La Testimonianza di Walter Sulla

La mia esperienza e rinascita interiore in Cristo Gesù per mezzo di Santa Maria Vergine

Non c’e miglior modo per iniziare questa testimonianza che dicendo, anche io sono un grande peccatore. Non sono perfetto, ma cerco di camminare nella santità, nell’obbedienza alla chiesa, e di mettere in pratica la Volontà di Dio insieme alla Divina Volontà. Mi chiamo Walter Sulla e ho 28 anni. Ti ringrazio prima di tutto per essere qui a leggere la mia testimonianza di vita, oltre che la mia esperienza di fede e conversione affinchè possa esserti di aiuto del tuo cammino di fede, e possa testimoniare questo luogo meraviglioso dove è iniziato tutto: Medjugorje. Dio mi ha fatto un grande dono, una famiglia credente e praticante e una mamma che attraverso il rinnovamento nello spirito santo mi ha trasmesso il seme della fede, attravero ritiri, adorazioni, celebrazioni della santa messa, finche non fossi educato in questa meravigliosa famiglia celeste.

In questa testimonianza voglio dirvi che non è tutto rose e fiori, sembra quasi che per tutti sia facile amare Dio e restare nella pace ma non è cosi, perchè diventa straordinario per un’anima dire ogni giorno il proprio Si, il proprio Fiat, e se cade andarsi a confessare, perche i sacramenti insieme alla preghiera e alle opere siano il nutrimento di ogni buon cristiano.

La mia conversione totale è avvenuto a Medjugorje nel 2012 dove ho sperimentato e visto la dimensione superiore di cui non avrei mai pensato di vedere in questa vita. Io tra me e me pensavo, che bello dopo il viaggio non vedo l’ora di uscire con le ragazze, perdere la verginità, divertirmi ma allo stesso tempo fare il buon cristiano, ma questo non poteva essere, perche i miei film mentali vennero distrutti sul nascere. Ricordo che 2 giorni prima del viaggio, si liberarono 2 posti e chiamarono mia mamma dicendole se era interessata e lei disse di si, e ovviamente anche io visto che il giorno prima sognai che ero in un pullman che stava attraversando un lunghissimo ponte sul mare, e si fece sera, e guardando il finestrino non vedevo la fine del ponte, allora guardai il cielo e la luna bellissima mi rapi in spirito, sempre nel sogno, portandomi in un’isola nel cielo dove c’era un giardino bellissimo e dove c’era la Madonna, Santa Gemma Galgani, e altre anime e per me era meraviglioso tutto quello che stavo guardando, e vivendo oltre una immensa pace.

Il Miracolo del sole

L’arrivo a Medjugorje non è stato dei migliori visto che ho dormito 1 ora sola, e che poi mi sarebbe aspettata una giornata molto pesante tra le preghiere, e tutto il resto ma quasi magicamente non ebbi sonno, per poi crollare alle 21 della sera, era un martedi. Il giorno successivo assistetti al miracolo del sole, un’amica di mia mamma mi chiama per dirmi di venire a vedere il sole, e io nella mia testa dissi, questa è pazza, ma poi rimasi a guardare il sole per più di 5 minuti senza sbattare ciglia. Il sole sembrava quasi surreale, aveva 3 anelli d’orati tutti intorno come quando lanci una pietra nell’acqua e si creano quegli anelli intorno. Sentivo il sole battere come un tamburo, vedevo tanti globi azzurri che uscivano da sole, vedevo questo sole giallo arancio rosso viola, sembrava una festa del cielo.

L’estasi e la visione di Gesù Crocifisso

Ho pregato e maturato un po questa scelta di condividere la mia esperienza, questo perchè è molto intima ma allo stesso tempo puo aiutare chi ha ricevuto grandi grazie a Medjugorje e delle missioni particolari a Medjugorje, infatti in articolo lessi che la Madonna disse alla veggente Mirijana che se qualcuno vede o sente qualcosa a Medjugorje vuol dire che Dio ha bisogno di lui per una particolare missione, e per capirla bisognerà pregare molto e chiedere aiuto allo spirito santo.

Il mercoledi era stato un giorno molto pesante, non avevo recuperato a pieno le energie, presi sono circa alle 20:30 di sera per poi svegliarmi alle 03:30 del mattino, circa 7 ore, i miei conqulini mi dissero che stavano andando a prendere il posto vicino il luogo dell’apparizione che sarebbe stata alle 09:00 del mattino, allora mi alzai e andai anche io. Arrivammo verso le 04:20 dove ci sistemammo a 50 metri dalla croce blu. Mi ricordo che dopo un po, arrivarono tante altre persone, il tempo non era dei migliori, la luna non si vedeva ma si poteva vedere la sua luce a causa del tempo nuvoloso.

Allora molte persone alzarono gli occhi al cielo, ma io non vidi nulla. Mentre stavo per abbassare la testa, senti un desiderio forte di rialzarla quasi che non potevo andare contro la mia volontà di tenerla abbassata, e allora in quel cielo molto nuvoloso, illuminato dalla luce della luna, si forma una croce bianca fatta di fumo nel cielo che rimase li per 20 minuti circa. Da ragazzo ipersensibile mi impressionai e mi emozionai restando con una forte palpitazione per diversi minuti finche non decidetti che era meglio per la mia salute chiudere gli occhi per prendere fiato da quella visione, che non ebbi solo io ma tutte le persone li presenti.

Mentre ero con gli occhi chiusi e tremante come una foglia pensai a quanto era grande Dio, a quanto era vero Medjugorje, dissi a Gesù scusa, se non avevo creduto abbastanza, scusa della mia tiepida fede, scusa poichè lui è il Cristo il figlio di Dio. In quel momento, avevo recuperato abbastanza fiato, come se fossi pronto per un’altro tuffo nell’eternità, aprii gli occhi e le persone intorno a me erano sparite tutte, anche la croce bianca nel cielo era sparita, cio che rimanese era un grande silenzio e un grande fuoco che andava da una parte all’altra del cielo e al centro di esso c’era Gesù Crocifisso con le stigmate rosso fuoco, e con il lensuolo al suo bacino che non era sporco ne a causa del sudore e ne a causa del sangue, anzi era di luce e sventolava a contatto con il vento, questo mi fece ancora piu impressione per stavo assistendo ad una cosa reale che era soggetta alle condizioni climatiche di quel preciso istante, e se prima il mio cuore aveva delle palpitazioni, vi posso dire che dopo questo ennesimo tuffo nell’eternità i battiti del mio cuore non si potevano contare, lo stesso cuore che mi batteva nel petto sembrava una bomba ad orologeria che voleva esplodere perche quell’amore era troppo e non riusivo a contenerlo, se pur il tutto è durato circa 20 secondi.

Questa forte esperienza è stata una chiamata altrettanto forte alla conversione giornaliera, questo Gesù in croce voleva per me una vita nella santità, nella sua Divina Volontà, quella rivelata a Luisa Piccarreta, che gia da un anno approfondisco, quindi dal 2018, e che diffondo con questo blog. Piu avanti parlerò in modo sintetico ma anche approfondito di questo meraviglioso dono che Gesù vuole fare conoscere al mondo affinche i suoi figli ricevano il 100% del suo amore non solo il 5% che oggi viviamo ma che ancora non conosciamo e possediamo.

Si erano fatte le 09:00 del mattino quasi, stava per iniziare l’apparizione del 2 ottobre 2012, quando pioveva a dirotto, e appena scoccate le 09:00 la pioggia ebbe fine, le nuvole del cielo si aprirono, e scese una pace immensa, scese la Madonna. Questa forte esperienza demoli il mio corpo, mi svegliai la mattina dopo con la febbre a 40, il mio corpo era come prosciugato da quella manifestazione sopranaturale, dove Gesù mi ha chiesto tante cose, sopratutto la mia disponibilità a servirlo per diffondere con il mio esempio e il mio piccolo blog fatti molto importanti come L’avvertimento universale, la Divina Volontà, il suo ritorno, il trionfo del cuore immacolato di Maria che è il suo ritorno sulla terra, quello che recitiamo nella santa messa, e nel credo, e varie profezie, tra cui quelle di Luz de Maria insieme a quelle di altri profeti.

IL TRIONFO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA E LA DIVINA VOLONTASCOPRI DI PIU
+