Papilloma Herpes Genitalis

L’herpes genitalis è una patologia causata da virus Herpes simplex di tipo II ed è un’infezione a trasmissione sessuale molto somigliante a quella provocata dal virus dell’herpes labiale di tipo I. Si tratta delle cosiddette “febbri”, ossia quelle bollicine fastidiose che appaiono sulle labbra ma anche in altre zone della cute solitamente durante un’influenza, un periodo di stress, una intensa esposizione al sole. Esse sono dovute alla replicazione del virus all’interno delle cellule. La prima volta che si contrae l’herpes genitalis, i sintomi sono in genere abbastanza importanti: alla presenza di bollicine bianche, in numero variabile da due fino a venti e più, si accompagna un senso di prurito e tensione fastidiosamente doloroso. Ogni tentativo però di portarsi sollievo grattandosi è inibito dall’estremo dolore che provoca anche lo sfiorarsi. A questi sintomi si unisce inoltre spesso febbre e rigonfiamento delle ghiandole inguinali e rossore generalizzato della parte interessata.
Il virus dell’herpes una volta contratto tende a rimanere all’interno del corpo umano per ricominciare a replicare in momenti di deficit immunitario, ma gli episodi successivi sono molto meno drammatici in quanto il sistema immunitario conserva la memoria del virus e ne arresta la replicazione in tempi molto più brevi.

In presenza dei sintomi descritti è necessario sottoporsi a una visita ginecologica. Il trattamento per eccellenza è quello a base di farmaci antivirali, che non solo mitigano i sintomi ma riducono la durata della malattia. È necessario astenersi dai rapporti sessuali fin dai primi sintomi e in realtà si pensa che coloro che siano affetti da Herpes genitalis possano trasmetterlo anche nei periodi di latenza. Un comportamento corretto da parte dei portatori di herpes genitalis sarebbe quello di comunicare al partner lo stato di possibile contagiosità.

Il papilloma virus e l’herpes sono due infezioni che non sempre tutti riescono a riconoscere e spesso si tende a confonderle. Entrambe sono patologie che possono contrarre sia uomini che donne, solitamente attraverso i rapporti sessuali.

Papilloma herpes virus

Il papilloma virus, conosciuto anche con la sigla Hpv, è un tipo di virus molto conosciuto e diffuso che non causa normalmente gravi problemi o danni alla salute e scompare da solo nella maggior parte dei casi. Le infezioni da Hpv possono provocare lesioni alle mucose e malattie della pelle, e in alcuni, rari casi possono essere causa di problemi più gravi che possono degenerare, se non curate, fino al tumore al collo dell’utero.

Ci sono più di 150 tipologie di questo tipo di infezione a trasmissione sessuale, codificate con un numero che viene posto accanto alla sigla Hpv. La presenza del virus viene solitamente accertata attraverso l’HPV DNA test, esame molto simile a un tampone vaginale.

Alcune tipologie possono portare alla formazione di condilomi: escrescenze di pelle presenti sia nell’apparato genitale maschile che in quello femminile, che solitamente non causano tumori ma sono altamente contagiosi.

Altri ceppi di papilloma herpes virus, invece, in particolare HPV 16 e HPV 18, possono essere la causa del cancro alla cervice: un tumore per il quale è necessario un particolare trattamento.

L’infezione si sviluppa tramite rapporti sessuali di diverso tipo:

genitale-genitale
ano-genitale
oro-genitali
oro-anali
manuali-genitali
contatto dei genitali esterni
Come sempre, la prevenzione risulta il metodo migliore per proteggersi dal virus dell’Hpv ed è importante stare attenti ad avere rapporti protetti, soprattutto se si tratta di rapporti occasionali o con partner multipli.

Dal 2006 è anche in commercio il vaccino contro il papilloma virus, che protegge da HPV 16 e da HPV 18. Oltre a questo, per le donne è sempre meglio sottoporsi a controlli periodici: in particolare, le ragazze sopra i 25 ani dovrebbero eseguire il pap test almeno ogni tre anni.

Herpes virus
L’herpes è una malattia infettiva e contagiosa, causata dalla famiglia degli herpes virus, che presenta i seguenti tipi: herpes labialis, quello più comune, herpes zoster e herpes genitalis.

Il suo nome deriva dal greco e significa febbre o fuoco di Sant’Antonio. Si manifesta solitamente con alcune vesciche presenti sulla pelle, soprattutto sulle labbra e da qui il nome di herpes labialis, oppure sui genitali (herpes genitalis) o ancora su altre parti del corpo, quali la schiena e le braccia, in questo ultimo caso si parla di herpes zoster.

L’herpes virus si trasmette con la saliva, quindi può essere contratto utilizzando posate o bicchieri di un’altra persona o attraverso i baci. Si viene contagiati dall’herpes genitalis, invece, attraverso i rapporti sessuali.

I sintomi più frequenti e che segnalano, normalmente, la presenza del virus sono mal di gola, dolori muscolari, comparsa di vesciche attorno alla bocca, arrossamento ed eruzioni cutanee. Nel caso dell’herpes genitalis si possono avere anche prurito e formicolio, mentre quando si contrae l’herpes zoster si avverte intorpidimento ad alcune parti del corpo e si nota la comparsa di bollicine.

La miglior prevenzione è per prima cosa una corretta alimentazione, a cui si aggiunge, naturalmente, la necessità di rapporti sessuali protetti.

Differenze
Una volta analizzate le caratteristiche sia del papilloma virus che dell’herpes virus, è bene capire quali sono le differenze tra queste due infezioni per imparare a distinguerle.

Per prima cosa, l’herpes virus si manifesta con vesciche che possono comparire nella bocca, nei genitali e in altre parti del corpo e provoca generalmente delle infezioni a gola, labbra e pelle; il papilloma virus, invece, presenta i condilomi, simili alle verruche.

Una grande differenza tra le due infezioni sta nel fatto che papilloma virus può essere rimosso e trattato, mentre l’herpes non può essere eliminato in modo definitivo dal corpo.

I due virus si distinguono poi nettamente in base al modo in cui vengono trasmessi: il papilloma viene contratto tramite rapporti sessuali, mentre l’herpes si diffonde con altre forme di contagio, come l’utilizzo delle stesse posate, degli stessi asciugamani, ma anche attraverso la saliva e quindi con i baci. Inoltre, l’herpes può essere diagnosticato solo con una analisi specifica del sangue, al contrario per il papilloma virus è necessario sottoporsi all’esame del pap Test, un prelievo con un tampone cervicale.

Pur con le loro differenze, i due virus hanno certamente anche numerose affinità e la prevenzione, in entrambi casi, è senza dubbio la cura più efficace.

In particolare, grande attenzione deve sempre essere prestata durante i rapporti sessuali, facendo in modo che questi siano sempre protetti e sicuri.

 

Ciao mi chiamo Walter e sono proprietario del Blog abbapadre.it sul quale verranno diffusi argomenti spirituali importanti, quali la Divina Volontà di Luisa Piccarreta, la divina misericordia di santa Faustina Kowalska, Avvertimento universale, e tanto altro per la salvezza delle anime.