RIFLESSIONE LUZ DE MARIA 12 AGOSTO 2016

Fratelli, ci troviamo alla Fine dei Tempi…

 

Condividerò con voi quello che Cristo e la Madonna mi hanno detto, al di fuori degli Appelli.

Sto per parlarvi di questo momento di grandi prove, di quello che è l’istante degli istanti per questa generazione; ci troviamo nella Grande Purificazione dell’umanità.

 

Non mi sto riferendo alla fine del mondo, come viene di solito interpretata.
 
Quale strumento del Cielo, ricevo la Parola di Cristo o della Madre Santissima, non solo quando devo trasmettere le Rivelazioni che vengono date per l’umanità, ma Cristo mi parla in privato e vuole che condivida con voi quello che mi dice.

 

Dobbiamo guardare i Segni dei Tempi, quelli che stanno avvenendo in questo momento e che sono predetti nella Sacra Scrittura, perché dobbiamo rimanere “svegli”. Svegli, attenti e vagliare tutto attentamente…

 

La Sacra Scrittura non dice di continuare a dormire, di non vegliare, di non valutare, di non guardare quello che ci succede attorno…

 

Ci troviamo in una grande battaglia spirituale, che alcuni negano, forse per paura della Verità? 

 

Si nega l’esistenza del demonio nel mondo, si nega il fatto di dover purgare i peccati che l’uomo commette nel corso della propria vita… Queste sono le basi che il male ed i suoi seguaci hanno gettato: negare il male, per alzare il livello della confusione e di conseguenza mettere in atto la ribellione contro Dio per favorire l’accettazione dell’anticristo.

 

Il demonio perseguita l’uomo con novità che portano al male, allo scopo di mantenere una Chiesa tiepida, debole nella Conoscenza, facendo in modo  di manipolarla già da adesso, nonostante l’anticristo non si sia ancora manifestato all’umanità.  

 

Fratelli, Cristo ci ha menzionato reiteratamente che i cambiamenti di questo momento non vengono riconosciuti come tali, perché stiamo vivendo in una società multi-culturale, dove tutto sembra a posto. La Chiesa di Cristo viene posta sotto tiro, viene attaccata con atti deplorevoli che non voglio nemmeno menzionare, ma che sono in aumento. Purtroppo abbiamo raggiunto il punto di non ritorno.

 

Stiamo vivendo in un regime di minacce che si vanno consolidando e che inducono le vittime di queste minacce a vivere nell’incertezza.

 

Il Popolo di Dio non si sta svegliando, non vuole dare credito a quello che ha sotto gli occhi, forse perché la maggior parte di questo popolo, vive solo della religione “light” della domenica, con la quale si crede di aver compiuto il dovere di cristiano.

 

Cristo e la Madonna mi stanno dicendo che in questo momento non è Dio che sta guidando il mondo e queste Parole dobbiamo tenerle bene a mente.  

 

È in atto una battaglia tra il bene ed il male. Stiamo vivendo dei frutti che il demonio sta raccogliendo e a lui si uniscono moltissime persone, che non hanno timore di offendere Dio.

 

Del resto all’uomo di questo momento viene detto che Dio è solo misericordia.

 

CHE NE É STATO DELL’AMORE DELL’UOMO PER DIO?

Le scene dantesche che vediamo tramite i mezzi di comunicazione, ci opprimono il cuore. Non possiamo trattenere le lacrime quando vediamo i bambini sgozzati, abusati, abortiti, abbandonati…  La fame sta flagellando gran parte dell’umanità, le malattie non si faranno attendere e quando vediamo l’uomo prendersi gioco di Dio e negare i Segni dei Tempi, ci chiediamo: ma in che mondo stiamo vivendo?

 

Come è possibile continuare a negare, quando il nostro Pianeta sta vivendo l’istante degli istanti? La terra, dopo aver dato all’uomo tutto quello che aveva da dare, è stata aggredita dall’uomo e continua ad esserlo.

 

L’umanità ricorderà con rimpianto l’aria pura che poteva respirare, perché sarà sempre più contaminata. L’acqua pulita sarà un ricordo e lo è già in alcuni paesi, perché questo liquido prezioso per la vita è stato oltremodo sprecato e contaminato dall’uomo.

Ora la terra non viene più seminata, vi si semina invece la morte…

 

Gli anziani sono di peso in alcune famiglie, così come i bambini e gli ammalati privi di difesa.  Dio viene a prendere queste anime innocenti per dare loro il Suo Amore e liberarle dall’uomo che le schiavizza e ne abusa.

 

Le forze del male hanno messo assieme uomini in carne ed ossa che vogliono che il male prevalga, perché non rimane molto tempo e quindi cerca di acchiappare chiunque. 

 

Dobbiamo stare attenti, rimanere svegli in ogni momento e di conseguenza non possiamo dire di essere già salvi. L’assedio del male circonda tutta l’umanità.

 

Nei Messaggi ci è stato detto in modo chiaro quanto siano importanti e necessarie la preghiera, la volontà di compiere il bene e l’impegno di continuare a rispettare i Comandamenti, di continuare a desiderare di fare la Volontà Divina, per compierla come avviene in Cielo.  

QUELLO CHE L’UMANITÁ NON VUOLE VEDERE, É CHE QUESTO É IL MOMENTO DECISIVO.  Sia Cristo che la Madonna lo reiterano negli appelli che ci inviano, che sono l’esplicitazione della Parola Divina.  

 

É per questo che non dobbiamo claudicare, ma dobbiamo saper individuare il modo in cui il male ci attacca, affinché questo grande ostacolo demoniaco che sta continuamente cercando di disgregare l’unità dell’uomo con il suo Creatore, non riesca nel suo progetto, che è quello di portare l’uomo nell’apostasia.

 

É in atto una grande rappresentazione alla quale si aggiungono di continuo grandi attori, che l’umanità non riesce ad individuare, ma invece giunge perfino a difendere le loro scelte.  Questi attori sono quelli che stanno preparando la grande entrata dell’attore principale: l’anticristo.

 

L’uomo si vanta della sua intelligenza, che è stata utilizzata perfino per portare l’uomo ad essere dominato dal sistema messo in campo da alcuni scienziati, che si sono dedicati all’elaborazione dell’alterazione dei sentimenti umani, facendo in modo che gli uomini continuino ad essere in lotta tra di loro e alla fine, l’uomo sta facendo proprio questo. 

L’umanità si è dimenticata che sarà giudicata da Dio e che sarà giudicata severamente.

 

L’uomo non si rende conto che il suo comportamento influenza quanto lo circonda e perfino l’Universo stesso.   I pensieri, i buoni propositi, le buone azioni e le buone opere, riescono a moltiplicare il bene, mentre i desideri, le azioni e le opere cattive, riescono ad aumentare la malvagità, che si diffonde come un contagio. 

 

In questo momento, tutti, nonostante lo si neghi, stiamo assistendo con stupore alla furia degli elementi, a malattie che si stanno moltiplicando, a rivolte, a guerre senza fine, gli attentati sono all’ordine del giorno, e questo è il risultato dell’indifferenza dell’uomo nell’amore per il prossimo.

Fratelli, questi avvenimenti dolorosi sono il frutto dell’allontanamento da Dio da parte dell’uomo. La disobbedienza dell’uomo porta a dare più importanza alla carne, che è corruttibile, e a considerare con indifferenza la salvezza dell’anima, che è immortale.

 

La nostra Madre Santissima, mi dice che l’uomo si sta comportando in modo selvaggio, e che la donna si sta prestando a diventare l’oggetto consenziente di bramosie…

 

L’uomo sta vivendo nella lotta per il potere e con grande dolore, la Madonna mi ha confidato che è l’uomo che pianifica le grandi mattanze, nella consapevolezza di quello che il dolore causerà.  Il cuore umano è indifferente al dolore, gli interessa soltanto conquistare e dominare.

 

Sappiamo che grandi aziende scientifiche si stanno dedicando allo sviluppo di metodi che riescono a dominare perfino il clima e a sottomettere gli elementi a loro piacimento.

CRISTO MI DICE CHE VIENE CONTINUAMENTE CORONATO DI SPINE DAI MODERNISMI CON I QUALI SI VORREBBE CAMBIARE LA LEGGE DI DIO.

CRISTO MI CHIEDE: COSA POSSO ASPETTARMI DALL’UMANITÁ?...
COSA POSSO ASPETTARMI DA CHI SI ALIMENTA DELLA MALATTIA DELLO SPIRITO?
 

Si sta speculando su chi o che cosa stia impedendo al male di avanzare.  Cristo mi ha detto che il grande ostacolo che impedisce all’anticristo di anticipare la sua comparsa, è: L’EUCARISTIA.  

Per questo ci sta invitando ad appartenere più a Lui che a quanto è  mondano e continuamente reitera che Lo riceviamo consapevolmente, con rispetto, con fede e con amore.

Cristo dice di continuo che Sua Madre è un grande ostacolo per il male e mi ha detto che in passato grandi guerre sono state evitate grazie all’intercessione di Sua Madre, che continua a rimanere attenta agli appelli dei Suoi figli.  E cosa dobbiamo dire della continua battaglia alla quale nostra Madre prende parte, affinché i Suoi figli non cadano nel fango del peccato? E se si cade, nostra Madre, intercede e ci tende la Mano, di modo che l’uomo possa riprendere la via della salvezza.  

 

L’uomo è dotato di intelligenza e quindi, gli si chiede di valutare le sue azioni, ha in sé una legge interiore grazie alla quale viene chiamato alla Grazia e a rimanere in costante relazione con Dio.

 

“Io sono la vite, voi i tralci, chi rimane in Me ed Io in lui, porta molto frutto…” (Giov. 15,5)

Noi non siamo Dio e dobbiamo cercare Dio, non al di fuori di noi, ma in noi stessi.  Per poterlo sentire e per trovarlo, l’uomo deve guardarsi dentro ed affermare chiaramente che la vita spirituale interiore non è solo per alcuni privilegiati, ma al contrario, è quella alla quale tutti i figli di Dio sono chiamati. 

 

In questo momento perfino la spiritualità ha subito una metamorfosi, perché si crede che l’essere spirituali sia seguire la Messa, ripetendola senza sentirla, stare all’interno di quello che si considera religiosità o pensare che per essere spirituali non sia necessario vivere in comunità, ma ci si debba semplicemente appartare e stare da soli.

 

Purtroppo, la spiritualità non ha assunto un posto rilevante nella vita del cristianesimo.  Con grande rammarico, Cristo e nostra Madre, mi dicono che la prima cosa per in figlio di Dio è l’essere spirituale, e tutto il resto gli verrà dato in sovrappiù.

 

Fratelli: la spiritualità si deve alimentare, non solo vivendola dentro di noi, ma dobbiamo anche uscire da noi stessi, “ad extra”, perché indipendentemente dal fatto che ciascuno sia provvisto di una sua autonomia interiore, grazie all’interazione con il fratello, si cresca per il bene comune.

 

Se una persona ha buoni sentimenti e desidera avvicinarsi a Dio e al prossimo, naturalmente la sua consapevolezza è Grande e la fa agire nel bene e per il benessere del prossimo, preservando un piccolo universo dove fa entrare tutti i fratelli e condivide con loro i sentimenti di Fede e di Amore, quelli che Dio condivide con quella stessa persona, che non li tiene per sé, ma li passa agli altri.

 

Più la persona si addentra in profondità nello spirito, più le sue sensazioni, la conoscenza, l’intelligenza, i sentimenti, le opere e le azioni, creano il clima, la terra, il sole, le stelle, l’aria di questo nuovo universo spirituale, che in un modo o nell’altro, riesce a diffondere il bene verso gli altri, utilizzando appieno la volontà umana, presente nel cuore di una persona che tende verso Dio.

 

Fratelli, non facciamo solo delle prove con il bene, ma viviamolo intensamente.  Abbiamo la capacità che ci è stata data da Dio, di muovere la nostra intelligenza ed il nostro cuore grazie allo spirito, e di vivere come Dio desidera: IN SPIRITO E VERITÁ, rispettando la Sua Volontà.  

 

Le nostre opere e le nostre azioni ci fanno crescere o diminuire quali esseri umani. Cristo e la Madonna ci invitano ad essere una benedizione per i nostri fratelli, anche per quelli che nemmeno immaginiamo esistano. 

 

Siamo anime riparatrici, anime adoratrici, anime di bene.  

 

Amen.