25 aprile, messaggi della Madonna, di S.Marco evangelista e S.Marco eremita


(Maria SS.ma): “Caro figlio Marco, auguri per il tuo onomastico! Oggi ricevi grandi grazie dal Cielo.
Gioisci mio caro figlio, perché il tuo nome è scritto nel mio Cuore e nel Cuore di mio Figlio Gesù, e con grande amore che oggi ti benediciamo con una grande pioggia di grazie.
…Attraverso di te, della tua vita finalmente il mio piano d’amore si realizzerà e la mia fiamma d’amore potente eromperà sull’umanità, su questa generazione in questi ultimi tempi per salvare tutti i miei figli e condurli al trionfo del mio Cuore Immacolato.


…La mia protezione continuerà sempre nella tua vita finché mi servirai sempre, finché sarai sempre mio figlio, sarò sempre tua madre, la tua guardia, la tua protettrice, la tua regina, la tua difesa.
Quindi, sappi quanto il diavolo ti odia e quanto ha sempre cercato di attentare, ed anche di prendere la tua vita per impedire che il mio piano materno si realizzasse attraverso di te nel mondo, in questa generazione, nelle vite dei miei figli per la salvezza di tutti loro.


…Questa generazione è peggiore della generazione del Diluvio e di Sodoma e Gomorra, perciò sono scesa con tutta la mia potenza qui a Jacarei e nella tua persona, nella tua parola, nei rosari meditati fatti da te…


Nei film nelle tredicine e Ore di preghiera, mostro tutta la potenza del mio Cuore Immacolato e verso la mia fiamma luminosa e splendente d’amore nell’anima e nella vita di tutti i miei figli, per illuminarli, guidarli, salvarli, sradicarli dalle grinfie di Satana e dalle tenebre del peccato e guidarli sulla via della salvezza: che è la via della rinuncia, della preghiera, del sacrificio e della penitenza.
…Quello che ha detto la mia figlia Madre Ines del Tabernacolo (Quito) è vero: mai, mai c’è stato tanto amore per Dio e per me e per il mio Rosario così ben meditato e registrato da te, come il tuo amore, non c’è mai stato e mai ci sarà.


Non c’è mai stato tanto amore per il mio Rosario come il tuo che lo preghi in forma di Mille Ave Maria così piene di amore, anche se esausto di stanchezza, stanchezza per notti trascorse nel dolore e nel sacrificio.


Sì, non c’è amore come il tuo, né ci sarà più. Perciò, attraverso di te il mio Cuore Immacolato trionferà e ogni anima che è di buona volontà e eletta per il Cielo, ogni anima che ha un carattere buono riconoscerà questo, solo non lo riconosceranno quelle anime che sono di cattiva volontà o che hanno un cattivo carattere.


…Ed ora Io e i due Santi col tuo nome ti benediciamo e ti diciamo: persevera, persevera nell’amore del Signore, persevera nella via della santità, persevera nella mia grazia e non scoraggiarti mai.
Prega il Rosario tutti i giorni, perché con lui tutti diventeranno grandi  santi e avranno la forza interiore per vincere il proprio io corrotto e le tentazioni e il mondo.
…Noi, vi benedico ora: da Fatima, da Pontmain e da Jacareí. 


(San Marco Evangelista):  “ Amato Marco, io, Marco Evangelista vengo da te oggi per dirti:
Ti amo e non ti lascio mai solo, sono con te in ogni momento, soprattutto nella sofferenza per aiutarti, sostenerti, aiutarti, rafforzarti e tirarti su di morale.


Non distogliere mai gli occhi dalla stella, la nostra Regina Maria SS.ma così avrai sempre la forza di arrivare fino alla fine. Vola, vola l’aquila reale della Madre di Dio, resta saldo, saldo come un guerriero, il nostro nome significa guerriero.


Devi essere un guerriero, lottando sempre di più per la Madre di Dio e per la salvezza delle anime senza stancarti, senza scoraggiarti. Ferite, ne avrai molte in questa guerra che stai combattendo contro il nemico, ma Ella sarà sempre al tuo fianco per chiudere le tue ferite.
…Guerriero devi alzarti  come Giovanna d’Arco colpita dalla freccia e tornata in battaglia, devi avanzare costantemente fino alla vittoria finale.


Guerriero devi essere e anche sanguinando, ferito dai traditori, devi combattere fino alla fine brandendo la spada della fede, dell’amore, della perseveranza.

…Ti benedico con amore adesso. 


(San Marco Eremita):  “Amato Marco, io Marco Eremita, vengo di nuovo a dirti: ti amo, ti amo, amo con tutto il cuore! Sono venuto a te in una delle notti in cui stavi soffrendo terribilmente dai dolori alla testa,  e oggi vengo per benedirti e dirti: Ti amo! E tu mi devi seguire per la strada della Santità, dell’amore, della preghiera e della penitenza.


Vivevo nel deserto lontano dal mondo, per preservarmi da tutte le contaminazioni delle cose mondane e per vivere solo per Dio, solo in Dio con il cuore e la mente occupati solo dal Signore. E così anche tu devi continuare a vivere come hai fatto fino ad oggi.


Quindi nel deserto con me devi vivere. Pregando ogni giorno le Mille Ave Maria come hai fatto, lontano dal mondo, lontano dal via vai delle creature e da ogni contaminazione con i loro peccati, con i peccati di questa generazione perversa.


Nel deserto devi vivere con me nella meditazione, nella lettura spirituale, nell’amore e nella lode del Signore lontano da tutti i commerci con le creature di questa generazione perduta e perversa. In modo che la tua anima possa rimanere sempre infiammata con la fiamma dell’amore della Madre di Dio, illuminato dalla grazia e dall’amore del Signore , e piena dei doni dello Spirito Santo

…Te e tutti i miei fratelli qui presenti che amo, custodisco e proteggo, ora benedico con amore “.


(Maria Santissima):  …Figlio mio Marco, oggi ti do una nuova grazia: ricevi il potere di benedire tutti con la benedizione di San Marco Evangelista e Eremita, imponendo le mani sulla testa di tutti e chiedendo per loro questa benedizione grandi grazie avverranno.
Potrai anche benedire le persone che ami a distanza con la trasmissione di mia speciale benedizione e la benedizione dei due Santi con i tuoi occhi, con il tuo cuore.


…Avanti, mio guerriero, la maggior parte delle battaglie hai già vinto, ne sono rimaste poche per la mia grande vittoria. Avanti mio guerriero verso la vittoria e la grande corona di vincitore che ti aspetta.

Consacrazione al cuore Immacolato di Maria

Io………… mi affido o Madre, alla Tua protezione e alla tua guida;  non voglio camminare da solo(a) in mezzo alla tempesta di questo mondo.  Mi presento davanti a Te a mani vuote, Madre del Divino Amore, ma con il cuore colmo d’amore e di speranza nella Tua intercessione.

Ti prego di insegnarmi ad amare la Santissima Trinità con il Tuo stesso Amore, cosicché non sia indifferente ai Loro appelli, né indifferente all’umanità.

Prendi la mia mente, il mio pensiero, la mia parte cosciente ed incosciente, il mio cuore, i miei desideri, le mie aspettative, ed unifica il mio essere nella Volontà Trinitaria, come lo facesti Tu, di modo che la Parola di Tuo Figlio non cada su un terreno arido.

Madre, unito(a) alla Chiesa, Corpo Mistico di Cristo, sanguinante e disprezzato, in questo momento di oscurità, elevo a Te la mia voce supplicante, affinché la discordia tra gli uomini ed i popoli sia annichilita dal Tuo Amore Materno.

 MADRE SANTISSIMA, OGGI TI CONSACRO SOLENNEMENTE TUTTA LA MIA VITA, FIN DALLA MIA NASCITA.

FACENDO PIENO USO DELLA MIA LIBERTÀ, RIFIUTO IL DEMONIO E LE SUE MACCHINAZIONI E MI AFFIDO AL TUO CUORE IMMACOLATO. PRENDIMI PER MANO FIN DA QUESTO MOMENTO E NELL’ORA DELLA MIA MORTE PRESENTAMI DAVANTI AL TUO DIVIN FIGLIO.

Permetti, Madre di Bontà, che questa mia consacrazione sia portata per mano degli Angeli ad ogni cuore, affinché si ripeta all’infinito in ogni essere umano.

Amen.

Consacrazione a San Michele Arcangelo

Principe nobilissimo delle Gerarchie angeliche, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli angeli giusti, mio dilettissimo Arcangelo San Michele, poiché io desidero di essere contato nel numero dei devoti e dei tuoi servi, oggi io come tale mi offro, mi dono e mi consacro a te, e pongo me stesso, la mia famiglia e quanto mi appartiene sotto la tua potentissima protezione. E’ piccola l’offerta della mia servitù, poiché sono un miserabile, peccatore.

Ma tu gradisci l’affetto del mio cuore. Ricordati inoltre che se da oggi in avanti sono sotto il tuo patrocinio, tu devi assistermi in tutta la  mia vita e procurarmi il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro Salvatore Gesù e la mia dolce Madre Maria, ed impetrarmi quegli aiuti che mi sono necessari per arrivare alla corona della gloria.

Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nel punto estremo della mia vita. Vieni, allora, o Principe gloriosissimo, ed assistimi nell’ultima lotta. Con la tua arma potente respingi lontano da me nell’abisso dell’inferno quell’angelo prevaricatore e superbo che un giorno hai prostrato nel combattimento in cielo. Amen.

POLITICA COOKIE

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l’esperienza utente. Nessun dato sarà tracciato e usato per fini commerciali. Consulta la pagina privacy che troverai in basso nel sito.