MESSAGGIO DI NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO ALLA SUA AMATA FIGLIA LUZ DE MARIA 18 SETTEMBRE 2016

Popolo Mio:

 

Vi benedico. Non sarete abbandonati da Me, in nessun momento.

SIATE IL MIO STESSO AMORE, SIATE ONESTI, GIUSTI, CARITATEVOLI, BUONI, STATE ATTENTI NEL TRATTARE CON I VOSTRI FRATELLI, SIATE AMABILI CON I VOSTRI SIMILI.

 

IL BUON COMPORTAMENTO È UNA LODE PER ME.

Ciascuno deve tenere presente la propria condizione spirituale. Se lo farete, riuscirete a fare proposito di ammenda e vi separerete dalle tenebre, dagli abusi nei confronti dei vostri simili.

Alcuni dei Miei figli si guardano dentro solo in relazione al rapporto diretto con Me.

 

I Miei figli devono essere il riflesso del Mio Amore.  Sono addolorato che, per alcuni dei Miei figli, questa Parola non si rifletta nella loro vita.

L’Amore è stato soppiantato dall’ “io sono”, scartando la possibilità di intenerire il cuore di pietra e questo produce persone egoiste e superbe, che non tollerano né rispettano il comportamento e quello che fanno i loro simili, imponendosi ai loro fratelli.  Chi si comporta in questo modo diventa un tormento per i propri fratelli, per quelli vicini a lui e per sé stesso.

Figli non vi dovete imporre, dovete essere amati e non temuti.   

Nel Mio Popolo, tutti hanno bisogno gli uni degli altri, tutti si aiutano a vicenda, tutti sono generosi ed hanno presente nella memoria e nel cuore, le volte in cui sono stati aiutati da un fratello.

Figli Miei: è importante che non dimentichiate le buone azioni dei vostri fratelli nei vostri confronti, questo fa parte dell’Amore. Non lasciate che l’orgoglio, che si diffonde nell’umanità attraverso lo spirito del male, sradichi l’umiltà che deve dimorare in voi. AVRETE IL MIO AIUTO QUANDO LO CHIEDERETE E QUELLA CHE PRIMA ERA STATA UN’AFFLIZIONE, DIVENTERÁ LETIZIA, SE PERMETTERETE CHE IL MIO SPIRITO VI PERFEZIONI NELLE VOSTRE DEBOLEZZE. 

Popolo Mio: 

 

IL PENSIERO E LA MEMORIA, PER ALCUNI DI VOI, SI SONO TRASFORMATI IN UN GRANDE IMPEDIMENTO NEL CONTINUARE SUL CAMMINO DELLA VERA PACE.

Vivete nel passato, di quello che non è stato e vi dimenticate della Nostra Volontà, anelate situazioni del passato e questo si trasforma in una grande forza che vi blocca.

Chi rimpiange il passato, si fermerà lungo la strada, quell’impedimento del passato continuerà a tenervi legati e vi impedirà di cogliere il momento e di affidarvi alla Nostra Volontà.

Alcuni si aggrappano tanto al passato, da vivere immersi nei ricordi, nei momenti di amarezza che hanno vissuto, che producono altra amarezza, rancore o collera, reiteratamente, fino a che tutto non si trasforma in un peso che li opprime e li porta a vivere nell’amarezza costante.  L’uomo lascia che il passato lo tormenti ed il male si serve di questo per tenervi bloccati.

Voi, figli Miei, dovete affidarmi la vostra mente e lasciare che il Mio Spirito vi guidi e vi porti a meditare sulle Mie Promesse, così che Io possa sottoporre tutto al Nostro Dominio Divino e ciò che vi tormenta non continui ad essere un impedimento all’affidamento alla Nostra Volontà.

In questo momento sono tanti i figli che si adeguano a considerare la salvezza come qualcosa di remoto, che ritengono di non aver bisogno di ottenerla, ma la considerano con distacco, conformandosi.

Per questo motivo chiamo costantemente i Miei Ministri ad essere testimoni del Mio Operare ed Agire. L’uomo ha la Mia Parola nella memoria, ed Io ho bisogno, da parte dei Miei Ministri, che in questo momento insistiate sul giusto Amore, sulla giusta e debita Obbedienza, sulla Fede necessaria e sul corretto comportamento, di modo che il Mio Popolo non si perda con le banalità.

I Miei figli devono essere costantemente fortificati con la Mia Parola, così che il male non li colga di sorpresa, non conoscendo quello che è Mio.  

Non potete giudicarvi da soli, questa non è una competenza dell’essere umano, perché si tende sempre a vedere la parte buona delle proprie opere ed azioni o a dipingere come bene quello che non lo è stato. 

Per questo motivo vi faccio purificare i sensi, di modo che in questo processo, vi liberiate dalle giustificazioni personali e lasciate che Io vi mostri gli impedimenti che continuano a rimanere radicati in voi e che vi impediscono di giungere a Me.

Questa generazione sta commettendo grandi abomini contro la Nostra Volontà, commette sacrilegi come l’uomo non ne ha mai commessi in precedenza, scredita Mia Madre, negando la Sua Purezza Virginale e la Sua Maternità di tutta l’umanità.

Questa generazione pecca costantemente contro il Mio Santo Spirito, dimenticandosi che la vita dell’uomo dipende dalla Nostra Volontà.

Non crede all’esplicitazione della Mia Parola e si burla degli Appelli di Mia Madre, negando l’impellente purificazione di questa generazione, prima che i giusti si perdano.  

L’umanità si nutre di peccato, che fa aumentare sulla terra gli emissari di satana, i quali si scaglieranno contro le Mie Chiese in tutto il mondo, con il desiderio di estinguere ogni ricordo della Mia Presenza sulla terra. Prima che questo avvenga, ci sarà l’Avvertimento (1), così che alcuni dei Miei figli riprendano la via della Verità.

 

INSISTO SULLA CONOSCENZA DELLA NOSTRA PAROLA DIVINA, DI MODO CHE, CONOSCENDO, AMIATE INTENSAMENTE E VERAMENTE LA NOSTRA DIVINITÀ.

 

È NECESSARIA UNA FEDE SALDA, FORTE, DECISA, UNA FEDE INDISSOLUBILE E VIVIDA IN OGNI MOMENTO, IN OGNI ACCADIMENTO, DI MODO CHE RIUSCIATE A SUPERARE LE ATROCITÀ DEL MALE.

 

È NECESSARIA LA DONAZIONE DI CIASCUNO DEI MIEI FIGLI, LA DECISIONE A VIVERE NELLA NOSTRA VOLONTÀ, LA DISPOSIZIONE ALL’UNITÀ, ALLA FRATERNITÀ.

 

FIGLI, VOI NON SIETE DEL MONDO, NON PRMETTETE CHE IL MONDO VI PRENDA.

 

DOVETE VIVERE NELLA SPERANZA COSTANTE E NEL COMPIMENTO DELLA NOSTRA VOLONTÀ.  

 

NON GUARDATE AL MONDANO. VOI NON FATE PARTE DEL MONDANO, NESSUNO DEI MIEI FIGLI È PER LE COSE MONDANE, NESSUNO DEVE VIVERE OPPRESSO DA SATANA.  

 

SIETE DI MIA PROPRIETÀ, VI HO RISCATTATI CON IL MIO SANGUE.

 

ALIMENTATEVI DEL MIO CORPO NELL’EUCARISTIA, DEBITAMENTE PREPARATI.

 

UNITEVI A ME NEL TABERNACOLO E LOTTATE AFFINCHÈ LA VITA SIA UN COSTANTE ATTO D’AMORE IN VOI E VERSO I VOSTRI FRATELLI.

DESIDERO CASE CHE VIVANO NEL MIO AMORE, IN PACE, NELLA MIA UNITÀ.

Quando nelle case non c’è pace o la pace viene interrotta per qualche tempo, gli spiriti del male si impadroniscono della casa e creano ribellione, facendo in modo che qualche membro della casa diventi intollerante alle azioni degli altri membri della famiglia e così le piccolezze diventano grandi tempeste distruttrici.

Figli, il demonio attacca l’uomo, attacca l’unità, attacca la famiglia, semina discordia e svuota dell’amore il cuore dell’uomo, PER FARE IN MODO CHE L’UOMO NON SENTA LA NECESSITÀ DI ESSERE TEMPIO DEL MIO AMORE PER IL PROSSIMO.

 

LA BATTAGLIA DI SATANA È CONTRO IL MIO AMORE, CONTRO L’UNITÀ, QUINDI CONTRO LA FAMIGLIA, CONTRO LA MORALE, CONTRO MIA MADRE, PERCHÈ SA CHE MIA MADRE, ASSIEME A SAN MICHELE ARCANGELO E ALLE LEGIONI CELESTI, LO SCHIACCERÀ E LO GETTERÀ NEGLI ABISSI DELL’INFERNO.

Popolo Mio, non disprezzate i Miei Appelli, perché satana e gli spiriti del male sparpagliati sull’umanità, sono sempre attivi, in cerca di prede da catturare. I Miei figli non devono lottare contro altri Miei figli, questa lotta rafforza il male.

Non difendetemi, perché quello che non è Mio cadrà e quello che è Mio prevarrà. Non confondete il Mio Popolo più di quanto il male lo stia confondendo.  PREGATE INVECE E FATE PENITENZA.

 

Pregate figli, pregate per l’Italia, patirà fino a non poterne più.

 

La natura si avventerà contro l’Italia. Sarà duramente attaccata da quelli che non Mi amano, si lanceranno contro il Vaticano. (2)

 

Pregate figli Miei, pregate per la Francia, ha perso la pace, convivrà con l’insistenza del terrore. 

 

Pregate, figli Miei, per il Nicaragua, sarà flagellato dalla Natura, tremerà, patirà a causa dei suoi vulcani.

 

Pregate per il Costa Rica, sarà scosso.

 

Pregate per il Venezuela, la Natura si farà sentire con forza.

 

Pregate per la Colombia, sarà scossa con forza.

Figli, andate avanti con la purificazione dei sensi e questa settimana, assieme alla purificazione della vista, proseguite purificando il senso dell’udito, poiché convoglia quello che ascolta al pensiero, alla memoria e li fa ammalare.  

 

Ricordati dunque quanto hai ricevuto e udito; serbalo e ravvediti. Se tu non vegli, io verrò su di te come un ladro, e non saprai a quale ora verrò su di te. (Ap 3, 3)

Sentendo che vi chiamo a non peccare, dovete sapere che il Mio desiderio è che purifichiate la memoria e troviate la libertà.

POPOLO MIO, È IMPRESCINDIBILE CHE CIASCUNO DEI MIEI FIGLI CONTINUI A PURIFICARE IL SENSO DELL’UDITO. I sensi fisici dell’uomo devono arrivare a compenetrarsi con lo spirito. Continuerete con il senso dell’ascolto, con l’udito, per una settimana.

 

In ogni momento vi dedicherete a purificare il senso dell’udito, finché non sia dedito a compiacere la Nostra Volontà e per il maggior bene dell’anima.  

 

PRIMO GIORNO DELLA SECONDA SETTIMANA:  
Offro il Dono dell’udito in questo giorno, ai Sacratissimi Cuori di Gesù e di Maria Santissima.
In questo momento offro questo dono dell’udito per la Gloria Divina e per il bene delle anime.
In ogni atto presente, la mia memoria ed il mio pensiero staranno attenti, in allerta, per non accumulare quello che il mio udito ascolta e che lo porta a trattenere il peccato, offendendo i Sacratissimi Cuori.
Datemi la forza di ascoltare unicamente quanto sia per il bene della mia anima e di mio fratello.

Invoco Te, Madre Santissima, affinché tu mi prenda come Tuo discepolo, guidi la mia vita ed il mio percorso sia diretto all’incontro con Tuo Figlio.
 
AL RISVEGLIO OFFRO:  
Ho orecchi e con questi ascolto il bene ed il male.
Da questo momento offro il mio sforzo costante affinché questo dono sia portato ad essere più spirituale, dando priorità al desiderio Divino della mia salvezza personale.
Propongo di liberare il mio udito dalle occasioni di peccato cercando in tutto quello che sento il proposito Divino, ricordando il bene che mi ha fatto ogni fratello ed ascoltando la grandezza del Padre Eterno nella Creazione.

Non voglio più peccare con il senso dell’udito, lo affido ai Sacri Cuori affinché, poiché sono una Tua Creatura, mio Signore, Tu mi possa togliere dal peccato.

Non desidero che quello che ho ascoltato continui a provocarmi cattivi pensieri, né che rifiuti le virtù Divine che mi fanno rimanere in stato di Grazia.
Sacri Cuori, siate sostegno della mia memoria e del mio pensiero, di modo che il mio udito mi porti a trattenere solo il bene.

In possesso del mio libero arbitrio, immediatamente lo assoggetto e lo affido ai Sacri Cuori, affinché mi liberino dalle occasioni di colpa e possano plasmare il mio udito e porti alla mia memoria unicamente quello che è per il bene della mia anima e per il bene dei miei fratelli.
Che i miei orecchi si purifichino nell’Acqua Purificatrice dell’Amore proveniente dai Sacri Cuori.
Amen.

 

MEZZOGIORNO: Ripasso con nostra Madre gli sforzi della mattina ed annoto le debolezze.

 

PRIMA DI DORMIRE: Rendo grazie ai Sacri Cuori di Gesù e di Maria Santissima, che prego di soccorrermi in questo proposito di essere un miglior figlio di Dio.
Padre Nostro, Tre Ave Maria e Gloria.

 

Figli, venite a Me ed affidatemi la vostra vita.

 

Vi benedico.

Vi amo.

 

Il vostro Gesù.

 

AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO

(1) Il grande Avvertimento di Dio all’umanità, leggere…
(2) Profezie sull’Italia, leggere…

 

 

COMMENTO DELLO STRUMENTO

Fratelli / sorelle:  

 

In questo momento Cristo ci mostra la trascendenza di essere figli di nostra Madre e di affidare a Lei la nostra vita.  

 

Nostra Madre è stata scelta per dare l’ultima battaglia contro satana e noi, Suoi figli, possiamo stare certi che assieme a Lei troveremo la forza per rimanere in piedi.

 

Cristo insiste affinché non ci dimentichiamo dell’importanza di assoggettare la nostra memoria a Lui.  A volte la memoria ci tradisce, riportando a galla avvenimenti che ormai hanno la muffa, ma agendo in fretta con la Parola Divina, dobbiamo allontanarli dalla nostra mentre, prima che vi si insidino.

 

I sensi sono una benedizione, ma dobbiamo collocarli nelle Mani Divine, affinché vengano utilizzati per il bene di tutti e per la Gloria di Dio.  

 

Amen.