Luz de María de Bonilla

La vita di Luz de Maria è stata guidata da Dio fin dalla sua nascita, avvenuta in un piccolo paese del Centroamerica: il Costa Rica.  Attualmente risiede in Argentina.

Proviene da una famiglia di profonde radici cristiane, dove crebbe assieme ai suoi fratelli, circondata da un ambiente di spiritualità, con l’Eucaristia al centro della sua vita.

Trascorse la sua gioventù accompagnata dalla presenza dei suoi amati Angeli Custodi e della Madre Santissima, che sono stati i suoi compagni e i suoi confidenti. L’hanno resa più volte partecipe di Manifestazioni Celesti, presagendo quanto si sarebbe concretizzato poco a poco, anni più tardi.

Contemporaneamente allo sviluppo della sua vita professionale, ha formato un gruppo che conta 15 membri, che l’accompagnano da quando hanno avuto inizio le Manifestazioni Divine nella sua casa, quali essudazioni di immagini religiose, profumi inspiegabili, ed altri fatti, che hanno reso la sua famiglia e i suoi parenti, testimoni dell’esperienza spirituale di Luz de Maria.

Durante la Settimana Santa dell’anno 1990, ebbe luogo l’incontro definitivo con la Madre Santissima, che le annunciò la sua guarigione fisica da una malattia delle quale soffriva e se ne prese cura in modo particolare per prepararla all’incontro con il Suo Divin Figlio, dando inizio così un lungo cammino durante il quale l’hanno sensibilmente illuminata sulla missione che il Cielo aveva preparato per lei.

Ha così inizio una nuova tappa della sua esperienza mistica, che la porterà a sperimentare profonde estasi, non solo alla presenza della sua famiglia, ma anche dei vicini, che in seguito si riuniranno per pregare, formando in questo modo un Cenacolo, che la accompagna fino ad oggi.

Col trascorrere degli anni, Gesù e la Madre Santissima, la formano perchè sia strumento utile, nelle mani del Vasaio Divino e si abbandoni alla Volontà del Signore, portando assieme a Cristo il dolore della Croce, che penetra fisicamente nel suo corpo e nella sua anima. (1)

Dopo un lungo periodo di attesa, durante il quale Cristo e la Madre Santissima l’hanno gradualmente preparata, chiedendole discrezione durante quel  lasso di tempo, il Cielo le ordina di trasmettere a tutta l’umanità la Parola Divina che ha ricevuto e che continua a ricevere. Da quel momento, Cristo le apre il cammino, guidando i suoi passi dove la Volontà Divina desidera che giunga l’Appello del Cielo.

Dopo che le venne dato l’Ordine Divino di farsi conoscere, e sotto l’ispirazione delle Spirito Santo, cominciò a visitare diversi paesi, specialmente dell’America Latina, rilasciando interviste radiofoniche e conferenze aperte al pubblico.

Questo ha fatto nascere in alcuni fratelli il desiderio di mettere in pratica gli insegnamenti della Parola Divina, formando Cenacoli di preghiera ed attuando il Vangelo, lottando costantemente per avere una vita piena, nel compimento della Volontà di Dio e dell’amore per il prossimo.

Luz de Maria si sta rendendo conto che con il trascorrere del tempo, la Parola di Cristo e della Madre Santissima che riceve, sta assumendo un diverso tenore in quanto a forza ed intensità, a causa della prossimità degli avvenimenti che l’umanità si troverà ad affrontare.

Senza dubbio in ogni Appello Divino prevale l’Amore, la Misericordia e contemporaneamente la Giustizia Divina, annunciando e denunciando l’imminenza della Purificazione, frutto della disobbedienza dell’uomo e della cattiva gestione del progresso in tutti i campi, che hanno trasformato l’uomo nel flagello di se stesso.

Cristo le ha anticipato la persecuzione, l’ingiustizia, la diffamazione e le calunnie alle quali si vedrà sottoposta da parte di coloro che non accettano questi Appelli Divini e che non si stancheranno di perseguitarla per cercare di porre fine a questa Opera, ma lei lo accetta, sapendo che quale strumento di Cristo, deve seguire lo stesso cammino che Cristo percorse in terra.

La Madonna è la sua consigliera e per mano della Madre, continua ad essere una fedele discepola di Cristo, vivendo diverse esperienze mistiche durante le quali Cristo le fa condividere il Suo patire sulla Croce.

Le sono vicini Sacerdoti di vari paesi che l’accompagnano, ma come le dice Cristo stesso :”il tuo direttore spirituale sono Io”, poichè è Cristo che guida ciascuno dei suoi passi e tutto quello che fa.

Il Padre José María Fernández Rojas, che dall’inizio delle manifestazioni le è rimasto a fianco come suo confessore, ha accompagnato anche il suo gruppo di preghiera del quale fanno parte tre religiose, da quando venne formato il cenacolo 24 anni fa, e poichè una di loro è laureata in teologia, si è potuta mantenere una strettissima osservanza e l’analisi della parola rivelata.

La Missione di Luz de Maria, in totale ubbidienza a Cristo, è quella di essere strumento della Verità Divina in questo momento, annunciando e denunciando quanto viene indicato da Nostro Signore Gesù Cristo e dalla Nostra Madre Santissima, affinchè i figli di Dio continuino a lottare per la loro conversione e quella di tutti i loro fratelli, riconoscendo e combattendo con forza il male che li circonda e continuino decisi sulla via della Salvezza in ogni aspetto della vita.

La Parola Divina che riceve Luz di Maria invita l’umanità, come figli di uno stesso Padre, a raggiungere tutti l’unità come fratelli, mettendo in pratica il primo comandamento ed essendo eco dell’Appello di Cristo che convoca il Suo Popolo ad essere uno solo.

(1)   Referenza: Prima del momento in cui Cristo le fa condividere la Sua Passione, Luz de Maria comincia a percepire uno stato particolare che le fa riconoscere  in anticipo la manifestazione di questo prodigio, portandola poi a cadere in una profonda estasi, dando luogo a una scena drammatica per i testimoni, a causa della grande sofferenza, non solo fisica ma anche spirituale; cominciano a rendersi visibili le ferite sulle mani, sui piedi, sul costato e sulla testa; in alcune occasioni si manifestano lacrime di sangue, che emanano un profumo intenso che giunge a inondare tutta la casa.
Al termine dell’estasi, che può durare da una a varie ore, le ferite si chiudono rigenerando la carne e la pelle, lasciando visibile solo il sangue uscito da queste ferite…