Una goccia di Paradiso: La storia

Manifestazioni della
Madonna Addolorata del Perdono

Dio opera nei modi e nei tempi stabiliti dalla Sua Sapienza.
Interviene nella nostra vita con segni, prodigi; con soffi leggeri, con stop, con sollecitazioni; suggerisce, tocca con la Sua potenza; benedice le nostre opere.
Si prende cura dei suoi figli, richiama, ordina; agisce con miracoli ed entra negli avvenimenti quotidiani per scrivere la storia della nostra vita.

Cenni biografici:


Alina Coia nasce il 10 Agosto 1937 a Cellole, un piccolo paese della Campania in provincia di Caserta.
Primogenita di quattro figli, frutto dell’amore di Luigi Coia e Pasqualina Verrengia.
Il 25 Settembre 1955 sposa Salvatore Trotta, e un anno dopo, il 19 Settembre del 1956 da alla luce la sua unica figlia, Giovanna.
La vita in quei paesi e in quel tempo non è certo facile e nel 1960 come molti loro compaesani i coniugi Trotta cercano all’estero un lavoro che permetta loro una vita dignitosa: eccoli emigranti in una cittadina della operosa Germania, che dista 150 Km. da Monaco di Baviera.
Inizialmente operai in una fabbrica di sedie a sdraio, poi in una industria metalmeccanica. Trascorrono così quasi 10 anni e nel 1969 ecco aprirsi uno spiraglio, una occasione per ritornare in patria: con i pochi risparmi e con tanto coraggio, acquistano un bar in quel di Cavarzere, cittadina della provincia di Venezia. Attività che gestiscono con impegno e non poche difficoltà fino al 2001 quando passano la mano alla figlia Giovanna.
Da quel momento Alina si dedica completamente alla missione richiestale dalla Mamma Celeste, la diffusione del “messaggio cristiano”.

MADONNA ADDOLORATA DEL PERDONO CAVARZERE
https://www.madonnaaddoloratadelperdono.it/

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri