persecuzioni, lo scisma

“…i cristiani tenteranno specialmente una resistenza armata [contro i loro persecutori; N.d.R.], senza provare alcuna preoccupazione per la morte dei loro corpi.

Un vento potente si leverà nel nord per ordine divino portando una fitta nebbia e una polvere molto densa, infurierà contro di essi [i persecutori dei cristiani; N.d.R.] e gli riempirà le gole e gli occhi, così cesseranno la loro barbarie e saranno colti da grande stupore.

Allora fra il popolo cristiano il Buon Dio compirà segni e prodigi come li compì al tempo di Mosè, con la colonna di nube, e come Michele Arcangelo fece quando combatté i pagani in aiuto dei cristiani. Grazie all’aiuto di Michele, i fedeli figli di Dio marceranno sotto la sua protezione. Essi decimeranno i loro nemici e otterranno la vittoria attraverso la potenza di Dio… In conseguenza di ciò un gran numero di pagani si uniranno ai cristiani nella vera fede e diranno: «il Dio dei cristiani è il vero Dio perché opere davvero straordinarie sono state compiute fra i cristiani».”

XII secolo, profezia di Santa Ildegarda [a, f, o]

“Verso la fine del mondo i tiranni e la gente ostile improvvisamente deruberanno di tutte le loro proprietà i prelati e i religiosi della Chiesa e li affliggeranno e martirizzeranno dolorosamente. Quelli che li sottoporranno alle maggiori violenze verranno tenuti in grande stima. Il clero non può sfuggire a queste persecuzioni, ma a causa di esse tutti i servi della Chiesa saranno costretti a condurre una vita apostolica.

In quel tempo il Papa con i cardinali dovranno fuggire da Roma in circostanze tragiche per rifugiarsi in un luogo dove saranno sconosciuti. Il Papa morirà di una morte crudele nel suo esilio. Le sofferenze della Chiesa saranno molto più grandi che in ogni altro periodo della sua storia.”

1600, profezia di Fra’ Johannes [a, f, o]

“…Gli infedeli combatteranno anche contro i cristiani e gli eretici, saccheggiando, distruggendo e uccidendo la maggior parte dei cristiani. Alla fine, l’esercito… dei Portatori della Santa Croce muoverà non contro i cristiani o la cristianità, ma contro gli infedeli nei paesi pagani, e conquisterà tutti quei regni con la morte di un grandissimo numero di infedeli. Dopo questo rivolgeranno le loro armi vittoriose contro i cattivi cristiani e distruggeranno tutti coloro che si ribellano a Gesù Cristo.”

XV secolo, profezia di San Francesco da Paola [a, o]

“…Dio consentirà un grande male contro la Sua Chiesa: gli eretici e i tiranni verranno improvvisamente e inaspettatamente; irromperanno nella Chiesa mentre vescovi, prelati e sacerdoti sono addormentati. Entreranno in Italia e devasteranno Roma; bruceranno le chiese e distruggeranno tutto…”

Profezia del XVII secolo, Ven. Bartolomeo Holzhauser [a, f, o]

“…si perderanno le vocazioni dei religiosi. E questo sarà un vero disastro. I religiosi abbandoneranno i loro doveri sacri e si allontaneranno dalla via segnata per loro da Dio…ci sarà una formidabile e terribile guerra nella quale scorrerà il sangue di nativi e stranieri, di sacerdoti regolari e secolari e anche di monache…Quella notte sarà la più orribile, perché sembrerà all’umanità che il male abbia trionfato; e allora la mia ora sarà giunta per detronizzare l’orgoglioso Satana in una maniera sorprendente, schiacciandolo sotto il mio piede e incatenandolo negli abissi infernali, liberando così finalmente la Chiesa e la Nazione dalla sua crudele tirannia.”

XVII secolo, messaggio della Madonna a Madre Mariana de Jesus Torres, Quito Ecuador [j]

“Tutti gli ecclesiastici, secolari e regolari, saranno spogliati dei loro averi e di ogni genere di proprietà, e saranno obbligati a mendicare dai laici il loro cibo e tutto il necessario per il loro sostentamento e per il culto di Dio. Durante queste calamità il Papa morirà. Per la morte del Supremo Pontefice, la Chiesa sarà ridotta alla più penosa anarchia… In questo periodo in Italia verrà sparso molto sangue umano e molte città, cittadine di provincia e castelli saranno portati alla rovina con la morte di molte migliaia di persone…”

XVIII secolo, profezia di un padre cappuccino [a, f, m, o]

“Una gran moltitudine di persone perirà in questi tempi di calamità, ma i malvagi non prevarranno. Essi tenteranno di distruggere tutta la Chiesa, ma non gli verrà concesso abbastanza tempo, perché questa terribile crisi sarà di breve durata… Allora il trionfo della Chiesa sarà così completo che non si vedrà mai più niente del genere, perché questa sarà l’ultima vittoria della Chiesa sulla terra.”

XVIII secolo, profezia di Padre Nectou [a, f, o, v]

“Vidi una grande potenza insorgere contro la Chiesa. Essa saccheggiò, devastò e gettò nella confusione e nel disordine la vigna del Signore, facendo sì che venisse calpestata dalla gente e messa in ridicolo da tutte le nazioni. Avendo diffamato il celibato e oppresso il sacerdozio, essa ebbe l’insolenza di confiscare le proprietà della Chiesa e di arrogare a sé i poteri del Santo Padre, di cui teneva in spregio la persona e le leggi…

Ho avuto una visione: una vergine di incomparabile bellezza, che rappresentava la Chiesa, si trovava in ginocchio davanti al Padre e al Figlio – entrambi seduti. Lo Spirito Santo stendeva le Sue ali risplendenti sulla vergine e sulle altre due persone. Le piaghe di Nostro Signore sembravano vive. Mentre Egli era appoggiato alla Croce con una mano, con l’altra mano offriva a Suo Padre il calice che la vergine gli aveva dato. Ella sorreggeva il calice che il Maestro teneva nel mezzo. Il Padre pose una mano sulla coppa e sollevò l’altra per benedire la vergine. Notai che il calice era pieno solo a metà di sangue, e al momento della presentazione sentii pronunciare queste parole dal Salvatore: «Non sarò pienamente soddisfatto finché non potrò riempirlo fino all’orlo». Compresi allora che il contenuto del calice rappresentava il sangue dei primi martiri, e che questa visione faceva riferimento alle ultime persecuzioni dei cristiani, il cui sangue avrebbe riempito il calice, completando così il numero di martiri e predestinati. Perché alla fine dei tempi ci saranno tanti martiri quanti ce ne furono nella Chiesa primitiva, e anche di più, perché le persecuzioni saranno di gran lunga più violente. Allora il Giudizio Finale non tarderà…”

Profezia del XVIII secolo di Suor della Natività, Fougères Francia [a, f, o]

“Quando il tempo del regno dell’Anticristo sarà vicino, apparirà una falsa religione che negherà l’unità di Dio e si opporrà alla Sua Chiesa… Ciò causerà il più grande scisma che il mondo abbia mai conosciuto.”

Profezia del XVIII secolo di Suor della Natività, Fougères Francia [c, f]

“La vendetta celeste si avvicina! Il tempo stringe! Penitenza o peccatori! L’iniquità ha inondato la terra…la morte mieterà preti, monaci, e laici; le altezze saranno abbattute…Chiesa di Dio, tu gemerai! Ministri del Signore, voi piangerete sopra nuove profanazioni…La terra colpevole sarà purificata…”

XVIII secolo, profezia di Padre Callisto [m]

“La rivoluzione si propagherà ad ogni città francese. Ci sarà una grande strage. Questa rivoluzione durerà solo pochi mesi ma sarà terribile… Le persecuzioni contro la Chiesa saranno anche maggiori, ma non dureranno per molto tempo. Tutte le chiese verranno chiuse… I sacerdoti dovranno nascondersi. I malvagi cercheranno di distruggere tutto ciò che è religioso, ma non avranno abbastanza tempo. Molti vescovi e sacerdoti verranno messi a morte. L’arcivescovo di Parigi verrà assassinato. A molti altri preti a Parigi sarà tagliata la gola, perché non avranno il tempo di trovare un luogo in cui nascondersi…

A questo punto, il popolo francese si rivolgerà a Dio e implorerà i Sacri Cuori di Gesù e di Maria Immacolata. Esso [il popolo francese] alla fine riconoscerà che solo Lui [il Signore] può riportare la pace e la felicità.”

Profezia del XIX secolo, l’Estatica di Tours [f, o]

“I monaci dovranno lasciare i loro monasteri e le suore saranno cacciate dai loro conventi, specialmente in Italia…La Santa Chiesa sarà perseguitata…A meno che le persone con le loro preghiere non ottengano il perdono, verrà il tempo che vedranno la spada e la morte, e Roma sarà senza un pastore…”

XIX secolo, profezia della Ven. Madre Agnese Steiner [a, c]

 

“Ancora una volta i pazzi sembrano aver preso il sopravvento! Essi si fanno beffe di Dio. Ora, le chiese vengono chiuse; i pastori fuggono; cessa il Santo Sacrificio.

I malvagi cercano di distruggere tutto; i loro libri e le loro dottrine stanno invadendo il mondo. Ma il giorno della giustizia è arrivato. Ecco il vostro Re; egli avanza fra la confusione di quei giorni tempestosi. Tempi orribili! Cadono sia il giusto che il malvagio!

C’era anche una grande battaglia, di simili non se n’erano mai viste prima. Il sangue scorreva come acqua…

I malvagi cercavano di far strage di tutti i servi della Religione di Gesù Cristo. Dopo che ne avevano ucciso un gran numero, lanciarono un grido di vittoria, ma improvvisamente il giusto ricevette aiuto dall’alto.”

XIX secolo, profezia di Suor Bertina Bouquillon, Francia [f, o]

 

“La morte degli impenitenti persecutori della Chiesa avverrà durante i tre giorni di buio”

XIX secolo, profezia di San Gaspare del Bufalo, Italia [c, f, m, o]

“…questa grande opera [la riforma del popolo e della Chiesa che il Signore promette a Elisabetta; N.d.R.] non si farà senza un grande sconvolgimento di tutto il mondo, di tutte le popolazioni, ancora di tutto il clero secolare e regolare, di tutte le corporazioni religiose dell’uno e dell’altro sesso, dovendo tutte essere riformate secondo lo Spirito del Signore ed i dettami delle primitive regole dei loro santi fondatori e istitutori.”

XIX secolo, profezia della Beata Elisabetta Canori Mora [i]

“…nella santa comunione fui condotta in solitario luogo, dove fui notiziata delle molte afflizioni che dovrà soffrire la nostra santa Madre, la Chiesa. Oh quante pene oh, quante dovremo noi patire! Dio vuole rinnovare tutto il mondo. Questo non si può fare senza una grande strage.”

7 giugno 1815, visione della Beata Elisabetta Canori Mora [i]

“…mi si diede a vedere la nostra madre, la santa Chiesa, sotto la forma di donna veneranda: la vedevo esteriormente tutta adorna, tutta bella; questa la vedevo supplichevole all’augusto trono di Dio, che qual Madre pietosa pregava per noi, poveri suoi figli; ma particolarmente pregava per il clero regolare e secolare… La santa Chiesa pregava, e Dio sdegnava le sue preghiere; e, armato di giustizia, così diceva: «Prendi parte nella mia giustizia, e giudica la tua causa!». A queste tremende parole, la veneranda matrona impallidì, e, presa parte nella giustizia di Dio, di propria mano si spogliava dei suoi adornamenti. Vidi poi venire tre angeli esecutori della divina giustizia, che davano di mano a spogliare la veneranda matrona. Si ridusse la forte donna in stato umile e negletto, priva di forze, tutta spogliata, e quasi era sul punto di cadere. Allora dall’eterna sapienza le fu somministrato un forte bastone per reggere la sua debolezza. La divina potenza coprì il capo di lei con ricco cappello, l’inclita donna aveva perduto ogni splendore, se ne giaceva nelle tenebre, tutta mesta e dolente per l’abbandono dei suoi amati figli. Il divino Spirito la circondò con la sua immensa luce. Rivestita che fu l’inclita matrona di questa luce, tramandò il suo splendore in quattro diverse parti, dove questa divina luce faceva cose mirabili. Gli abitatori di questi luoghi erano come addormentati, all’apparire di questa divina luce si destavano; e, lasciati i loro errori, di volo si portavano ad onorare l’inclita donna, la nostra cara madre, la santa Chiesa. Tutti si compiacevano di militare sotto gli auspici di questa eccelsa donna, tutti confessavano Gesù Cristo Signore nostro. Al momento compariva la nostra madre, la santa Chiesa, tutta adorna e gloriosa più di prima. Gli ordini religiosi davano a lei il grande onore, formavano come un magnifico tempio per sostenerla con tutte le loro forze…  tutti venivano ad onorarla, adottando le massime del nostro santo Evangelo.” [in quest’ultima parte si fa riferimento alla rinascita della Chiesa dopo la purificazione, rinascita che toccherà il suo acme durante l’Era di Pace; N.d.R.]

10 dicembre 1815, visione della Beata Elisabetta Canori Mora [i]

“Vidi anche il rapporto tra i due papi [probabilmente dopo lo scisma; N.d.R.]… Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa. L’ho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella città [di Roma]. Il clero locale diventava tiepido, e vidi una grande oscurità… Allora la visione sembrò estendersi da ogni parte. Intere comunità cattoliche erano oppresse, assediate, confinate e private della loro libertà. Vidi molte chiese che venivano chiuse, dappertutto grandi sofferenze, guerre e spargimento di sangue. Una plebaglia selvaggia e ignorante si dava ad azioni violente. Ma tutto ciò non durò a lungo.” (13 maggio 1820)

“Vidi ancora una volta che la Chiesa di Pietro era minata da un piano elaborato dalla setta segreta, mentre le bufere la stavano danneggiando. Ma vidi anche che l’aiuto sarebbe arrivato quando le afflizioni avrebbero raggiunto il loro culmine. Vidi di nuovo la Beata Vergine ascendere sulla Chiesa e stendere il suo manto su di essa.”

“Vedo altri martiri, non ora ma in futuro… Vidi le sette segrete minare spietatamente la grande Chiesa. Vicino ad esse vidi una bestia orribile che saliva dal mare… In tutto il mondo le persone buone e devote, e specialmente il clero, erano vessate, oppresse e messe in prigione. Ebbi la sensazione che sarebbero diventate martiri un giorno. Poi vidi un’apparizione della Madre di Dio, che disse che la tribolazione sarebbe stata molto grande. Aggiunse che queste persone devono pregare ferventemente… Devono pregare soprattutto perché la chiesa delle tenebre abbandoni Roma.” (25 agosto 1820)

“La Chiesa è completamente isolata ed è come se fosse completamente deserta. Sembra che tutti stiano scappando. Dappertutto vedo grande miseria, odio, tradimento, rancore, confusione e una totale cecità. O città! O città! Cosa ti minaccia? La tempesta sta arrivando; sii vigile!” (7 ottobre 1820)

“Ho avuto un’altra visione della grande tribolazione. Mi sembrava che si pretendesse dal clero una concessione che non poteva essere accordata. Vidi molti sacerdoti anziani, specialmente uno, che piangevano amaramente. Anche alcuni più giovani stavano piangendo. Ma altri, e i tiepidi erano fra questi, facevano senza alcuna obiezione ciò che gli veniva chiesto. Era come se la gente si stesse dividendo in due fazioni.” (12 aprile 1820)

“…Vidi anche la battaglia. I nemici erano molto più numerosi, ma il piccolo esercito di fedeli ne abbatté file intere [di soldati nemici]. Durante la battaglia, la Madonna si trovava in piedi su una collina, e indossava un’armatura. Era una guerra terribile. Alla fine, solo pochi combattenti per la giusta causa erano sopravvissuti, ma la vittoria era la loro.” (22 ottobre 1822)

1820-1822, profezie della Beata Anna Caterina Emmerich [f, o]

“Vidi la Chiesa di San Pietro: era stata distrutta ad eccezione del Santuario e dell’Altare principale. San Michele venne giù nella chiesa, vestito della sua armatura, e fece una pausa, minacciando con la spada un certo numero di indegni pastori che volevano entrare. Quella parte della Chiesa che era stata distrutta venne prontamente recintata… così che l’ufficio divino potesse essere celebrato come si deve. Allora, da ogni parte del mondo vennero sacerdoti e laici che ricostruirono i muri di pietra, poiché i distruttori non erano stati capaci di spostare le pesanti pietre di fondazione.”

10 settembre 1820, visione della Beata Anna Caterina Emmerich [f]

Note: la visione di Suor Emmerich della chiesa di San Pietro in rovine è da intendersi certamente in senso figurato, l’immagine della distruzione delle mura di San Pietro rappresenta gli attacchi alla Fede e la decadenza della Chiesa che avranno luogo prima del suo più grande trionfo durante l’Era di Pace. Tuttavia, basandoci sulle numerose profezie che parlano di una futura distruzione di Roma, non si può escludere che anche il Vaticano in quest’occasione subirà pesanti danni materiali e devastazioni.

“…La religione verrà perseguitata e i preti massacrati. Le chiese verranno chiuse, ma solo per poco tempo. Il Santo Padre sarà obbligato a lasciare Roma.”

XIX secolo, profezia della Beata Anna Maria Taigi, Siena [a, c, f]

“…Quando vedrete una notte illuminata da una luce sconosciuta, sappiate che è il grande segno che Dio vi dà che sta per castigare il mondo per i suoi crimini, per mezzo della guerra, della fame e delle persecuzioni alla Chiesa e al Santo Padre. Per impedirla, verrò a chiedere la consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato e la Comunione riparatrice nei primi sabati. Se accetteranno le Mie richieste, la Russia si convertirà e avranno pace; se no, spargerà i suoi errori per il mondo, promovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno distrutte…”

Tratto dalla seconda parte del segreto di Fatima [q]

“…Vari altri Vescovi, Sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c’era una grande Croce di tronchi grezzi come se fosse di sughero con la corteccia; il Santo Padre, prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce, e allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i Vescovi Sacerdoti, religiosi e religiose e varie persone secolari, uomini e donne di varie classi e posizioni…”.

1917, profezia tratta dalla terza parte del segreto di Fatima rivelato a Suor Lucia dalla Madonna [q]

“Ci sarà una lotta a Roma contro il Papa. Vedo molti vescovi e sento una voce che dice: «Catastrofico!»”

9 giugno 1946, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman, Amsterdam

“Sa Roma qual è il nemico che l’attende in agguato, come un serpente che nascostamente avanza nel mondo? Non mi riferisco solo al comunismo: ci sono ancora altri «profeti» che dovranno venire, falsi profeti!”

28 marzo 1951, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman, Amsterdam

“La Chiesa di Roma corre il pericolo di uno scisma. Metti in guardia i tuoi sacerdoti. Fagli porre fine a quelle false teorie sull’Eucarestia, i sacramenti, la dottrina, il sacerdozio, il matrimonio e la pianificazione familiare. Sono stati sviati dallo spirito menzognero – da Satana – e confusi dalle idee del modernismo. Gli insegnamenti e le leggi divine sono valide per tutti i tempi e applicabili ad ogni periodo.”

31 maggio 1965, messaggio della Madonna a Ida Peerdeman (Amsterdam) e destinato al Papa, a cui è rivolto questo suo appello

La Madonna mostra a Bruno Cornacchiola per terra un drappo nero, una veste talare da prete e sopra di essa una croce spezzata in più punti: “Questo è il segno che la Chiesa soffrirà, sarà perseguitata, spezzata; questo è il segno che i miei figli si spoglieranno…”, spiega la Madonna.

12 aprile 1947, messaggio della Madonna a Bruno Cornacchiola, Tre Fontane [a2]

“I dittatori della terra, veri mostri infernali, atterreranno le Chiese con i Sacri Cibori e distruggeranno popoli e nazioni e le cose più care. In questa lotta sacrilega, per il feroce impulso e l’accanita resistenza molto verrà abbattuto di tutto quello che è stato fatto dalla mano dell’uomo.”

16 aprile 1955, messaggio alla Beata Elena Aiello, Calabria [m, o]

“…Dal 1972 comincerà il tempo di Satana e il tempo delle grandi prove… i cardinali si opporranno ai cardinali, i vescovi ai vescovi…”

13 Agosto 1951, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“Di a tutti che Io ho bisogno di sacerdoti umili e coraggiosi, pronti ad essere ammazzati, derisi e calpestati, perdere la propria vita, il proprio sangue, affinché per mezzo di loro Io possa risplendere nella Chiesa dopo la grande purificazione.”

23 Luglio 1973, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“Vedrai una grande rivoluzione nella Mia casa, i comunisti al potere. E nella Mia casa a Roma già ci sono, ma si manifesteranno solo quando possono comandare liberamente, senza ostacoli. Allora ci sarà spargimento di sangue innocente.”

14 Febbraio 1976, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“La Chiesa avrà ancora molto da soffrire!”

5 febbraio 1968, messaggio di Gesù a Suor N.N, Italia [w]

“…Verranno tempi ancora più calamitosi per l’umanità… per la Chiesa… e la fede dei buoni sarà messa molto a dura prova…”

22 maggio 1966, messaggio di Gesù a Madre Carolina Venturella, Italia  [z]

“La mia Chiesa sarà purificata dalle follie della superbia umana e, alla fine, l’amore della Madre mia e vostra trionferanno.”

23 ottobre 1975, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [t]

“La donna nel parto geme, ma poi gioisce perché ha dato alla luce un figlio. E’ tempo che il grano gettato nel seno della terra marcisca, per poi dare molto frutto. E’ prossima l’ora in cui la mia Chiesa gemerà nella feroce ed inaudita persecuzione per poter rinascere Una, Pura, Santa ed Immacolata.”

2 novembre 1975, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [t]

“Il mondo e la stessa mia Chiesa hanno raggiunto un tale livello di pervertimento morale e spirituale non più tollerabile dalla Divina Giustizia. Questa giustizia divina (già in corso) si manifesterà sempre più lasciando in balia di se stessi, mondo e chiesa, i quali venendo a mancare l’assistenza divina, saranno maggiormente tiranneggiati dalle orde oscure e malvagie dell’inferno, che non trovando ostacoli dall’Onnipotenza divina, sfogheranno il loro sadismo perfido ed inumano su tutto e su tutti; si moltiplicheranno gli attentati alle chiese, le profanazioni di persone o cose sacre, scorrerà sangue, sangue, sangue. Ecco figlio mio perché già oggi assistete a fatti così gravi così inumani, così selvaggi, per cui sovente vi domandate come è possibile arrivare a questi eccessi.”

5 maggio 1977, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [t]

“…Non pensate che il comunismo sia morto. Io vi dico: è in crescita…”

30 Dicembre 1992, messaggio di Gesù a Nancy Fowler, Conyers

“…L’opera del diavolo si insinuerà anche nella Chiesa in una maniera tale che si vedranno cardinali opporsi ad altri cardinali, vescovi contro vescovi. I sacerdoti che mi venerano saranno disprezzati e ostacolati dai loro confratelli…chiese ed altari saccheggiati; la Chiesa sarà piena di coloro che accettano compromessi, e il demonio spingerà molti sacerdoti e anime consacrate a lasciare il servizio del Signore. Il demonio sarà implacabile specialmente contro le anime consacrate a Dio. Il pensiero della perdita di tante anime è la causa della Mia tristezza. Se i peccati aumenteranno in numero e gravità, non ci sarà perdono per loro…”

13 Ottobre 1973, messaggio della Vergine Maria a Suor Agnese Sasagawa, Akita [o]

“…Deve esserci un cambiamento nei Miei prescelti, perché la Chiesa sta precipitando nel nulla…la dottrina e la tradizione saranno separate e la Chiesa inizierà a sgretolarsi. Ci deve essere questa fonte invisibile di fede per tenere assieme i pezzi. I sacerdoti si opporranno gli uni agli altri ed erigeranno fortezze contro gli altri sacerdoti e contro il Vicario. Ci sarà una grande oscurità, ed essa ora è arrivata sulla Chiesa. Ci sarà grande divisione al suo interno. Ci saranno degli avvertimenti, ma essi non li ascolteranno…”

3 Marzo 1982, messaggio di Dio Padre a Eileen George, Worcester (USA) [c]

“…Io piango perché la Chiesa continua lungo la strada delle divisioni, della perdita della vera fede, dell’apostasia e degli errori che vengono diffusi sempre di più senza che nessuno vi si opponga. Persino ora, che ciò che ho predetto a Fatima e ciò che ho rivelato là, nel Terzo Messaggio confidato a una Mia figlia, è sulla via del suo compimento. E quindi, persino per la Chiesa il momento della sua grande prova è arrivato, perché l’uomo dell’iniquità si stabilirà all’interno di essa e l’abominio della desolazione entrerà nel santo tempio di Dio…”

Settembre 1987, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi, Akita in Giappone [c]

“…La grande prova é giunta per la vostra Chiesa. Si sono continuati a diffondere gli errori che hanno portato alla perdita della fede. Molti Pastori non sono stati attenti, né vigilanti ed hanno permesso a tanti lupi rapaci, vestiti da agnelli, di introdursi fra il gregge a portare disordine e distruzione. Quanto é grande la vostra responsabilità, o Pastori della santa Chiesa di Dio! Si continua sulla strada della divisione dal Papa e del rifiuto del suo Magistero; anzi di nascosto si prepara un vero scisma che presto potrà diventare aperto e proclamato. Allora rimarrà solo un piccolo resto fedele, che Io custodirò nel giardino del mio Cuore Immacolato…”

15 novembre 1990, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi

“Dio è in collera col mondo. Gli uomini dovranno migliorare e pregare. Il Mio messaggio è per tutto il popolo della Chiesa di Dio. Gli uomini hanno dieci anni per migliorare e per pregare…”

19 Agosto 1985, messaggio della Madonna nelle apparizioni di Melleray, Irlanda

“…se il mondo non migliora fra dieci anni il diavolo si impadronirà della Chiesa di Dio”

“Con la vostra fede e le preghiere potete sconfiggere il diavolo”

23 Agosto 1985, messaggio della Madonna nelle apparizioni di Melleray, Irlanda

“…Prega molto; Le Mie Chiese saranno devastate e saccheggiate e il Mio Sacro Corpo calpestato…”

25 Ottobre 1987, Appello Divino n. 30 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

“…La Chiesa avrà molto da soffrire…”.

1 maggio 1988, messaggio della Madonna a Rosario Toscano, Belpasso

“I templi diventeranno vere caldere dove cadranno le anime confuse, e voi, piccoli Miei, cercherete luoghi per pregare e offrire sacrifici. I Miei veri ministri verseranno il loro sangue per difendere le Mie piccole pecore. Non spaventatevi, figli Miei, ma anzi rallegratevi perché presto Mi avrete fra di voi.”

23 gennaio 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [p]

“Attendono l’umanità giorni così terribili, che la prima cosa che faranno scomparire saranno le Sacre Scritture.”

3 dicembre 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [g]

“Il Papa vedrà la distruzione di Roma e del Vaticano, calpestato e depredato, e soffrirà come Padre della Cristianità. Dalle sue labbra uscirà un anatema contro coloro che, dimenticando la loro fede, si uniranno alla Bestia. Le esperienze che patirà, e quello che vedrà, gli faranno sollevare le braccia in atto di supplica e lo faranno inginocchiare domandando perdono.”

14 gennaio 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [p]

8. Le persecuzioni al Santo Padre; un papa viene assassinato

“…il Papa con i cardinali dovranno fuggire da Roma in circostanze tragiche per rifugiarsi in un luogo dove saranno sconosciuti. Il Papa morirà di una morte crudele nel suo esilio…”

1600, profezia di Fra’ Johannes [a, f, o]

“…La rivoluzione esploderà in Italia, quasi nello stesso momento che in Francia. Per un po’ di tempo la Chiesa sarà senza un Papa…”

Profezia del XIX secolo, l’Estatica di Tours [f, o]

“La Santa Chiesa sarà perseguitata…e Roma sarà senza un pastore…”

XIX secolo, profezia della Ven. Madre Agnese Steiner [a, c]

“La religione verrà perseguitata e i preti massacrati… Il Santo Padre sarà obbligato a lasciare Roma.”

XIX secolo, profezia della Beata Anna Maria Taigi, Siena [a, c, f]

“Quelli che vidi credo che fossero quasi tutti i vescovi del mondo, ma solo un piccolo numero era perfettamente retto. Vidi anche il Santo Padre – assorto nella preghiera e timoroso di Dio. Non c’era niente che lasciasse a desiderare nella sua apparenza, ma era indebolito dall’età avanzata e da molte sofferenze. La testa pendeva da una parte all’altra, e cadeva sul petto come se si stesse addormentando. Egli aveva spesso svenimenti e sembrava che stesse morendo. Ma quando pregava era spesso confortato da apparizioni dal Cielo. In quel momento la sua testa era dritta, ma non appena la faceva cadere sul petto vedevo un certo numero di persone che guardavano rapidamente a destra e a sinistra, cioè in direzione del mondo.”

“Vedo il Santo Padre in grande angoscia. Egli vive in un palazzo diverso da quello di prima e vi ammette solo un numero limitato di amici a lui vicini. Temo che il Santo Padre soffrirà molte altre prove prima di morire. Vedo che la falsa chiesa delle tenebre sta facendo progressi, e vedo la tremenda influenza che essa ha sulla gente. Il Santo Padre e la Chiesa sono veramente in una così grande afflizione che bisognerebbe implorare Dio giorno e notte.” (10 agosto 1820)

“La scorsa notte sono stata condotta a Roma dove il Santo Padre, immerso nel suo dolore, è ancora nascosto per evitare le incombenze pericolose. Egli è molto debole ed esausto per i dolori, le preoccupazioni e le preghiere. Ora può fidarsi solo di poche persone; è principalmente per questa ragione che deve nascondersi. Ma ha ancora con sé un anziano sacerdote di grande semplicità e devozione. Egli è suo amico, e per la sua semplicità non pensavano valesse la pena toglierlo di mezzo. Ma quest’uomo riceve molte grazie da Dio. Vede e si rende conto di molte cose che riferisce fedelmente al Santo Padre. Mi veniva chiesto di informarlo, mentre stava pregando, sui traditori e gli operatori di iniquità che facevano parte delle alte gerarchie dei servi che vivevano accanto a lui, così che egli potesse avvedersene.” (Agosto 1820)

“La Chiesa si trova in grande pericolo. Dobbiamo pregare affinché il Papa non lasci Roma; ne risulterebbero innumerevoli mali se lo facesse…” (1 ottobre 1820)

“Mentre attraversavo Roma con San Francesco e altri santi, vedemmo un grande palazzo avvolto dalle fiamme, da cima a fondo. Avevo tanta paura che gli occupanti potessero morire bruciati perché nessuno si faceva avanti per spegnere il fuoco. Tuttavia, mentre ci avvicinavamo il fuoco diminuì e noi vedemmo un edificio annerito. Attraversammo un gran numero di magnifiche stanze, e finalmente raggiungemmo il Papa. Era seduto al buio e addormentato su una grande poltrona. Era molto ammalato e debole; non riusciva più a camminare.

Gli ecclesiastici nella cerchia interna sembravano insinceri e privi di zelo; non mi piacevano. Parlai al Papa dei vescovi che presto dovevano essere nominati. Gli dissi anche che non doveva lasciare Roma. Se l’avesse fatto sarebbe stato il caos. Egli pensava che il male fosse inevitabile e che doveva partire per salvare molte cose… Era molto propenso a lasciare Roma, e veniva esortato insistentemente a farlo…” (7 ottobre 1820)

1820, profezie della Beata Anna Caterina Emmerich [f, o]

“Ho visto uno dei miei successori che fuggiva scavalcando i corpi dei suoi fratelli. Egli troverà rifugio in incognito da qualche parte e dopo un breve periodo di isolamento morirà di morte violenta.”

1909, profezia di Papa Pio X [a, f, o]

“…il Santo Padre avrà molto da soffrire…”

1917, profezia tratta dalla prima parte del segreto di Fatima rivelato a Suor Lucia dalla Madonna [q]

“…Vari altri Vescovi, Sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c’era una grande Croce di tronchi grezzi come se fosse di sughero con la corteccia; il Santo Padre, prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce, e allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i Vescovi Sacerdoti, religiosi e religiose e varie persone secolari, uomini e donne di varie classi e posizioni…”.

1917, visione tratta dalla terza parte del segreto di Fatima rivelato a Suor Lucia dalla Madonna [q]

“La Chiesa resterà vacante per lunghi mesi.”

XIX-XX secolo, messaggio di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [x]

“Oh, che orribile visione vedo! Sta succedendo una grande rivoluzione a Roma! Stanno entrando in Vaticano. Il Papa è da solo, sta pregando. Stanno tenendo il Papa. Lo prendono con la forza. Lo picchiano fino a farlo cadere. Lo stanno legando. Oh Dio! Oh Dio! Gli stanno dando dei calci. Che scena orribile! E’ terribile!…Nostra Signora si sta avvicinando. Quegli uomini malvagi cadono a terra come cadaveri! Nostra Signora aiuta il Papa ad alzarsi prendendolo per il braccio, lo copre con il Suo mantello e gli dice: – Non temere!”

Venerdì Santo 1961, visione della Beata Elena Aiello, Calabria [k]

“…il Papa dovrà molto soffrire.”

22 agosto 1969, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria [m]

“…vediamo stare una bianca figura d’uomo che s’innalza per la sua statura morale e spirituale come un gigante e regge da solo con mano ferma un Vessillo; è il Vessillo della Chiesa di Cristo che molti e potenti nemici vorrebbero strappargli ma che Egli tiene con mano sicura mentre indica a tutti la Via della Salvezza. Questo invitto Condottiero che non teme di nulla cadrà, gloriosissimo Martire, arrossando col suo sangue l’immacolata veste che indossa, irrorando così anche la Chiesa … molti di coloro infatti che dovrebbero essere al fianco del fiero e glorioso guerriero lo hanno abbandonato passando al Nemico e anche se esternamente fingono fedeltà e obbedienza, contemporaneamente congiurano contro di Lui, ma tutte le mene e i raggiri dei nemici di Cristo, sommo ed invincibile Re dei secoli eterni, cadranno nel vuoto perché «non prevarranno».”

2 gennaio 1979, messaggio di un’anima del Paradiso a Mons. Ottavio Michelini, Italia [t]

Patricia riferisce alcuni particolari che la Madonna le avrebbe rivelato a proposito della guerra: “La guerra è vicina… Inizialmente anche la Polonia verrà coinvolta, ma quando il Santo Padre lascerà Roma, andando prima in Francia e poi in Polonia, la Polonia sarà protetta… ecco perché la conversione adesso è così importante.”

La veggente Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [c]

Continua nella terza parte con “Dio darà agli uomini avvertimenti e segni prodigiosi per scuoterli dal loro torpore spirituale; la «illuminazione delle coscienze»”


NOTE

1) In questa pagina, tutte le rivelazioni private nonché i commenti e i resoconti dei mistici e dei veggenti sono riportati in testo normale (non corsivo) e racchiusi tra virgolette. Tutti i nostri commenti, le note e le precisazioni sono state invece riportate in corsivo per distinguerle dalle rivelazioni.

2) Il simbolo indicato qui a lato individua, all’interno di questa pagina, quelle profezie che non possono essere attribuite con la massima certezza al mistico/veggente indicato nelle note e segnala inoltre quelle profezie sulla cui autenticità esiste qualche riserva da parte di alcuni esperti. Pertanto vi invitiamo a considerare i contenuti di queste rivelazioni con una certa cautela e prudenza. Per maggiori informazioni su questi mistici e veggenti vi rimandiamo alla sezione “Cenni storico-biografici”.

3) Il simbolo indica recenti aggiunte o modifiche.

4) Abbreviazioni: N.d.R. nota del redattore; N.d.T. nota del traduttore.

Fonti:

a) “The Prophets And Our Times” di Padre Gerald Culleton, Tan Books;
b) “La Misericordia Divina nella mia anima – Diario della beata Suor Faustina Kowalska”, Libreria Editrice Vaticana;
c) “The Thunder Of Justice” di Ted e Maureen Flynn, MaxKol Communications, Inc; sito Web MaxKol;
d) “Meetings With Mary”, di Janice T. Connell;
e) “On the Eucharist – A Divine Appeal”, Newborn Enterprises Lta;
f) “Catholic Prophecy” di Yves Dupont, Tan Books;
g) “La Puerta del Cielo” di Catalina Rivas, The Great Crusade of Love and Mercy, Georgia USA;
h) “Il mistero di San Pietroburgo” di Renzo Baschera, Arnoldo Mondadori Editore;
i) Il Diario della Beata Elisabetta Canori Mora;
j) “La admirable vida de la Madre Mariana de Jesús Torres”, scritto nel XIX secolo dal priore provinciale francescano di Quito, Manuel de Souza Pereira;
k) “Prophecies! the Chastisement and Purification!”, Albert J. Hebert;
l) “Ai sacerdoti, figli prediletti della Madonna”, Movimento Sacerdotale Mariano (N.B.: i brani riportati sono tradotti dall’edizione in inglese);
m) “Viaggio nelle profezie”, di Alessandro Meluzzi, Marsilio Editori;
n) “La vergine appare a Medjugorje?”, René Laurentin, Queriniana 1984;
o) “Trial, Tribulation and Triumph” di Desmond A. Birch, Queenship Publishing;
p) “La Gran Cruzada del Amor” di Catalina Rivas, The Great Crusade of Love and Mercy, Georgia USA;
q) Versione ufficiale del “segreto di Fatima” presentata dalla Santa Sede il 26.06.2000;
r) “betania.com” (sito dedicato alle apparizioni di Betania, non più attivo);
s) “The Dolorous Passion of Our Lord Jesus Christ”, meditazioni di Anna Caterina Emmerich, Benziger Brothers, New York – 1904;
t) “Confidenze di Gesù ad un Sacerdote” di Mons. Ottavio Michelini;
u) “I am the Guardian of the Faith”, di Suor Isabel Bettwy, Franciscan University Press, Steubenville;
v) “Les prophéties et les événements très prochains”, L’Abbé X, B. Bollard et fils, Montréal 1881;
w) “Il gran Messaggio d’Amore” di Suor N.N.;
x) “Les prophéties de La Fraudais” di Padre Pierre Roberdel, Ed. Résiac;
y) “La Madonna di Civitavecchia” di Flavio Ubodi, Ed. Piemme, 2006;
z) “Potenza Divina d’Amore – Scritti spirituali di Madre Carolina Venturella” di Padre David De Angelis;
a2) “La bella signora delle tre fontane. Storia della Vergine della rivelazione” di Angelo M. Tentori, Paoline Editoriale Libri
.

n.b.: le rivelazioni di cui non è indicata la fonte, sono tratte in massima parte da siti web. Consulta a questo proposito la pagina dei links.

PARTE TERZA

SEGNI E AVVERTIMENTI

1. Dio darà agli uomini avvertimenti e segni prodigiosi per scuoterli dal loro torpore spirituale; la “illuminazione delle coscienze”

“…Quando nel cielo apparirà un segno straordinario, sappiano gli uomini che prossima sarà la punizione del mondo…”

7 Gennaio 1950, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria [j]

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 2 aprile 1976.

“Prima del segno visibile che sarà dato all’umanità, ci saranno tre avvertimenti al mondo. Gli avvertimenti saranno avvenimenti che succederanno sulla terra. Mirjana ne sarà testimone…

Dopo gli avvertimenti, verrà il segno visibile sul luogo delle apparizioni a Medjugorje, per tutta l’umanità. Il segno sarà dato come testimonianza delle apparizioni e invito alla fede…

Dopo il primo avvertimento, gli altri seguiranno entro breve tempo. Gli uomini avranno così del tempo per convertirsi. Questo tempo è il periodo di grazia e di conversione. Dopo il segno visibile, coloro che resteranno in vita avranno poco tempo per la conversione. Per questo, la Vergine invita alla conversione urgente e alla riconciliazione. L’invito alla preghiera e alla penitenza è destinato ad allontanare i mali e la guerra e soprattutto a salvare le anime.

Secondo Mirjana, ci troviamo vicini agli avvenimenti predetti dalla Vergine. In nome di questa esperienza, Mirjana dice all’umanità: «Convertitevi quanto prima, aprite i vostri cuori a Dio».”

Dalla lettera di Padre Tomislav Vlasic al Papa del 16.12.1983, dove riferisce le rivelazioni ricevute dalla veggente di Medjugorje Mirjana Dragicevic [c, n]

Nostra Signora in alcuni dei suoi messaggi fa capire a Maria Esperanza che sta per giungere sull’umanità un tempo di avvertimenti. Ecco uno di questi messaggi:

“…Sta arrivando il grande momento di un grandioso giorno di luce. La coscienza di queste amate persone deve essere scossa violentemente così che possano mettere la loro casa in ordine ed offrire a Gesù la giusta riparazione per le infedeltà quotidiane che vengono commesse da parte dei peccatori…”

Inizio anni ‘70, messaggio della Madonna a Maria Esperanza Bianchini, Betania Venezuela [c]

“Lo Spirito Santo verrà per stabilire il Regno glorioso di Cristo, sarà un regno di grazia, di santità, di amore, di giustizia e di pace. Con il Suo amore divino, Egli aprirà le porte dei cuori e illuminerà tutte le coscienze. Ognuno vedrà se stesso nel fuoco ardente della verità divina. Sarà come un giudizio in piccolo.”

22 Maggio 1988, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi [c]

“…ciascuno vedrà la propria vita e tutto ciò che ha fatto, nella luce stessa di Dio.”

2 Ottobre 1992, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi [c]

“Alla fine di tutte le apparizioni nel mondo, lascerò un grande segno in questo luogo e in tutti quelli dove sono stata…”

3 marzo 1990, messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [w]

“…Figlia Mia…Questi sono grandi avvertimenti di Misericordia. La Mia mano sinistra indica un avvertimento e la Mia mano destra un miracolo. Queste sono le Mie parole di avvertimento ottenute dalla Mia Divina Misericordia…”

6 Gennaio 1988, Appello Divino n. 64 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

“La Mia mano sinistra indica l’Avvertimento e la Mia mano destra indica il Miracolo. Prega, piccola Mia, ripara alle ferite del Mio Sacro Cuore.”

26 luglio 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [f]

Un messaggio simile a quelli di Suor Anna Ali e Catalina Rivas, appena proposti, è stato ricevuto anche da Madre Elena Leonardi (30 settembre 1976).

“Sappiate che il Figlio dell’Uomo presto verrà a verificare le verità passate e a raccogliere i Sui eletti perché arriverà l’ora in cui tutti sperimenteranno lo stato delle loro anime…Ognuno dovrà guardare dentro se stesso, non può essere evitato.”

1 dicembre 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [f]

“Figli Miei, […] sta arrivando il giorno in cui il Figlio dell’Uomo dovrà darvi un avvertimento sull’amarezza del castigo, nel quale ogni uomo vedrà il proprio giudizio.”

26 ottobre 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [f]

N.B.: Fra le profezie più note in cui si parla di un “Avvertimento” e di un “Grande Miracolo” ci sono quelle di Garabandal. Nonostante la  notorietà del messaggio di Garabandal abbiamo deciso di non riportare tali profezie perché i vescovi locali nel corso degli anni non hanno riconosciuto l’autenticità di queste apparizioni (la Chiesa tuttavia non le ha mai condannate né ha mai stato imposto alcun divieto alla diffusione dei messaggi). Per maggiori informazioni consulta: Le apparizioni di Garabandal. Per approfondire l’argomento si consiglia inoltre la lettura del libro “L’Avvertimento” di Padre Philip Bebie.

2. La Croce nel cielo

“…La dolce Croce sarà il riparo dei cristiani…la Croce sarà così luminosa che in pieno giorno sarà più splendente del sole; nella notte Essa non si spegnerà, si allungherà ad una distanza immensa…. Una nube rossa e un rombo di tuono attraverserà tutto il cielo…a causa delle espiazioni che mi sono offerte Io ritardo il disastro.”

21 novembre 1912, messaggio di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia

“Scrivi questo: prima di venire come Giudice giusto, vengo come Re di Misericordia. Prima che giunga il giorno della giustizia, sarà dato agli uomini questo segno in cielo: si spegnerà ogni luce in cielo e ci sarà una grande oscurità su tutta la terra. Allora apparirà in cielo il segno della Croce e dai fori, dove furono inchiodati i piedi e le mani del Salvatore, usciranno grandi luci che per qualche tempo illumineranno la terra. Ciò avverrà poco tempo prima dell’ultimo giorno”

1934, messaggio di Gesù a Santa Faustina Kowalska, Polonia [b]

“Prima della grande tribolazione ci sarà un segno. Vedremo nel cielo una grande croce rossa in una giornata di cielo sereno, senza nuvole. Il colore rosso rappresenta il sangue di Gesù che ci ha redenti e il sangue dei martiri scelti da Dio nei giorni di buio. Questa croce verrà vista da tutti: cristiani, pagani, atei, ecc. ed anche da tutti coloro che sono “preparati” (ci sono persone che pur non avendo mai sentito parlare del Vangelo hanno la voce di Dio impressa nel santuario delle loro coscienze) i quali saranno guidati da Dio verso Cristo. Essi riceveranno la grazia di interpretare il significato della croce.”

11 settembre 1987, resoconto scritto da Fra’ David Lopez sulle rivelazioni della Madonna da lui ricevute a Medjugorje

IL CASTIGO DI DIO

1. Le profezie su un “grande Castigo”

“Verso la fine del mondo si verificherà un inusitato castigo dell’umanità.”

Profezia del XVII secolo, Ven. Maria di Agreda, Spagna [a, c, d]

“…Dio punirà il mondo quando gli uomini avranno ideato meravigliose invenzioni che li porteranno a dimenticare Dio. Avranno carrozze senza cavalli e voleranno come uccelli…”

XVIII secolo, profezia di Bernhardt Rembordt

“…Gli elementi stessi saranno sconvolti. Sarà come un piccolo Giudizio Generale. Una gran moltitudine di persone perirà in questi tempi di calamità…”

XVIII secolo, profezia di Padre Nectou [a, d, y]

“…Dio manderà due castighi: uno sarà sotto forma di guerre, rivoluzioni e altri mali; avrà origine sulla terra. L’altro sarà mandato dal Cielo. Verrà sopra la terra l’oscurità immensa che durerà tre giorni e tre notti.”

XIX secolo, profezia della Beata Anna Maria Taigi, Siena [a, d, j, l]

“Vedo il Signore mentre flagella il mondo e lo castiga in una maniera orribile tanto che pochi uomini e donne resteranno… Il Signore mi ha mostrato quanto sarà bello il mondo dopo questo terribile castigo. Le persone saranno come i cristiani della Chiesa primitiva”

XIX secolo, profezia della Ven. Madre Agnese Steiner [a]

“Per lungo tempo Dio è stato paziente con la corruzione morale… Egli distruggerà metà dell’umanità.”

XIX secolo, profezia di fra’ Rocco [a, d]

“…Prima che giunga questo flagello i mali del mondo si accresceranno in modo che sembreranno usciti i demoni dall’inferno e i buoni vivranno in un vero martirio per le persecuzioni dei cattivi…”

XIX secolo, profezia del Ven. Padre Bernardo M. Clausi   [a, x]

“Le cose devono giungere al colmo, e quando la mano dell’uomo non potrà più fare nulla e che tutto sembrerà perduto, allora Iddio vi porrà la sua…”

XIX secolo, profezia del Ven. Padre Bernardo M. Clausi   [x]

 

“Tale flagello sarà generale per tutto il mondo, e a quelli che rimarranno sembrerà di essere rimasti soli per la terribilità del medesimo.”

XIX secolo, profezia del Ven. Padre Bernardo M. Clausi   [a, x, y]

“…il flagello sarà tutto sugli empi e sarà grande e terribile e generale per tutto il mondo e al sopravvenire di questo flagello non si potrà fare altro che pregare… Dopo questo spaventoso caos rinascerà l’ordine, si farà giustizia a tutti e tale sarà il trionfo della Chiesa che non ne avrà mai avuto uno di simile.”

XIX secolo, profezia del Ven. Padre Bernardo M. Clausi   [x]

“…e allora tutti saranno buoni e penitenti. Questo flagello sarà istantaneo, di breve durata, ma terribile”

XIX secolo, profezia del Ven. Padre Bernardo M. Clausi   [a, y]

“…per le tante iniquità che si commettono, Dio ha stabilito di mandare un terribile castigo sopra la terra, per così lavare tante sozzure ed iniquità che si commettono. La preghiera delle anime che il Signore si degna per sua bontà chiamarle con il nome di sue predilette, queste con le loro preghiere vanno temporeggiando il tempo.

Ma pur verrà questo tempo terribile e tremendo, Dio chiuderà le sue orecchie e non ascolterà preghiera alcuna, ma portato dallo zelo di vendicare i torti gravissimi che riceve la sua divina giustizia, che armata mano tutti severamente punirà, senza che alcuno possa resistere né sfuggire dalla sua mano vendicatrice. Raccomandiamoci caldamente al Signore acciò si degni usarci misericordia.”

1820, dal diario della Beata Elisabetta Canori Mora [g]

“…fu al mio spirito, per mezzo di intellettuale cognizione, mostrato il grande castigo che Dio è per mandare sopra la terra, per le grandi iniquità che si commettono dalla maggior parte degli uomini. Oh quale spavento, oh quale orrore ne ebbe il povero mio spirito! Mi fu mostrato il braccio onnipotente di Dio che armato stava di forte e pesante flagello, per momentaneamente scaricarlo sopra di noi, miseri mortali. In questa afflittiva situazione vedevo l’umanità santissima di Gesù Cristo, che impediva al suo divino Padre di scaricare il funestissimo colpo, dove quasi tutti gli uomini sarebbero periti sotto sì spietato flagello. La povera anima mia, per il grande spavento di vedere lo sdegno di Dio, piena di santo timore, era tutta profondata in me stessa ed umiliata fino all’intimo del mio nulla, dal profondo del quale, con abbondanti lacrime ed infuocati sospiri chiedevo misericordia, offrendo di tutto cuore il sangue preziosissimo di Gesù e gli infiniti suoi meriti all’eterno divin Padre, acciò si degnasse di placare il suo giustissimo sdegno, irritato contro di noi, infelici peccatori.”

19 marzo 1820, visione della Beata Elisabetta Canori Mora [g]

“La crisi verrà per tutti repentina, i castighi saranno universali e si succederanno uno dopo l’altro senza interruzione.”

4 Gennaio 1884, messaggio a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [a, d]

“Molti uomini, trafiggono il cuore già tanto lacerato di Mio Figlio. Se gli uomini non si ravvederanno, il Padre infliggerà al mondo un grande castigo e tutto sarà disastro”

15 Giugno 1950, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“…Il Padre manderà un grande castigo sull’intero genere umano…”

13 Agosto 1951, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“Sta per iniziare una nuova guerra nella terra dove è nato il Salvatore, cioè il Mio amatissimo Figlio e non si fermerà. Sembra che fanno la pace ma non è vero, perché da lì nascerà la grande guerra, da lì viene il grande castigo dal cielo e dalla terra.”

10 Ottobre 1973, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“Tanti scienziati stanno inventando armi con le quali sarà possibile distruggere, in pochi attimi, gran parte dell’umanità…Dio castigherà l’umanità con maggiore severità che non abbia fatto col diluvio. Se tutto dovesse procedere come ora, e se l’umanità non si convertirà, vedrete come i grandi e i potenti, i piccoli e i deboli periranno insieme.”

23 Luglio 1973, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“Il mondo dovrà bere fino in fondo il calice dell’ira divina per i suoi innumerevoli peccati, che hanno ferito il Sacro Cuore di Gesù.”

1937, messaggio della Madonna alle veggenti di Heede, Germania [l]

“Facciano penitenza gli uomini per i loro peccati. Allontanatevi sinceramente dal male e pregate, pregate molto, perché l’ira di Dio si plachi. Recitate frequentemente il Santo Rosario, quella preghiera che può così tanto davanti a Dio. Meno divertimenti e passatempi. Io sono molto vicino; la terra tremerà… Sarà terribile. Un giudizio in piccolo… Ciò che accadrà sarà terribile, come mai si vide dall’inizio del mondo… supererà di gran lunga qualsiasi cosa mai avvenuta fino ad ora… Molti mi bestemmieranno e, a causa di questo, permetterò che si abbattano delle sventure sul mondo, poiché per tale mezzo molti si salveranno…”

1945, messaggio di Gesù alle veggenti di Heede, Germania [l]

“In questo momento le furie dell’Inferno sono sciolte. Il castigo di Dio è inevitabile… Accadrà improvvisamente. Fortunati coloro che sono già nella tomba. Li ho avvertiti e ho rinviato [il castigo], come feci con Sodoma; ma Sodoma non mi ascoltò, così come neanche oggi la gente mi ascolta, né segue le mie avvertenze. Perciò incorreranno nella triste esperienza della Mia ira, che essi meritano.”

6 settembre 1936, messaggio di Gesù a Teresa Neumann, Konnersreuth Germania [a, d]

Note: questa profezia è del 1936 (qualche anno prima che iniziasse la II Guerra Mondiale), quindi probabilmente il castigo di cui si parla è proprio il secondo conflitto mondiale. Anche a Fatima, 19 anni prima, la Madonna aveva predetto che se gli uomini non avessero smesso di offendere Dio ci sarebbe stata un’altra guerra, peggiore della I Guerra Mondiale, con cui Dio avrebbe castigato il mondo. Tuttavia è probabile che questa profezia di Teresa Neumann abbia uno spettro più ampio che abbraccia anche il futuro “grande castigo” di cui hanno parlato molti profeti.

“E’ prossimo a cadere sul mondo un terribile castigo, che sarà il peggiore che si sia mai verificato nella storia dell’umanità e che il Signore Gesù Cristo stesso ha qualificato come «Giudizio Finale in piccolo».”

1952, la mistica Teresa Neumann, Konnersreuth Germania

“Il mondo non merita più perdono ma fuoco, distruzione e morte. Deve esserci molta penitenza e preghiera da parte dei fedeli per mitigare il meritato castigo che ora viene trattenuto dall’intervento della Mia cara Madre che è Madre di tutti gli uomini. E’ prossimo il flagello che purificherà la terra dal male. La Giustizia Divina grida soddisfazione per le molte offese e i mali che coprono la terra. Nient’altro sarà tollerato. Gli uomini nella loro ostinazione si sono induriti nei loro errori e perciò non si rivolgono a Dio.”

1954, messaggio di Gesù alla Beata Elena Aiello, Calabria [l]

“…Il nono e il decimo segreto sono cosa grave. Sono un castigo per i peccati del mondo. La punizione è inevitabile perché non possiamo aspettarci una conversione del mondo intero. Il Castigo può essere attenuato attraverso la preghiera e la penitenza. Non può essere soppresso…”

Dalla lettera di Padre Tomislav Vlasic al Papa del 16.12.1983, dove riferisce le rivelazioni ricevute dalla veggente di Medjugorje Mirjana Dragicevic [n]

“…Affinché il mondo possa conoscere la Sua ira, il Padre Celeste si sta preparando a infliggere un grande Castigo su tutta l’umanità…”

6 Luglio 1973, messaggio della Vergine Maria a Suor Agnese Sasagawa, Akita [l]

“…Un Castigo peggiore del Diluvio sta per arrivare su questa povera e perversa umanità. Il fuoco scenderà dal Cielo e questo sarà il segno che la Giustizia di Dio ha fissato l’ora della Sua grande manifestazione…”

Settembre 1987, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi, Akita in Giappone [c]

“…Qui deve mostrarsi la costanza di tutti i piccoli bambini, che Io chiamo a consacrarsi al mio Cuore Immacolato, per vivere con Me i momenti conclusivi della battaglia e della caduta di Babilonia, quando la vigna della terra sarà vendemmiata e i grappoli saranno gettati nel tino della pigiatura, che rappresenta il grande castigo di Dio…”

15 agosto 1989, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi

“Sono la vostra Madre. Vi amo. Il mondo deve cambiare il suo comportamento. Il mondo deve cambiare. Una grande catastrofe verrà sul mondo. Dite loro di sbrigarsi. Questo è un ordine di Dio.

Il messaggio qui, è il messaggio di Medjugorje. I bambini di Medjugorje, sono i bambini qui.”

11 Giugno 1987, messaggio della Madonna a Beulah Lynch e Mark Treanor, Bessbrook [c]

“…Non tratterrò la Giustizia del Mio Padre Eterno se gli uomini non ritorneranno. Satana ha inculcato nelle loro menti che Dio non esiste. Guai a loro! Sull’umanità cadrà un grande castigo…”

1 Novembre 1987, Appello Divino n. 35 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

“…Figlia Mia, sono venuto ad esortare i peccatori a cambiare vita perché il castigo è vicino; la terra brucerà e sarà avvolta dal fumo, le strade saranno coperte di sangue…”

18 Ottobre 1987, Appello Divino n. 24 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

“…verranno mandate giù dal Cielo fiamme che distruggeranno tutti i peccatori e l’opera del Maligno; abissi, montagne e lava incandescente inghiottiranno interi villaggi. Terremoti, inondazioni, elettroesecuzioni, mari in tempesta, suicidi, droga e malattie di ogni genere. Che grande desolazione. Figli che si ribellano ai loro genitori, anime innocenti che vengono uccise, divorzi, comunisti e tutti i peccatori. Un giusto rigore grava su di loro.”

22 Novembre 1987, Appello Divino n. 40 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

Un messaggio simile a quello di Suor Anna Ali, appena proposto, è stato ricevuto da altre due mistiche: Catalina Rivas (26 luglio 1996) e Madre Elena Leonardi (28 luglio 1976).

“…Cari figli, dovete donarvi a Dio, perché ci sono gravissime punizioni per l’umanità.”

1 aprile 1987, messaggio della Madonna a Rosario Toscano, Belpasso

Rosario Toscano ha spiegato: “…Molti si sono chiesti se tali eventi spiacevoli siano molto dolorosi. Vi basti sapere che ho pianto per intere settimane e forse non avrei avuto più pace se il Cuore della nostra Madre non mi avesse consolato, e se la Grazia del Signore non mi avesse assistito.

Ora sono pieno di speranza nella bontà del Signore. Infatti Dio non vuole terrorizzare i suoi figli, ma li vuole ammonire proprio come il simbolo dei fianchi della Madonna cinti da una fascia bianca: Essere sempre pronti.”

11 maggio 1991, relazione di Rosario Toscano, Belpasso

“Figli miei, oggi sono venuta per chiedervi ancora una volta di pentirvi dei vostri peccati, se non vi pentirete Dio sarà in collera con voi. Ci saranno problemi nel mondo. Dio manderà la distruzione sul mondo e questa sarà veramente grande. L’Ira di Dio scenderà sulla terra…”

3 marzo 1995, messaggio della Madonna a Christiana Agbo, Aokpe Nigeria

“Avete quasi alle porte il castigo imposto dalla giustizia di Mio Padre, esso non può essere evitato, ma può essere mitigato attraverso la preghiera e la devozione al Mio Cuore.”

26 ottobre 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [f]

“…Tutto si compirà perché il cielo e la terra passeranno, ma le Mie parole non passeranno […] Mia Madre in altri tempi aveva annunciato il castigo, ma oggi l’ora è molto più vicina. I popoli più forti distruggeranno i più deboli. Tutti i diritti umani saranno oppressi. Sangue e fuoco su tutta la terra. Cose mai viste dalla creazione del mondo. Il Cielo non avrà che riflessi di fuoco; non sarà azzurro, ma carico del fumo dei mezzi di distruzione…La terra resterà avvolta da un manto nero.

Il tempo della vera Apocalisse è molto lontano e sarà voluto da Dio, mentre questo sarà voluto e preparato dall’uomo. Gerusalemme, Gerusalemme, quante volte ho voluto radunare i tuoi figli, come la chioccia riunisce i suoi pulcini sotto le sue ali e tu non hai voluto!”

23 gennaio 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [p]

Un messaggio identico a quello di Catalina Rivas, appena proposto, è stato ricevuto da Suor N.N. il 31 agosto 1968 [z]

“Gesù mi ha rivelato che stava per giungere sul mondo un castigo, e io pregavo perché Dio avesse Misericordia del mondo.”

12 Settembre 2002, la veggente di Conyers, Nancy Fowler

Vedi anche nella sezione “Messaggi celesti e testimonianze per la fede” il paragrafo: “Se il mondo non si converte conoscerà il rigore della giustizia divina”

2. Il fuoco dal cielo; la caduta sulla terra di un corpo celeste

“…Nel tempo in cui verrà demolito il vitello d’oro (sarà questo il tempo della bestia marina) vedrete segni in cielo e in terra…le stelle pioveranno sulla terra…Montagne invisibili passeranno nel cielo e, quando una di queste si vedrà, mancherà il tempo della preghiera. Sentirete allora il pianto di mille madri, perché mille uomini saranno schiacciati dalla montagna…”

XVIII secolo, profezia del monaco Basilio di Kronstadt, San Pietroburgo [q]

“…Fuoco e fumo sconvolgerà il mondo…Le acque degli oceani diventeranno fuoco e vapore. La schiuma si innalzerà, sconvolgerà l’Europa, e affonderà tutti in una lava di fuoco, e milioni di uomini e bambini periranno nel fuoco, e i pochi eletti rimasti invidieranno i morti. Perché da qualunque parte si volgerà lo sguardo, non si vedrà altro che sangue e morti e rovine in tutto il mondo…”

3 Gennaio 1952, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

Un messaggio simile a quello di Teresa Musco, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 26 marzo 1978.

“Rovina e morte verranno sul mondo. Verrà il flagello mai visto nella storia dell’umanità. Dal cielo cadrà su tutti i popoli della Terra. Gli empi saranno distrutti…”.

“Moriranno tutti?” – domanda Madre Elena, la Madonna risponde: “L’umanità sarà in parte distrutta…il mondo è in rovina; la Russia sarà bruciata; verrà desolazione e morte, fuoco mai visto sulla terra.”

23 luglio 1949, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria

“…il Castigo di fuoco si avvicina per purificare la terra dalle iniquità dei perversi.”

1955, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria

“Nubi con bagliori di incendio compariranno infine nel cielo e una procella di fuoco si abbatterà su tutto il mondo. Il terribile flagello, mai visto nella storia dell’umanità, durerà settanta ore.”

16 aprile 1954, messaggio alla Beata Elena Aiello, Calabria [j, l]

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 2 aprile 1976.

“Voglio che si sappia che il flagello è vicino: fuoco mai visto scenderà sulla terra e gran parte dell’umanità sarà distrutta… Quelli che resteranno troveranno nella mia protezione la misericordia di Dio, mentre tutti coloro che non vogliono pentirsi delle loro colpe periranno in un mare di fuoco!… La Russia sarà quasi completamente bruciata. Anche altre nazioni scompariranno. L’Italia sarà salvata in parte per il Papa.”

11 Aprile 1952, messaggio alla Beata Elena Aiello, Calabria [j]

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 2 aprile 1976.

“Alcune nazioni saranno purificate, mentre altre spariranno completamente.”

Messaggio alla Beata Elena Aiello, Calabria [l]

“La sciagura è su di voi come ai tempi di Noè. La distruzione verrà non per mezzo del Diluvio ma attraverso il fuoco. Un immenso fiume di fuoco distruggerà le nazioni per aver peccato davanti a Dio. Fin dall’inizio del mondo non c’è mai stata una «caduta» come quella che c’è oggi.”

20 Dicembre 1953, messaggio della Madonna a Hanya, Seredne Ucraina [c]

“…Sarà un castigo più grande del Diluvio, tale come non se ne è mai visto prima. Il fuoco cadrà dal cielo e spazzerà via una grande parte dell’umanità, i buoni come i cattivi, senza risparmiare né preti né fedeli. I sopravvissuti si troveranno così afflitti che invidieranno i morti…”

13 Ottobre 1973, messaggio della Vergine Maria a Suor Agnese Sasagawa, Akita [l]

“…Un fuoco non previsto discenderà su tutta la terra, ed una gran parte dell’umanità sarà distrutta. Questo sarà un tempo di disperazione per gli empi: con grida e bestemmie sataniche, pregheranno di essere ricoperti dalle montagne e cercheranno di trovare rifugio nelle caverne, ma inutilmente. Coloro che rimarranno troveranno la Misericordia di Dio in mio potere e protezione, mentre tutti coloro che si rifiuteranno di pentirsi dei loro peccati periranno in un mare di fuoco.”

2 aprile 1976, messaggio della Madonna a Madre Elena Leonardi, Roma [c, r]

“Hanno sacrilegamente violato le Mie Leggi, i Miei Comandamenti, hanno profanato la Mia Chiesa, hanno reso col loro fetore infernale l’aria irrespirabile, ma un fuoco dal cielo cadrà sulla terra e cancellerà ogni segno della follia umana, non rimarrà, per città e nazioni, pietra su pietra, finché non sarà placata l’ira tremenda di Dio.”

1 dicembre 1977, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [v]

“Oh, figlio mio, un fuoco cadrà dal cielo, voluto e provocato dall’uomo, dalla superbia dell’uomo, incenerirà tutto quanto è stato avvelenato e contagiato dall’uomo, per cui sarà l’uomo stesso giustiziere di sé stesso… Sono già segnati coloro che sfuggiranno al fuoco distruttore che ripulirà Chiesa e umanità dal luridume di cui sono intrise; saranno distrutte tutte le strutture scaturite dalla superbia e dalla follia umana che hanno reso umanità e Chiesa abominevoli al cospetto di Dio.”

4 dicembre 1977, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [v]

“…Il fuoco scenderà dal Cielo e questo sarà il segno che la Giustizia di Dio ha fissato l’ora della Sua grande manifestazione…”

Settembre 1987, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi, Akita in Giappone [c]

“…verranno mandate giù dal Cielo fiamme che distruggeranno tutti i peccatori e l’opera del Maligno; abissi, montagne e lava incandescente inghiottiranno interi villaggi…”

22 Novembre 1987, Appello Divino n. 40 di Gesù a suor Anna Ali, Kenia [e]

Un messaggio identico a quello di Suor Anna Ali, appena proposto, è stato ricevuto da altre due mistiche: Catalina Rivas (cfr. il messaggio riportato più avanti) e Madre Elena Leonardi il 28 luglio 1976

“L’uomo in questo momento sta abusando delle grazie ricevute e va verso la perdizione; se non ci sarà un cambiamento e un miglioramento di vita, egli soccomberà sotto il fuoco, la guerra e la morte.”

11 agosto 1987, messaggio della Madonna a Maria Esperanza Bianchini, Betania Venezuela [s]

“…il cielo farà piovere fuoco. Tutto questo verrà dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito di Dio.”

1 gennaio 1989, messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [c]

“…Il fuoco cadrà dal cielo. Questo sarà causato dall’uomo in questo decennio. Guai a questa generazione peccatrice. La Cina, la Russia e la Corea saranno coinvolte in una grande guerra.”

25 Agosto 1993, messaggio di Gesù a Nancy Fowler, Conyers

“L’umanità sta vivendo tempi peggiori di quelli del grande diluvio…Dal cielo cadranno fiamme che distruggeranno tutti i peccatori, assieme con l’opera del maligno; terremoti, abissi, montagne di lava incandescente inghiottiranno interi villaggi. Avrete inondazioni, tempeste elettriche, mari in tempesta, suicidi e pestilenze.”

26 luglio 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia [f]

3. I tre giorni di buio

“…Dio manderà due castighi: uno sarà sotto forma di guerre, rivoluzioni e altri mali; avrà origine sulla terra. L’altro sarà mandato dal Cielo. Verrà sopra la terra l’oscurità immensa che durerà tre giorni e tre notti. Nulla sarà visibile e l’aria sarà nociva e pestilenziale e recherà danno, sebbene non esclusivamente ai nemici della Religione. Durante questi tre giorni la luce artificiale sarà impossibile; arderanno soltanto le candele benedette. Durante tali giorni di sgomento, i fedeli dovranno rimanere nelle loro case a recitare il Rosario e a chiedere Misericordia a Dio… Tutti i nemici della chiesa (visibili e sconosciuti) periranno sulla Terra durante questa oscurità universale, eccettuati soltanto quei pochi che si convertiranno… L’aria sarà infestata da demoni che appariranno sotto ogni specie di orribili forme… Dopo i tre giorni di buio, San Pietro e San Paolo… designeranno un nuovo papa… Allora il Cristianesimo si diffonderà in tutto il mondo.”

XIX secolo, profezia della Beata Anna Maria Taigi, Siena [a, d, j, l]

“La morte degli impenitenti persecutori della Chiesa avverrà durante i tre giorni di buio. Colui che sopravviverà ai tre giorni di tenebra e di pianto, apparirà a se stesso come l’unico sopravvivente sulla terra, perché di fatto il mondo sarà coperto di cadaveri”.

XIX secolo, profezia di San Gaspare del Bufalo, Italia [a, c, d, j, l]

“…Verso la fine, l’oscurità ricoprirà la Terra…”

Profezia del XIX secolo, l’Estatica di Tours [d, l]

“…Durante l’oscurità che durerà tre giorni, la gente che si è data alle vie del male perirà, così che solo un quarto del genere umano sopravviverà…”

Profezia del XIX secolo, Santa Maria di Gesù Crocifisso [a, c, d, j, l]

“Verranno tre giorni di continua tenebre. Durante tali tenebre spaventose, solo le candele di cera benedetta faranno lume. Una candela durerà per tre giorni; però nelle case degli empi non arderanno. Durante questi tre giorni i demoni appariranno in forma abominevole e faranno risuonare l’aria di spaventevoli bestemmie. Raggi e scintille penetreranno nelle dimore degli uomini, però non vinceranno la luce delle candele benedette che non saranno spente né da venti né da tormente o terremoti. Una nube rossa come il sangue attraverserà il cielo; il rombo del tuono farà tremare la Terra. Il mare riverserà le sue onde spumose sulla Terra. La Terra si muterà in un immenso cimitero. I cadaveri degli empi come dei giusti copriranno il suolo. La carestia che seguirà sarà grande; tutta la vegetazione della Terra sarà distrutta, come pure saranno distrutti i tre quarti del genere umano. La crisi verrà per tutti repentina, i castighi saranno universali e si succederanno uno dopo l’altro senza interruzione.”

XIX-XX secolo, messaggio di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [a, d, j, l]

“Io verrò sul mondo peccatore con un terribile rombo di tuono, in una fredda notte d’inverno. Un caldissimo vento del Sud precederà questa tempesta e pesanti chicchi di grandine scaveranno la terra. Da una massa di nuvole rosso-fuoco lampi devastatori saetteranno, incendiando e riducendo tutto in cenere. L’aria si riempirà di gas tossici e di esalazioni letali che, a cicloni, sradicheranno le opere dell’audacia e della follia e della volontà di potenza della Città della notte…Quando in una fredda notte d’inverno, il tuono romberà…allora chiudete molto in fretta porte e finestre…I vostri occhi non devono profanare il terribile avvenimento con sguardi curiosi…riunitevi in preghiera dinanzi al Crocifisso, ponetevi sotto la protezione di Mia Madre Santissima. Non lasciatevi prendere da alcun dubbio riguardo alla vostra salvezza…Accendete le candele benedette, recitate il Rosario. Perseverate tre giorni e due notti…Io, vostro Dio, avrò purificato tutto… Magnifico sarà il Mio regno di pace…”

XIX-XX secolo, messaggio di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [a2]

“I tre giorni di tenebre saranno di giovedì, venerdì e sabato…tre giorni meno una notte…”

XIX-XX secolo, messaggio a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [m]

“Durante questi tre giorni di oscurità terrificante, non deve essere aperta nessuna finestra, perché nessuno riuscirà a vedere la terra e il colore terribile che essa avrà in quei giorni di punizione, senza che muoia immediatamente…”

XIX-XX secolo, messaggio a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [m]

“Il cielo sarà in fiamme, la terra si spaccherà…Durante questi tre giorni di oscurità lasciate accese le candele benedette dappertutto, nessuna altra luce risplenderà…”

XIX-XX secolo, messaggio a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [m]

“Nessuno fuori dalla sua abitazione…sopravviverà. La terra tremerà come al giudizio e la paura sarà grande…”

8 dicembre 1882, messaggio a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [m]

“…Tutto tremerà tranne il mobile sul quale brucia la candela benedetta. Questo non tremerà. Vi riunirete tutti con il crocifisso e con la Mia immagine benedetta. Questo è ciò che terrà lontano questo terrore.”

XIX-XX secolo, messaggio della Madonna a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [m]

“Tre quarti della popolazione del globo sparirà. Metà della popolazione della Francia verrà distrutta.”

XIX-XX secolo, messaggio a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [m]

“Il cielo si ammantò di nera caligine, scoppiando i fulmini più tremendi, dove incenerivano, dove bruciavano; la terra, non meno che il cielo, era sconvolta. I terremoti più orribili, le voragini più rovinose facevano le ultime stragi sopra la terra. In questa guisa furono separati i buoni cattolici dai falsi cristiani. Molti di quelli che negavano Dio lo confessavano e lo riconoscevano per quel Dio che egli è. Tutti lo stimavano, lo adoravano, lo amavano. Tutti osservavano la sua santa legge. Tutti i religiosi e religiose si sistemavano nella vera osservanza delle loro regole. Il clero secolare era l’edificazione della santa Chiesa. Nelle religioni fiorivano uomini di molta santità e dottrina, e di vita molto austera. Tutto il mondo era in pace.”

XIX secolo, visione della Beata Elisabetta Canori Mora [g]

“…tutto il mondo sarà in rivolta e si uccideranno gli uni con gli altri, si trucideranno tra loro senza pietà. …la mano vendicatrice di Dio sarà sopra questi infelici, e con la sua onnipotenza punirà il loro orgoglio e la loro temerarietà e sfacciata baldanza, si servirà Dio della potestà delle tenebre per sterminare questi settari, uomini iniqui e scellerati, che pretendono di atterrare, di sradicare dalle sue profonde radici, di buttar giù dai suoi più profondi fondamenti la nostra santa madre Chiesa cattolica.

…con un solo cenno della sua destra mano onnipotente punirà questi iniqui, permettendo alla potestà delle tenebre di sortire dall’inferno, e queste grandi legioni di demoni scorreranno tutto il mondo, e per mezzo di grandi rovine eseguiranno gli ordini della divina giustizia, a cui questi maligni spiriti sono soggetti, sicché né più né meno di quanto lo permetterà Dio potranno danneggiare gli uomini e le loro sostanze, le loro famiglie, i loro poderi, villaggi, città, case e palazzi, e ogni altra cosa che sussisterà sopra la terra…

Permetterà Dio che siano castigati questi uomini iniqui dalla crudeltà dei fieri demoni… mi fu mostrato l’orrido carcere infernale. Vedevo aprirsi dal profondo cupo della terra una tenebrosa e spaventevole caverna, piena di fuoco, dove vedevo sortire tanti demoni, i quali, presa chi una figura e chi un’altra, chi da bestia, chi umana, venivano tutti ad infestare il mondo e fare dappertutto stragi e rovine.

…[i veri e buoni cristiani] in loro favore avranno il valevole patrocinio dei gloriosi santi apostoli san Pietro e san Paolo. Questi vigileranno alla loro cura e custodia, acciò quei maligni spiriti non possano nuocere né la loro roba né le loro persone; ma questi buoni cristiani saranno preservati ed immuni dalle spietate rovine che faranno questi maligni spiriti, con il permesso di Dio e non altrimenti, mentre questo immenso Dio è l’assoluto padrone del cielo e della terra e dell’inferno, la cui tenebrosa potestà non può farci alcun danno senza il suo sommo permesso, senza la sua volontà.

…puniti gli empi con morte crudele, demoliti questi indegni luoghi, vidi ad un tratto rasserenare il cielo, …si vide sulla terra apparire un bello splendore, che annunziava la riconciliazione di Dio con gli uomini; dai santi angeli fu condotto il piccolo gregge di Gesù Cristo avanti al trono del gran principe san Pietro. Questo gregge era quel suddetto gregge di buoni cristiani, … fu riordinata tutta la Chiesa secondo i veri dettami del santo Evangelo, …tutto era ordinato all’amore di Dio e del prossimo.”

XIX secolo, visione della Beata Elisabetta Canori Mora [g]

“Nubi con bagliori di incendio compariranno infine nel cielo e una procella di fuoco si abbatterà su tutto il mondo. Il terribile flagello, mai visto nella storia dell’umanità, durerà settanta ore. Gli empi saranno polverizzati e molti andranno perduti nell’ostinatezza del loro peccato. Allora si vedrà la potenza della luce sulla potenza delle tenebre. Le ore delle tenebre sono vicine.”

16 aprile 1954, messaggio alla Beata Elena Aiello, Calabria [j, l]

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 2 aprile 1976.

“Si oscurerà il Cielo… Cadranno le tenebre su tutta la terra. La terra sarà avviluppata in un nero mantello per giorni e per notti! Ma non è ancora la fine del mondo perché il Signore non intende per il momento distruggere il suo capolavoro… Sarà il simbolo delle tenebre dell’intelletto dell’uomo e farà buio su tutta la terra fino a quando gli atei, coloro che non credono in Dio, i costruttori dei mezzi di distruzione leveranno anch’essi gli occhi verso il cielo sbalorditi e attoniti per implorare un barlume di luce. Dopo ritornerà a splendere il sole. Non ti dico che queste cose si avvereranno proprio adesso. È ancora tempo di Misericordia e di Perdono e bisogna implorarli con tutte le vostre forze.”

3 gennaio 1968, messaggio a Suor N.N, Italia [z]

“Quel giorno un carro di fuoco attraverserà tutto l’universo, lasciando dietro di sé una forte luce a voi sconosciuta. Quello sarà l’avviso che il castigo di Dio è vicino. La terra tremerà, il sole girerà su sé stesso con grandi esplosioni; la luna sarà a lutto. Tutto questo avverrà in un tempo di circa mezz’ora. In quel momento il cielo sarà libero da ogni nube e il fenomeno miracoloso sarà visibile da ogni parte della Terra. E il sole si allontanerà e un forte rombo di tuono scuoterà la terra e sarà il buio. Tutte le bocche infuocate, le cui emanazioni gli scienziati chiamano fenomeni, presto si metteranno in eruzione, e così un giorno anche la terra diventerà simile a magma infuocato e sommergerà paesi, città e nazioni. Durante i tre giorni di tenebre i persecutori della Chiesa saranno annientati. La potenza che viene dall’alto e la terra si avvicineranno; il fuoco sarà su tutta la terra ed il mondo sarà coperto da cadaveri… Durante i tre giorni di buio nulla sarà visibile agli uomini. L’aria diventerà pestilenziale e recherà grave danno… Verrà un nuovo mondo…”

15 maggio1977, messaggio di Gesù a Enzo Alocci, Porto Santo Stefano in Grosseto

“La Santa Vergine ha detto che la terrà andrà fuori della sua orbita per tre giorni. A quel punto, la seconda Venuta di Cristo sarà vicina. Il diavolo assumerà il controllo del mondo. Durante quei giorni le famiglie dovrebbero restare in continua preghiera. Per via dei falsi profeti, che falsificheranno le parole di Cristo, dobbiamo essere in stato di grazia in modo tale da poter discernere il bene dal male…

Non dobbiamo aprire le porte delle nostre case a nessuno. Dobbiamo soltanto continuare a pregare. La Vergine ha detto che sarebbe meglio che non guardassimo neanche fuori dalla finestra, perché vedremmo la giustizia di Dio sulla gente. Sarà così terribile che non vorremo vedere tutto ciò.”

La veggente Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [c]

“Si avvicinano giorni di tenebre, ma più grandi delle tenebre sulla terra sono le tenebre dell’anima.”

2 dicembre 1989, messaggio della Madonna a Patricia Talbot, Cuenca, Ecuador [w]

“Durante questi tre giorni di buio non verrà lasciato all’inferno nemmeno un demone. Tutti saranno sulla terra. Quei tre giorni saranno talmente bui che non riusciremo a vedere neanche le mani davanti alla faccia.

In quei giorni quelli che non sono in stato di grazia moriranno di terrore a causa dei terribili demoni che vedranno. La Madonna mi disse di chiudere tutte le porte e le finestre e di non rispondere a nessuno che chiami da fuori. La più grande tentazione che avremo sarà dovuta al diavolo che imiterà la voce dei nostri cari. Mi disse: «Vi prego non prestategli ascolto perché quelli non sono i vostri cari; sono i demoni che cercano di attirarvi fuori di casa»… La Madonna mi ha detto che Dio ha scelto alcune persone che saranno martiri all’inizio dei tre giorni di buio, ma esse non dovranno aver paura, Dio darà loro perseveranza e, dopo il martirio, gli angeli le porteranno in Cielo in anima e corpo.

Lei insiste sul fatto che preghiamo il Signore che quei giorni non vengano in inverno e che non ci siano donne incinte sul punto di partorire; perché se accadranno in inverno il freddo sarà intenso, non ci sarà nessun mezzo di riscaldamento artificiale e le donne che stanno per partorire non avranno alcuna assistenza medica… Mi disse che le ore di buio saranno esattamente 72 e il solo mezzo per contarle saranno gli orologi meccanici, perché non ci sarà elettricità.

Dopo questa purificazione sarà primavera. Tutto sarà verde e tutto sarà pulito. L’acqua sarà cristallina, anche l’acqua nei rubinetti delle case. Non ci sarà contaminazione nell’acqua, né nell’aria, né nei fiumi… I giorni di buio saranno molto difficili per le persone sole e per i genitori in famiglie dove ci sono figli adulti, perché fuori sentiranno le loro voci.

I genitori, specialmente i padri, devono insegnare ai figli e alle figlie a pregare. Durante le ore del buio la preghiera dei bambini sarà miracolosa.”

11 settembre 1987, resoconto scritto da Fra’ David Lopez sulle rivelazioni della Madonna da lui ricevute a Medjugorje

“Non abbiate paura dei tre giorni di buio che verranno sulla terra, perché quelli che vivono il Mio messaggio e seguono una vita di preghiera interiore saranno avvertiti da una voce interiore, da tre giorni a una settimana prima che si verifichino.

I Miei figli devono continuare a pentirsi dei loro peccati e devono pregare di più, come Io ho raccomandato. Dovrebbero procurarsi dell’Acqua Santa, articoli religiosi benedetti ed avere una speciale devozione al Sacro Cuore di Gesù, lasciando sempre un «lume della Vigilia» acceso davanti a Lui… Io sarò con voi durante il tempo dell’angoscia e i Miei figli possono invocare Me per trovare un sicuro rifugio…”

14 agosto 1987, messaggio della Madonna a Fra’ David Lopez, Medjugorje

“Satana è davvero all’opera e durante il tempo dei tre giorni di buio i demoni agiranno con più accanimento perché quello sarà il loro momento. Grazie al Rosario Satana non può sconfiggere i miei figli.”

21 ottobre 1994, messaggio della Madonna a Christiana Agbo, Aokpe Nigeria

“Figli miei, oggi sono venuta per chiedervi ancora una volta di pentirvi dei vostri peccati, se non vi pentirete Dio sarà in collera con voi. Ci saranno problemi nel mondo. Dio manderà la distruzione sul mondo e questa sarà veramente grande. L’Ira di Dio scenderà sulla terra. Durante i tre giorni di buio il tuoni e i lampi scuoteranno il mondo.”

Christiana chiede cosa dovremmo fare durane i tre giorni di buio. La Madonna risponde:

“Dovreste prendere il Crocifisso e pregare. Niente darà luce tranne le candele benedette.”

Quando Christiana chiede come potremmo evitare il tre giorni di buio la Madonna risponde che dovremmo pregare e smettere di commettere peccati.

3 marzo 1995, messaggio della Madonna a Christiana Agbo, Aokpe Nigeria

 

Christiana descrive una visione avuta nell’agosto del 1995:

“Sono entrata e nessuno dei miei compagni di preghiera era con me. Ero sola nella stanza. Incominciarono i tre giorni di buio e io iniziai a pregare…si sentiva un suono terrificante fuori. La gente cercava di nascondersi come poteva. C’erano venti violenti, tuoni e un terremoto. Quello che il diavolo stava facendo alla gente di fuori era terribile.”

22 agosto 1995, visione ricevuta da Christiana Agbo, Aokpe Nigeria

COME SARÀ L’ERA DI PACE.
GLI EVENTI E I PERSONAGGI CHE NE FAVORIRANNO L’AVVENTO

1. Il Grande Monarca e il Papa Santo

“Verrà il giorno in cui i nemici di Cristo si vanteranno di aver conquistato il mondo intero. Essi diranno: ora i cristiani non possono sfuggirci! Ma un Grande Re sorgerà per combattere i nemici di Dio. Egli li sconfiggerà, verrà concessa al mondo la pace e la Chiesa sarà liberata dalle sue angosce.”

III-IV secolo, profezia di San Metodio [d, l]

“Nell’ultimo periodo [verso la fine dell’Era di Pace, poco prima del tempo dell’Anticristo; N.d.R.] i cristiani non sapranno apprezzare la grande grazia di Dio che avrà mandato il Grande Monarca, un lungo periodo di pace e una meravigliosa fecondità della terra…”

III-IV secolo, profezia di San Metodio [k, l]

“Il Grande Monarca sarà in guerra fino all’età di 40 anni; un Re del Casato del Giglio, egli radunerà grandi eserciti per scacciare i tiranni dal suo impero… Sottometterà Cipro, i turchi e i barbari e farà sì che tutti adorino il Crocifisso. Alla fine deporrà la corona a Gerusalemme.”

VI secolo, profezia di San Cataldo di Taranto [a, d, l]

Note: Il giglio è un simbolo della monarchia francese.

“Verrà in soccorso delle province un principe che è stato esiliato in gioventù e che riacquisterà la corona dei gigli. Questo principe estenderà il suo dominio sull’intero universo. Nello stesso periodo ci sarà un grande Papa che sarà eccelso in santità e perfetto in ogni qualità. Questo Papa avrà al suo fianco il Grande Monarca, un uomo di grandi virtù, che sarà un discendente della santa stirpe dei re francesi. Il Grande Monarca assisterà il Papa nella riforma di tutta la terra. Molti principi e nazioni che stanno vivendo nell’errore e nell’empietà si convertiranno e una mirabile pace regnerà fra gli uomini per molti anni, perché l’ira di Dio sarà stata placata con il loro pentimento, la penitenza e le buone opere. Ci sarà una legge comune, una sola fede, un battesimo, una religione. Tutte le nazioni riconosceranno la Santa Sede di Roma e tributeranno il giusto omaggio al Papa…”

VI secolo, profezia di San Cesario di Arles [a, l, y]

“La pace ritornerà nel mondo quando il Fiore Bianco prenderà nuovamente possesso del trono di Francia…”

XII secolo, profezia di Santa Ildegarda [a, d, l]

Note: In molte profezie il Grande Monarca viene chiamato “fiore di giglio” o “fiore bianco”. Il giglio è un simbolo della monarchia francese.

“…Il Grande Monarca e il Grande Papa precederanno l’Anticristo. Le nazioni saranno in guerra per quattro anni ed una grande parte del mondo sarà distrutta…”

Profezia del XIII secolo, Abate Werdin d’Otranto [a, d, l]

“…Il Papa cambierà la sua residenza e la Chiesa non sarà difesa per venticinque mesi o più, perché durante tutto quel tempo non ci sarà Papa a Roma… un giovane Principe riacquisterà la Corona dei Gigli ed estenderà il suo dominio su tutto il mondo… Dopo molte tribolazioni, un Papa sarà eletto fra coloro che saranno sopravvissuti alle persecuzioni. Con la sua santità egli riformerà il clero, e il mondo intero venererà la Chiesa per la sua santità, virtù e perfezione.”

XIII secolo, profezia di Giovanni di Vatiguerro [a, c, d, l]

“L’Aquila Bianca [il Grande Monarca; N.d.R.], su ordine dell’Arcangelo Michele, scaccerà la ‘mezzaluna’ dall’Europa, dove rimarranno solo i cristiani; egli regnerà da Costantinopoli. Un’era di pace e di prosperità inizierà per il mondo…”

1600, profezia di Fra’ Johannes [a]

“…Dio eleverà un santo Papa e gli Angeli si rallegreranno. Questo uomo illuminato da Dio attraverso la sua santità ricostruirà quasi tutto il mondo. Condurrà tutti alla vera Fede. Dappertutto prevarranno il timor di Dio, la virtù e la moralità. Egli riporterà all’ovile tutte le pecore smarrite e sulla terra ci sarà un’unica Fede, una sola legge, una sola regola di vita e un solo battesimo. Tutti gli uomini si ameranno reciprocamente e faranno il bene, e tutti i dissidi e le guerre cesseranno.”

1600, profezia di Fra’ Johannes [a, d, l]

“Eserciti provenienti da ovest, est e nord combatteranno assieme in Italia e l’Aquila [il Grande Monarca; N.d.R.] catturerà il falso re; ogni cosa sarà resa obbediente alla sua autorità, e nel mondo ci sarà una nuova riforma.”

Profezia del XIV secolo, San Vincenzo Ferrer [a, d, l]

“L’Aquila [il Grande Monarca; N.d.R.] invaderà anche i paesi maomettani e porterà il mirabile segno nella terra della promessa. La pace e l’abbondanza ritorneranno nel mondo.

Distruggerà le sette giudaiche e maomettane, e restaurerà la chiesa di Santa Sofia [a Istanbul (l’antica Costantinopoli). Fu la più grande chiesa della cristianità fino al 1453, quando Costantinopoli cadde in mano ai Turchi-Ottomani che la trasformarono in una moschea aggiungendo i minareti ed altri elementi caratteristici del culto musulmano; N.d.R.] e tutta la terra godrà di pace e prosperità, e nuove città verranno edificate in molti luoghi.”

XIV secolo, profezia di Santa Brigida di Svezia [a]

“… [il Grande Monarca] durante la sua infanzia sarà come un santo; nella sua giovinezza un grande peccatore; quindi si convertirà completamente a Dio e farà grande penitenza; i suoi peccati saranno perdonati e lui diventerà un grande santo.”

XV secolo, profezia di San Francesco da Paola [a, l, t]

“[Il Grande Monarca] Sarà il fondatore di un nuovo ordine religioso diverso dagli altri. Lo dividerà in tre classi, ovvero cavalieri militari, sacerdoti solitari, e frati ospitalieri molto pii. Questo sarà l’ultimo ordine religioso nella Chiesa, e farà più bene per la nostra santa religione di tutte le altre istituzioni religiose.”

XV secolo, profezia di San Francesco da Paola [a, l]

“[Il Grande Monarca] Con la forza delle armi prenderà possesso di un grande regno. Distruggerà la setta di Maometto, estirperà tutti i tiranni e le eresie. Porterà il mondo ad uno stile di vita santo. Ci sarà un solo gregge e un solo Pastore. Egli regnerà fino alla fine dei tempi. Su tutta la terra ci saranno soltanto dodici re, un solo imperatore e un solo papa. I ricchi saranno molto pochi, ma tutti santi.”

XV secolo, profezia di San Francesco da Paola [a, l]

“In ogni periodo di tribolazione Dio ha aiutato la Sua Chiesa, e lo farà anche nel tempo che precede la venuta dell’Anticristo. Egli innalzerà dal cuore della Sua Chiesa un sovrano cristiano che compirà le più mirabili gesta. Con l’aiuto divino, questo regnante non soltanto riporterà alla vera fede le anime che vivono in errore ma impartirà anche un colpo pesante sui nemici dell’impero, i turchi; scaccerà il loro impero e ristabilirà il Cristianesimo.”

XVII secolo, profezia di Dionisio di Lützenburg [a]

“Un grande principe del Nord con un esercito molto potente attraverserà tutta l’Europa, estirperà tutte le repubbliche e sterminerà tutti i ribelli. La sua spada, mossa dalla potenza divina, difenderà valorosamente la Chiesa di Gesù Cristo.

Egli combatterà in favore della vera fede ortodossa, e assoggetterà al suo dominio l’Impero Maomettano. Verrà un nuovo pastore della Chiesa universale… in semplicità di cuore e adorno delle dottrine di Gesù Cristo. La pace verrà ristabilita nel mondo.”

XVII secolo, profezia di Rudolph Gekner [a, d, l]

“…Il quinto periodo della Chiesa, che iniziò attorno al 1520, terminerà con l’arrivo del Papa Santo e del potente Monarca che è chiamato «Aiuto da Dio» perché ripristinerà ogni cosa…”

Profezia del XVII secolo, Ven. Bartolomeo Holzhauser [d, l]

“Il sesto periodo inizierà con il potente Monarca e il Pontefice Santo… durerà fino alla rivelazione dell’Anticristo. In questo periodo, Dio consolerà la Sua Santa Chiesa per le afflizioni e le grandi tribolazioni che ha patito durante il quinto periodo. Tutte le nazioni diverranno cattoliche. Le vocazioni saranno abbondanti come non mai, e tutti gli uomini cercheranno solo il Regno di Dio e la Sua giustizia. Gli uomini vivranno in pace e questa verrà concessa perché la gente farà pace con Dio. Essi vivranno sotto la protezione del Grande Monarca e dei suoi successori.

Durante il quinto periodo abbiamo visto solo calamità e devastazione, oppressione dei cattolici da parte di tiranni ed eretici, esecuzioni di re e cospirazioni per instaurare repubbliche. Ma, per mano di Dio onnipotente, durante il sesto periodo avverrà un così meraviglioso cambiamento che nessuno può umanamente immaginarlo.

Il potente Monarca, che sarà inviato da Dio, estirperà tutte le repubbliche. Sottometterà tutto alla sua autorità e mostrerà grande zelo per la vera Chiesa di Cristo.

L’impero dei maomettani sarà distrutto e questo monarca regnerà in oriente come in occidente. Tutte le nazioni verranno ad adorare Dio nella vera fede cattolica e romana. Ci saranno molti santi e dottori [della Chiesa] sulla terra. La pace regnerà su tutta la terra perché Dio legherà Satana per un certo numero di anni prima dei giorni del figlio della perdizione. Nessuno potrà distorcere la parola di Dio, durante il sesto periodo ci sarà un Concilio ecumenico che sarà il più grande di tutti i concili. Con la grazia di Dio, con la potenza del Grande Monarca, con l’autorità del Santo Pontefice e con l’unione di tutti i prìncipi più devoti, l’ateismo e ogni eresia saranno banditi dalla terra. Il Concilio definirà il vero senso della Sacra Scrittura e ciò sarà creduto e accettato da tutti.”

XVII secolo, profezia del Ven. Bartolomeo Holzhauser [a, d, l]

“Quando tutto sarà in rovina a causa della guerra; quando i cattolici saranno attaccati duramente da traditori della stessa religione ed eretici; quando alla Chiesa e ai suoi servi verranno negati i loro diritti, le monarchie saranno state abolite e i loro sovrani uccisi, allora la mano di Dio Onnipotente opererà un meraviglioso cambiamento, qualcosa di apparentemente impossibile, secondo la ragione umana…

Sorgerà un valoroso re consacrato da Dio. Sarà un cattolico e un discendente di Luigi IX, ma anche un discendente di un’antica famiglia imperiale germanica, nato in esilio. Egli regnerà sovrano nelle questioni temporali. Nello stesso tempo, il Papa regnerà sovrano nelle questioni spirituali. Le persecuzioni cesseranno e la giustizia regnerà…”

XVII secolo, profezia del Ven. Bartolomeo Holzhauser [a, d]

“Colonia sarà il teatro di una terribile battaglia. Là verranno massacrati molti stranieri: uomini e donne combatteranno per la loro fede. Sarà impossibile impedire questa orribile devastazione. La gente camminerà nel sangue che gli arriverà fino alle caviglie. Finalmente apparirà un re straniero che otterrà una vittoria per la causa dei giusti. I restanti nemici si ritireranno nel «paese della betulla». Là verrà combattuta l’ultima battaglia per la giusta causa.

A quel tempo la Francia sarà divisa. L’impero tedesco sceglierà un uomo semplice come imperatore, egli regnerà per breve tempo. Il suo successore sarà l’uomo che il mondo aveva tanto agognato. Verrà chiamato Imperatore Romano e darà la pace al mondo. Seguirà un’epoca di bontà e felicità. Dio sarà lodato sulla terra e non ci sarà più guerra.”

XVIII secolo, profezia di Bernhardt Rembordt [a, d, l]

Note: Il «paese della betulla» è il territorio della Germania conosciuto oggi come Westfalia. Molte altre profezie parlano di questa battaglia; alcune profezie fanno cenno anche a una precedente battaglia che avrà luogo a Colonia.

“Quando si compiranno quelle cose che produrranno il trionfo della Chiesa… Un uomo poco amato dalla Francia verrà posto sul trono; sarà fatto re un uomo del casato di Orleans.”

XVIII secolo, profezia di Padre Nectou [a, d, l]

“La vendetta celeste si avvicina! Il tempo stringe! Penitenza o peccatori! L’iniquità ha inondato la terra…la morte mieterà preti, monaci, e laici; le altezze saranno abbattute… Chiesa di Dio, tu gemerai! Ministri del Signore, voi piangerete sopra nuove profanazioni… La terra colpevole sarà purificata… Un fiore di giglio risplendente esce da una nube… Gloria a Dio! La fede rinasce; un uomo, strumento di Dio, viene a riaccendere il candelabro. Beati coloro che saranno sopravvissuti! Gloria à Dio!”

XVIII secolo, profezia di Padre Callisto [j]

“Il clero cattolico e il popolo eleggeranno il Papa vero e legittimo, che sarà un uomo di grande santità e bontà di vita…

Un discendente della stirpe carolingia, da tutti considerata estinta, verrà a Roma e osserverà ammirato la pietà e la clemenza di questo Pontefice, il quale lo incoronerà e dichiarerà che egli è il legittimo Imperatore dei romani. Dal trono di Pietro il papa leverà lo stendardo, il crocifisso, e lo darà al nuovo Imperatore. Questo nuovo Imperatore con la robusta gente italiana, francese e di altre nazioni formerà il più potente degli eserciti che sarà chiamato l’Esercito della Chiesa, attraverso il quale distruggerà l’Impero Ottomano [probabilmente un impero mussulmano; N.d.R.] e tutte le eresie…

Il suddetto nuovo Imperatore, con l’assistenza di Dio e del Papa, coopererà nella riforma degli abusi; assumerà la direzione dei governi temporali; assegnerà una pensione decente al Supremo Pontefice e anche ai vescovi e al clero, ed essi, essendo stati liberati da ogni avidità terrena, vivranno in pace, che durerà fino alla fine dei tempi.

…il Papa sceglierà dodici persone della sua religione che manderà per il mondo con la missione di predicare. Essi avranno il potere di convertire le nazioni alla fede di nostro Signore Gesù Cristo, tranne gli ebrei che sono riservati per la fine del mondo.”

XVIII secolo, profezia di un padre cappuccino [a, d, j, l]

“Fintanto che ci sarà la preghiera pubblica, non accadrà niente; ma verrà il tempo in cui la preghiera pubblica cesserà. La gente dirà: le cose resteranno come sono. Sarà allora che accadrà la grande calamità… Queste prove non dureranno per molto tempo, perché nessuno potrebbe sopportarle. Quando tutto sembrerà perduto, tutto verrà salvato.

Sarà allora che il Principe regnerà, sarà voluto dal popolo che prima non ne aveva stima. In quel tempo il trionfo della religione sarà così grande che nessuno ne ha mai visto di uguali. Si porrà riparo a tutte le ingiustizie, le leggi civili saranno fatte in armonia con le leggi di Dio e della Chiesa. L’istruzione data ai bambini sarà profondamente cristiana! Verranno ristabilite le pie corporazioni dei lavoratori…”

XVIII-XIX secolo, profezia di Suor Marianne, Francia [a, d, l, y]

“Ebbi una visione del santo Imperatore Enrico. Lo vidi di notte, da solo, in ginocchio ai piedi dell’altare principale in una grande e bellissima chiesa… e vidi la Beata Vergine venire giù da sola. Ella stese sull’altare un panno rosso coperto con lino bianco, vi pose un libro intarsiato con pietre preziose e accese le candele e la lampada perpetua…

La Messa era breve. Il Vangelo di San Giovanni non veniva letto alla fine. Quando la Messa fu terminata, Maria si diresse verso Enrico e stese la sua mano destra verso di lui dicendo che questo era in riconoscimento della sua purezza. Allora lo esortò a non avere esitazioni. Dopo di ciò vidi un angelo, esso toccò il tendine della sua anca, come Giacobbe. Enrico provava grande dolore, e dal quel giorno camminò zoppicando…”

12 luglio 1820, profezia della Beata Anna Caterina Emmerich [d, l]

Note:
– Per secoli, prima della riforma liturgica del 1967, la Santa Messa si concludeva abitualmente (salvo rare eccezioni) con la lettura del Vangelo di Giovanni.
– Questa è una delle numerose profezie in cui si dice che il Grande Monarca avrà una menomazione ad una gamba che lo farà zoppicare.

“La Francia precipiterà in una spaventosa anarchia. I francesi avranno una disperata guerra civile nel corso della quale anche i vecchi prenderanno le armi. I partiti politici, avendo esaurito il loro sangue e la loro rabbia senza essere stati capaci di arrivare ad alcuna soluzione soddisfacente, si accorderanno, come ultima risorsa, per far ricorso alla Santa Sede. Allora il Papa invierà in Francia un legato speciale… A seguito delle informazioni ricevute, Sua Santità in persona nominerà un Re molto cristiano per il governo della Francia.

Dopo i tre giorni di buio, San Pietro e San Paolo… designeranno un nuovo papa… Allora il Cristianesimo si diffonderà in tutto il mondo. Egli è il Santo Pontefice scelto da Dio per resistere alla bufera. Alla fine, egli avrà il dono dei miracoli e il suo nome sarà lodato su tutta la terra. Intere nazioni ritorneranno nella Chiesa e la faccia della terra sarà rinnovata. La Russia, l’Inghilterra e la Cina entreranno nella Chiesa.”

XIX secolo, profezia della Beata Anna Maria Taigi, Siena [a, d, l]

“La rivoluzione si propagherà ad ogni città francese. Ci sarà una grande strage. Questa rivoluzione durerà solo pochi mesi ma sarà terribile; il sangue scorrerà dappertutto perché la malizia dei malvagi raggiungerà il suo culmine. Le vittime saranno innumerevoli. Parigi sembrerà un mattatoio… I malvagi saranno i padroni per un anno e qualche mese…

A questo punto, il popolo francese si rivolgerà a Dio e implorerà i Sacri Cuori di Gesù e di Maria Immacolata… Il popolo francese invocherà il buon sovrano. Colui che fu scelto da Dio. Egli verrà; questo salvatore che Dio ha tenuto in serbo per la Francia. Questo re che ora non vogliono perché è caro al Cuore di Gesù. Egli ascenderà al trono. Libererà la Chiesa e riaffermerà i diritti del Papa.

Il Concilio si riunirà di nuovo dopo la vittoria. Ma questa volta gli uomini saranno obbligati ad obbedire. Ci sarà un solo gregge e un solo pastore. Tutti gli uomini riconosceranno il Papa come padre universale, re di tutti i popoli. Così l’umanità sarà rigenerata.”

Profezia del XIX secolo, l’Estatica di Tours [d, l]

“Dopo una spaventosa guerra sorgerà un Grande Re e il suo regno sarà caratterizzato da una meravigliosa pace e una grande rinascita religiosa.”

XIX secolo, profezia di Melania Calvat, veggente di La Salette [a, d, l]

“C’era anche una grande battaglia, di simili non se n’erano mai viste prima. Il sangue scorreva come acqua… I malvagi cercavano di far strage di tutti i servi della Religione di Gesù Cristo. Dopo che ne avevano ucciso un gran numero, lanciarono un grido di vittoria, ma improvvisamente il giusto ricevette aiuto dall’alto.

Un santo solleva le braccia al Cielo; placa l’ira di Dio. Egli ascende al trono di Pietro. Nello stesso tempo, il Grande Monarca ascende al trono dei suoi avi. Tutto è tranquillo ora. Gli altari vengono riedificati; la religione torna a vivere di nuovo. Ciò che vedo ora è così meraviglioso che non riesco a esprimerlo.”

XIX secolo, profezia di Suor Bertina Bouquillon, Francia [d, l]

“Un Grande Monarca sorgerà dopo un periodo di terribili guerre e persecuzioni in Europa… A Costantinopoli [l’attuale Istanbul; N.d.R.] la Croce sostituirà la mezza luna del Maomettismo e Gerusalemme sarà la sede di un re.”

XIX secolo, profezia di fra’ Rocco [a, d, l]

“Durante il regno del Grande Re, in tutto il mondo si praticheranno le più nobili virtù e la terra produrrà abbondanti raccolti.”

XIX secolo, profezia dell’abbé Souffrand [a, d, l]

“Per salvare il mio popolo e la Francia, ci sono solo Io, attraverso un miracolo. L’uomo che la deve salvare, nessuna creatura lo conosce. […] Colui che deve portare [lo scettro] è nascosto nel segreto di Dio. […] Dio darà [a questo sovrano] tutte le grazie e i lumi necessari che gli faranno conoscere i mezzi con i quali dovrà mettere tutto in opera per la rigenerazione dell’umanità, così come Dio la vuole. Questo sarà un Re bianco, un nuovo San Luigi, più grande e più santo. Sarà mantenuto santo e salvo, perché la Madre di Dio lo protegge come un proprio figlio. Ella l’ha salvato per essere l’erede di una corona meritata e che gli è stata tolta. E’ un discendente del ramo reciso dei Gigli di Francia dei capitani rappresentante sul trono di Francia.”

“Uscirà dal Mio Sacro Cuore… colui che è destinato a portare la pace. Con la sua incoronazione tutti i mali finiranno. Egli discende dal ramo di San Luigi […]”

“Chiamerò in aiuto alla Francia il mio servo Henri. [In altri messaggi della Jahenny, questo sovrano viene anche chiamato «Enrico della Croce»; N.d.R.]”

XIX-XX secolo, messaggi di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia [a2]

“D’un tratto vedo una persona con una corazza, a cavallo. Allorché domando chi è, ricevo la risposta: «Giovanna d’Arco» (Giovanna d’Orléans). Dietro di lei sorge improvvisamente una grande cattedrale. Domando di che chiesa si tratta e interiormente sento: «È la cattedrale di Reims». In seguito vedo una processione di uomini che si muove verso la chiesa. È una processione di altri tempi. C’è qualcuno a cavallo. Porta uno scudo e una spada ed è attorniato da molti scudieri. Sento: «Borbone!». Ho l’impressione che ciò sia per più tardi.”

3 gennaio 1946, visione di Ida Peerdeman, la veggente delle apparizioni di Amsterdam

Note:
Notre-Dame di Reims (Nostra Signora di Reims) è la cattedrale di Reims, dove un tempo venivano incoronati i re di Francia.

Consulta anche: Un quadro generale degli eventi degli Ultimi Tempi secondo la Tradizione

2. Il ruolo speciale di Maria negli Ultimi Tempi; il trionfo del Cuore Immacolato

“Mi è stato rivelato che attraverso l’intercessione della Madre di Dio, tutte le eresie scompariranno. Questa vittoria sulle eresie è stata riservata da Cristo alla Sua Santissima Madre. Negli ultimi tempi il Signore diffonderà in maniera speciale la rinomanza di Sua Madre. Con Maria incominciò la redenzione e per mezzo della sua intercessione sarà conclusa. Prima della seconda Venuta di Cristo, Maria deve più che mai risplendere in Misericordia, forza e Grazia al fine di condurre i non-credenti verso la Fede Cattolica.

La potenza di Maria sui demoni negli ultimi tempi sarà considerevole. Maria estenderà il Regno di Cristo sui pagani e sui maomettani e ci sarà un tempo di grande gioia quando Maria, come Padrona e Regina dei Cuori, sarà incoronata.”

Profezia del XVII secolo, Ven. Maria di Agreda, Spagna [a, c, d]

“…il potere di Maria su tutti i demoni risplenderà in modo particolare negli ultimi tempi, quando Satana insidierà il suo calcagno, cioè i suoi poveri schiavi e umili figli che lei susciterà per muovergli guerra. Questi saranno piccoli e poveri secondo il mondo, infimi davanti a tutti come il calcagno, calpestati e maltrattati come il calcagno lo è in confronto alle altre membra del corpo. In cambio saranno ricchi di grazia divina, che Maria comunicherà loro in abbondanza… con l’umiltà del loro calcagno, uniti a Maria, schiacceranno il capo del diavolo e faranno trionfare Gesù Cristo…

Ecco i grandi uomini che verranno, ma che Maria farà sorgere per ordine dell’Altissimo, per estendere il suo impero su quello dei non credenti, dei pagani, dei musulmani…

…la conoscenza di Gesù Cristo e la venuta del suo regno nel mondo non saranno che la conseguenza necessaria della conoscenza della Santa Vergine e della venuta del regno di Maria, che lo ha messo al mondo la prima volta e che lo farà risplendere la seconda.”

XVIII secolo, San Luigi Maria Grignion de Montfort [u]

“Maria viene per preparare il posto per Suo Figlio nella Sua Chiesa Trionfante…E’ la casa di Dio sulla terra che si purificherà e si preparerà per ricevere l’Emmanuele. Gesù Cristo non può tornare in questo tugurio che è il mondo.

[…] Sono passati ormai ventisei anni da quando ti ho annunciato le sette crisi, le sette piaghe e i dolori di Maria che dovrebbero precedere il suo trionfo e la nostra guarigione, ovvero:

1. l’inclemenza delle stagioni e le inondazioni;

2. malattie agli animali e alle piante;

3. colera sugli uomini;

4. rivoluzioni;

5. guerre;

6. una bancarotta generale;

7. confusione.

[…] Dovrà accadere un grande evento per terrificare i malvagi a loro beneficio”

XIX secolo, profezia della Ven. Magdalene Porzat [a]

“La pace ritornerà nel mondo perché Maria soffierà sulle tempeste e le placherà; il suo nome sarà lodato, benedetto, esaltato per sempre. I prigionieri riconosceranno di doverle la loro libertà, gli esiliati la patria, gli infelici la tranquillità e la felicità. Ci sarà tra lei e tutti i suoi protetti uno scambio vicendevole di preghiere e di grazie, d’amore e d’affetto, e da Oriente a Occidente, da Nord a Sud, tutto proclamerà il nome di Maria, Maria concepita senza peccato, Maria regina della terra e dei cieli…”

XIX secolo, Suor Marie Lataste [c2, a]

“…Una grande guerra succederà. Morti e feriti ce ne saranno tanti. Satana grida la sua vittoria e quello è il momento che tutti vedranno Mio Figlio apparire sulle nubi e allora giudicherà quanti hanno calpestato il Suo Sangue innocente e divino. E allora il Mio Cuore trionferà.”

20 Maggio 1951, messaggio della Madonna a Teresa Musco, Caiazzo (Caserta)

“La Madre mia e vostra schiaccerà di nuovo, per la seconda volta, la testa a Satana. Scomparirà l’ateismo dal mondo.”

12 gennaio 1976, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [v]

“Già i germogli della preannunziata primavera affiorano ovunque e l’avvento del mio regno e la vittoria del Cuore Immacolato della Madre Mia sono alle porte.”

7 novembre 1977, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [v]

“Gli uomini vedranno la Potenza del Signore e ne saranno così altamente impressionati che loro malgrado dovranno piegarsi a questa stupenda realtà così come fu detto: «alla fine il Cuore Misericordioso di Gesù e il Cuore Immacolato di Maria trionferanno». E’ questa la stupenda realtà della Chiesa fatta nuova e per questo la Mia Chiesa sarà tanto bella come mai è stata perché il «fremito» del Divino Spirito la pervaderà e quindi sarà quasi tutta carismatica; in questo modo si compirà l’avvento del Mio Regno sulla Terra invocato da tanto tempo e da tante anime…”

29 novembre 1978, messaggio di Gesù a Mons. Ottavio Michelini, Italia [v]

“…Donerò pace all’umanità solo quando ci sarà il trionfo del mio Cuore e così di quello di mio Figlio…”

1 gennaio 1987, messaggio della Madonna a Rosario Toscano, Belpasso

“…Il giorno del trionfo del Cuore Immacolato della Regina della Pace non è lontano, ma dipende anche da noi.

Il Signore ci vuole concedere la Pace per le mani di Maria, ma bisogna che quelli che sono incuranti verso la Pace si scuotano nella loro coscienza e collaborino alla costruzione di questa.

Ciò è quello che la Madonna intende quando dice che la Pace «non basta desiderarla»: tutti desiderano la Pace, ma pochi la mettono in atto e ancor di meno sono quelli che lo fanno nel modo giusto…”

11 maggio 1999, relazione di Rosario Toscano, Belpasso

“…Le vostre famiglie devono essere piccole oasi di pace, devono essere un piccolo segno della futura venuta del regno di Gesù Cristo. Però il regno di Gesù verrà per mezzo Mio; il Mio Cuore deve trionfare e poi ci sarà l’ultimo e grande trionfo del Cuore di Gesù. Per questo i miei figli, quelli veri, devono entrare nel rifugio sicuro del Mio Cuore…”

23 novembre 1986, messaggio della Madonna a Rosario Toscano, Belpasso

“…state entrando nel periodo finale del secondo Avvento che vi conduce al trionfo del mio Cuore Immacolato nella gloriosa venuta di mio Figlio Gesù.”

18 Settembre 1988, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi [i]

“…La mia ora è l’ora dello Spirito Santo. Il trionfo del mio Cuore Immacolato coinciderà con il grande prodigio della seconda Pentecoste.”

22 Maggio 1994, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi [i]

“…La tribolazione è arrivata all’inizio del suo culmine. Per questo, figli Miei, avete bisogno di benedizioni che vi aiutino a mantenere viva la vostra fede. Quando vi indebolite in questa, dovete aggrapparvi a questi rosari e pregare con essi. Raccoglietevi e meditate i loro misteri… Valutate bene prima di abbandonarvi a facili seduzioni. Si, è l’ora della Misericordia, sono i decenni dell’amore, non del castigo. E’ l’ora del Nostro trionfo. Del trionfo di Gesù, di Sua Madre, di voi, Miei eletti…”

24 gennaio 1996, messaggio della Madonna a Catalina Rivas, Bolivia [p]

“Cari figli dopo i dolorosi anni di tenebre di Satana, ora sono imminenti gli anni del trionfo del mio Cuore Immacolato. […] Consacratevi tutti a me, al mio Cuore Immacolato, e Io proteggerò la vostra Nazione sotto il mio manto ora pieno di grazie”

1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [b2]

“[…] se mi ascoltate con vero amore, ed esaudite le mie richieste camminando nella strada che io vi traccio nella mente e nel cuore, per mezzo di voi io posso realizzare il grande Disegno Divino del grande trionfo del mio Cuore Immacolato […]”

8 settembre 1995, messaggio della Madonna a Civitavecchia [b2]

Continua nella quarta parte con “L’Era di Pace; Satana viene incatenato; il Regno di Cristo sulla terra”


NOTE

1) In questa pagina, tutte le rivelazioni private nonché i commenti e i resoconti dei mistici e dei veggenti sono riportati in testo normale (non corsivo) e racchiusi tra virgolette. Tutti i nostri commenti, le note e le precisazioni sono state invece riportate in corsivo per distinguerle dalle rivelazioni.

2) Il simbolo indicato qui a lato individua, all’interno di questa pagina, quelle profezie che non possono essere attribuite con la massima certezza al mistico/veggente indicato nelle note e segnala inoltre quelle profezie sulla cui autenticità esiste qualche riserva da parte di alcuni esperti. Pertanto vi invitiamo a considerare i contenuti di queste rivelazioni con una certa cautela e prudenza. Per maggiori informazioni su questi mistici e veggenti vi rimandiamo alla sezione “Cenni storico-biografici”.

3) Il simbolo indica recenti aggiunte o modifiche.

4) Abbreviazioni: N.d.R. nota del redattore; N.d.T. nota del traduttore.

Fonti:

a) “The Prophets And Our Times” di Padre Gerald Culleton, Tan Books;
b) “La Misericordia Divina nella mia anima – Diario della beata Suor Faustina Kowalska”, Libreria Editrice Vaticana;
c) “The Thunder Of Justice” di Ted e Maureen Flynn, MaxKol Communications, Inc;
d) “Catholic Prophecy” di Yves Dupont, Tan Books;
e) “On the Eucharist – A Divine Appeal”, Newborn Enterprises Lta;
f) “La Puerta del Cielo” di Catalina Rivas, The Great Crusade of Love and Mercy, Georgia USA;
g) Il Diario della Beata Elisabetta Canori Mora;
h) “Prophecies! the Chastisement and Purification!”, Albert J. Hebert;
i) “Ai sacerdoti, figli prediletti della Madonna”, Movimento Sacerdotale Mariano (N.B.: i brani riportati sono tradotti dall’edizione in inglese);
j) “Viaggio nelle profezie”, di Alessandro Meluzzi, Marsilio Editori;
k) “Prophecy for Today”, raccolta di profezie compilata nel 1956 dalla “Academy Library Guild of Fresno, California” e ripubblicata nel 1984 da Tan Books;
l) “Trial, Tribulation and Triumph” di Desmond A. Birch, Queenship Publishing;
m) “Marie-Julie Jahenny: The Breton Stigmatist” di Marquis de la Franquerie;
n) “La vergine appare a Medjugorje?”, René Laurentin, Queriniana 1984;
o) “Antichrist” di Yves Dupont, 1975;
p) “La Gran Cruzada del Amor” di Catalina Rivas, The Great Crusade of Love and Mercy, Georgia USA;
q) “Il mistero di San Pietroburgo” di Renzo Baschera, Arnoldo Mondadori Editore;
r) “The Three Days’ Darkness” di Albert J. Herbert;
s) “betania.com” (sito dedicato alle apparizioni di Betania, non più attivo);
t) “More about the Great Monarch and the glorious Age of Peace to come under the reign of the Great Monarch” di Yves Dupont, 1974;
u) “Trattato della vera devozione a Maria” di San Luigi Maria Grignion de Montfort;
v) “Confidenze di Gesù ad un Sacerdote” di Mons. Ottavio Michelini;
w) “I am the Guardian of the Faith”, di Suor Isabel Bettwy, Franciscan University Press, Steubenville;
x) “Curiosità profetiche”, pubblicato su L’Osservatore Romano il 16.04.1943; riportato nel libro “Il pianeta terra nel progetto di Dio” di Mons. Vincenzo Cerri;
y) “Les prophéties et les événements très prochains”, L’Abbé X, B. Bollard et fils, Montréal 1881;
z) “Il gran Messaggio d’Amore” di Suor N.N.;
a2) “Les prophéties de La Fraudais” di Padre Pierre Roberdel, Ed. Résiac;
b2) “La Madonna di Civitavecchia” di Flavio Uboldi, Ed. Piemme, 2006;
c2) “La Sainte Vierge Marie, Mère de Notre-Seigneur Jésus-Christ. Livre 3”, dagli scritti di Suor Marie Lataste, a cura dell’abbé Pierre Darbins, 1862-1872.

 

© Copyright - Abbà Padre.it TUTTI I DIRITTI RISERVATI