Ho fatto 146 aborti, ho praticato riti satanici nelle cliniche abortiste” – Testimonianza di Zachary King, ex satanista

Al giorno d’oggi per molte persone l’aborto sembra essere diventato un diritto acquisito, che non si può più mettere in discussione. Ci si è invece completamente dimenticati di quanto atroce sia questa pratica, che sopprime delle vite innocenti, e di quanto male faccia alle stesse donne. In questa intervista, Zachary King, un ex satanista americano convertitosi al cattolicesimo, ci riporta alla dura realtà e, nonostante un breve passaggio piuttosto truculento, ci mostra alcuni aspetti sorprendenti. Ci rivela che per i satanisti l’aborto è un rito sacro e che in alcune cliniche abortiste vengono addirittura compiuti riti satanici. Colpisce poi il fatto che, nonostante tutto, anche i satanisti considerino un bambino il nascituro nel grembo materno. E alla fine, ci ribadisce la potenza della preghiera, che può bloccare anche le azioni degli adepti di Satana.

 Premessa

Alla luce dei recenti video che mostrano il traffico di organi e tessuti di bambini non nati da parte di Planned Parenthood, il Lepanto Institute ha intervistato Zachary Kingex satanista e Grande Stregone [High Wizard]. Zachary era un comune ragazzo di quartiere americano cresciuto in una famiglia battista. Iniziò a praticare la magia a dieci anni, si unì ad una congrega satanica a tredici, e intorno ai quindici aveva già infranto tutti i Dieci Comandamenti.

Dall’adolescenza all’età adulta fece carriera nella congrega fino a diventare Grande Stregone e portò avanti intensamente i piani di Satana, compresi gli aborti rituali. Zachary attualmente sta scrivendo le sue esperienze in un nuovo libro che si intitolerà Abortion is a Satanic Sacrifice Laborto è un sacrificio satanico»).

 Lintervista

 Lepanto Institute: «Zac, hai molte cose da raccontare. Puoi fornirci qualche informazione su come sei finito dentro al satanismo?

 

– Zachary King: Cominciò con una forte curiosità, mi chiedevo se la magia fosse reale. Questo accadde dopo aver visto dei film di maghi e stregoni, negli anni ’70, quando crebbi. A scuola avevamo un gioco chiamato «Bloody Mary», o «Ti odio, Bloody Mary», in cui si entrava in un bagno e si cantava quella frase un certo numero di volte con le luci spente. Ogni volta che lo facevamo col mio gruppo, vedevamo una faccia demoniaca nello specchio. Non avevamo consapevolezza che fosse proprio questo ciò che stavamo guardando, sapevamo a malapena che all’improvviso ci sarebbe questa cosa paurosa nello specchio e che tutti sarebbero scappati fuori dal bagno, spaventati a morte… eccetto me. Ho sempre pensato che fosse piuttosto fico.

Nello stesso periodo in cui facevo queste cose, ogni fine settimana facevo delle battaglie di Dungeons & Dragons [celebre gioco di ruolo fantasy; N.d.T.] e interpretavo sempre il ruolo del mago o dello stregone. Col tempo mi chiesi se potessi realmente fare qualche magia e provai un paio di incantesimi per ottenere denaro. Funzionarono entrambi, ma potrebbero essere state solo delle coincidenze, così ne feci un terzo, e la terza volta che lo feci, lanciai un incantesimo di fronte al demone del bagno [quello della salmodia «Bloody Mary»] e pensai che avrei alzato la posta per vedere cosa succedeva. Il giorno seguente ricevetti 1.000 dollari. Da allora mi convinsi che la magia fosse reale.

A dodici anni circa un amico mi fece entrare in un gruppo che giocava a Dungeons and Dragons, in cui i membri credevano che la magia fosse reale. Venne fuori che questo gruppo era una congrega di satanisti. Un sacco di gente mi chiede: «A quel punto non saresti potuto scappare e nasconderti»? A costoro ricordo che sono cresciuto negli anni ’70, quando le congreghe sataniche in televisione erano davvero spaventose, ma… amavo i flipper, i videogiochi e la fantascienza, come Star Trek e Guerre Stellari, e questi tipi avevano pressoché tutti i film fantasy o di fantascienza che avresti desiderato vedere. Avevano i flipper, una piscina, una grande postazione per il barbecue, era come un club per ragazzi e ragazze, ed era divertentissimo. Mettiamola così, sapevano come attirare le persone. Sapevano tutto quello che un ragazzo avrebbe desiderato fare e così venni coinvolto in quel modo.

Quello fu il mio primo culto. Rimasi lì fino a circa diciotto anni, poi mi unii alla World Church of Satan, che era molto grande, una sètta mondiale. Il ruolo che raggiunsi viene definito Grande Stregone. In una grossa congrega di satanistisono quelli che praticano la magia per il gruppo. Possono essere pochi, uno solo come una decina. Generalmente ce ne sono tra due e cinque, e il nostro lavoro consisteva nel viaggiare per il mondo facendo qualunque incantesimo la gente volesse che facessimo. Ora, quando dico gente, intendo star del rock e del cinema, figure politichepersone ricche non cè limite per chi vuole una magia e quanto sia disposto a pagare per questa.

 

 Lepanto Institute: Così eri un Grande Stregone allinterno del satanismo molto brevemente, comè che sei divenuto Grande Stregone?

– Zachary King: Si dice che i [Grandi Stregoni] siano scelti da Satana. Io non so quale sia il criterio. Ho praticato la magia dall’età di dieci anni e sono diventato Grande Stregone a ventun’anni circa. Sono stato nella World Church of Satan per circa tre anni. Da bambino avevo già visto un Grande Stregone, anche se non sapevo che lo fosse. Il look è davvero unico. Un cappello a cilindro, una bacchetta o un bastone, la faccia dipinta come un cadavere e una specie di smoking vecchio stile. Se vai su YouTube e guardi il video di Pink Just Like a Pill, cè un Grande Stregone che appare quattro volte. La terza e la quarta volta lo stregone appare sullo schermo e puoi notare che sta pronunciando un incantesimo. Un sacco di persone osservando quel video lo vedrebbe, ma non capirebbe cosa sta guardando. Ma quello è il look.

Dunque, Satana ti sceglie, ma per una sètta così grande, ci sono un presidente e un consiglio di amministrazione. Così il presidente ti manda a chiamare, poi ti incontri con lui e con il consiglio di amministrazione e ti dicono che sei stato scelto. Ti viene dato un libro che ti spiega quali sono le tue mansioni di Grande Stregone, e tu decidi se vuoi farlo o no, anche se non ho mai conosciuto nessuno che abbia rifiutato.

 Lepanto Institute: Così sei stato chiamato di fronte ad una specie di consiglio supremo, e ti hanno offerto il posto, e tu a quel punto sei diventato un Grande Stregone?

– Zachary King: Esatto, e l’ho fatto più o meno per dieci-dodici anni.

 Lepanto Institute: Che ruolo gioca laborto nei rituali satanici, e quando sei stato coinvolto per la prima volta in un aborto nellambito del satanismo?

 

– Zachary King: Appena dopo aver compiuto quattordici anni, i membri della congrega vennero da me e mi dissero che nel giro di nove mesi circa sarei stato coinvolto in un aborto. C’era un’orgia con tutti i membri maschi tra i dodici e i quindici anni e una ragazza del gruppo oltre i diciotto. Il suo scopo era di rimanere incinta, per poi avere un aborto entro i nove mesi. Quando mi fu riferito questo, dissi ad alta voce: «Fico»!, ma non avevo idea di cosa fosse un aborto. Nella mia famiglia, credo di aver sentito i miei genitori bisbigliare la parola «aborto» una sola volta, parlando di un’altra persona, così pensavo fosse una parolaccia, visto che l’avevano sussurrata. Non avevo mai sentito quella parola da nessun’altra parte. Quando chiesi cosa fosse un aborto ai membri della congrega, dissi che non sapevo cosa avrei dovuto fare e loro mi spiegarono che «cè un bambino nel grembo e tu lo ucciderai. Ci sarà un medico abortista che ti aiuterà e ci sarà un’infermiera, poiché si tratta di una procedura medica completa». La mia prima domanda fu: «È legale»? La risposta fu: «Sì, finché è nel grembo. Finché il bambino è ancora dentro la donna, tu puoi ucciderlo».

Questo è il modo in cui ce lo spiegarono. Ci fu anche spiegato che «tu stai uccidendo un bambino». Non ci dissero che avremmo ucciso un feto o alcune cellule in un corpo. Niente di tutto ciò. [Semplicemente che] è un bambino.

 

Ora, io non credo che mi sarebbe andato bene uccidere un bimbo fuori dal corpo di una donna, ma sapendo che potevo uccidere quanto volevo se qualcuno fosse stato all’interno del corpo… Nel satanismo, uccidere qualcosa o la morte di qualcosa è il modo più efficace di ottenere la realizzazione del tuo incantesimo. Per quanto uno provi ad ottenere l’approvazione di Satana, affinché ti conceda quello che vuoi, uccidere qualcosa è il modo migliore per arrivarci. Uccidere è la massima offerta a Satanae se tu riesci ad uccidere un non natoquello è il suo più grande traguardo.

 Lepanto Institute: Raccontami del primo aborto che hai eseguito come sacrificio rituale.

 

– Zachary King: Il primo che feci avvenne circa tre mesi prima di compiere quindici anni. Si svolse in una fattoria che si rivelò sorprendentemente più sterile di molte delle altre cliniche per l’aborto in cui avevo compiuto aborti. C’erano un medico abortista e un’infermiera. C’era una donna [con le gambe] sulle staffe che stava per avere un bambino, circondata da tredici massimi membri della nostra congrega, tutti grandi sacerdoti e sacerdotesse. Io ero all’interno del cerchio con la donna e il chirurgo. Tutti i membri adulti della mia congrega erano lì. C’erano diverse donne inginocchiate sul pavimento, che ondeggiavano avanti e indietro, cantando in continuazione «il nostro corpo e noi stesse». Di fianco c’erano molti maschi della congrega che cantavano e pregavano. Il rituale iniziò alle 23:45, e l’incantesimo a mezzanotte, che è l’ora delle streghe, mentre la morte effettiva del bambino avvenne alle tre di notte, quella che viene definita l’ora del diavolo.

Il mio compito era di inserire il bisturi. Non dovevo necessariamente compiere l’uccisione… Ciò che era importante era che mi sporcassi di sangue le mani. Così dovevo ricevere il sangue della donna o del bambino sulle mie mani, e poi il chirurgo terminava la procedura. In particolare quella volta, che probabilmente fu uno degli aborti più atroci che abbia mai compiuto, il dottore infilò la mano, strappò fuori il bambino e lo gettò sul pavimento dove le donne stavano oscillando. Le donne sembravano possedute, e quando il dottore lanciò il bambino verso di loro, lo cannibalizzarono.

 Lepanto Institute: Oh Mio Dio! A quanti aborti rituali hai preso parte?

 

– Zachary King: Prima di diventare stregone, ne feci cinque. Dopo essere diventato un Grande Stregone, ne feci altri 141.

 Lepanto Institute: Hai mai compiuto un aborto rituale in una [struttura sanitaria abortista di alto profilo]?

 

– Zachary King: Sì. Avevo stimato di aver fatto più o meno una ventina di aborti rituali allinterno di queste strutturema non ho mai tenuto un vero e proprio conteggioSo solo che ne ho frequentate molte. Circa due anni fa andai all’interno di una di queste cliniche per fare alcune ricerche per un nuovo CD a cui stavo lavorando, era un posto molto pulito e le persone erano super simpatiche. Ma tutti gli altri posti dove ero stato per praticare aborti erano terribilmente malsani. Assomigliavano a delle case degli orrori, con sangue dappertutto, in alcune stanze persino sul soffitto.

 

LEGGI  Il battesimo dei bambini non nati

 

 Lepanto Institute: In che modo sei stato invitato a compiere aborti satanici in queste [strutture di alto profilo]? Ti ha chiamato qualcuno? Come ci sei arrivato?

– Zachary King: Essendo un Grande Stregone, nella congrega satanica sei la persona di riferimento, per cui molte persone ti chiamano perché sei qualcuno che conoscono all’interno della sètta, oppure ti chiamano perché abbiamo fatto un sacco di lavoro con gli Illuminati. Questo è tutto. Ovviamente si tratta di persone che devono essere al corrente di queste cose, ma si viene invitati a partecipare. La World Church of Satan non è l’unica organizzazione che compie sacrifici satanici in queste strutture. Ci sono altre organizzazioni stregonesche, come gli appartenenti alla Wiccache sono realmente invitati a compiere aborti in queste strutture di alto livello. A volte vieni chiamato ad eseguire un aborto rituale dal direttore della clinica o da qualche importante amministratore. In altre occasioni il medico è un satanista e ti invitano a prendere parte ad un aborto o vogliono che tu faccia una cerimonia alla fine della giornata.

 

 

NOTA A CURA DEL CENTRO CULTURALE SAN GIORGIO

La Wicca è una moderna forma di neostregoneria, che attinge al paganesimo e ai culti della natura. In realtà, non si tratta affatto di un’antica religione del tutto innocua come vorrebbero far sembrare i loro seguaci più esperti, ma di un coacervo di insegnamenti derivati da varie dottrine occultistiche (Aleister Crowley, Kabbalah, ecc…), tant’è che nella Wicca è assai comune la pratica della magia. Qualche rituale si può considerare affine al satanismo. Nelle foto che seguono possiamo notare la figura del Baphomet durante alcune cerimonie wiccan.

Rituali della Wicca con la presenza del Baphomet e di Alex Sanders

(uno dei leader storici del culto assieme a Gerald Gardner).

Un’immagine del Grand Sabbat delle streghe della Wicca Alexandriana tenutosi

 in Nevada nel 2015 in cui un adepto mascherato imita il gesto del Baphomet.

 

LEGGI  La testimonianza di Nick Vujicic

 

Alla fine della giornata, ogni giorno, i gruppi satanici fanno una specie di messa nera, di solito intorno a mezzanotte, una cerimonia prolungata che dura circa due o tre ore dove consacrano a Satana tutti i bambini che sono stati uccisi quel giorno. Non importa per quale motivo le donne siano andate ad abortire, tutti i bambini vengono offerti a Satana alla fine della giornata.

 Lepanto Institute: Che cosa succede quando si fanno questi aborti rituali?

– Zachary King: Ci sono ragazzini che vengono a queste celebrazioni, ma generalmente non sono nella stanza quando avviene l’aborto. Sono in una camera separata e fanno a gara per vedere chi di loro riesce a star sveglio fino alle tre di notte; il ragazzino che ce la fa riceve un premio. Gli uomini che non fanno parte dei tredici di più alto livello compiono incantesimi e cantano. Lanciano anche incantesimi per proteggersi da chiunque potrebbe pregare contro di loro, come i cristiani. E anche a favore di chiunque lavori per noi, così se abbiamo pagato un vicesceriffo o un poliziotto o qualcuno del genere, in quell’occasione non ci sarà nessuno che indagherà su di noi.

Ci sono donne salmodianti che si muovono avanti e indietro. I tredici membri circondano la donna che sta per abortire: sono quelli che conducono la magia vera e propria. Una volta fu il sindaco della città a chiedere l’incantesimo. Venne da noi perché voleva far passare una qualche ordinanza della sua città, visto che aveva provato due o tre volte e non c’era riuscito. È stato membro della congrega per qualche tempo. Aveva tentato ogni via legale per far passare questa cosa, ma senza mai riuscirci, così trovò una che accettò di abortire nella nostra congrega satanica. Nel corso di una notte riuscimmo ad eseguire l’aborto e allo stesso tempo compiere l’incantesimo.

Generalmente, in una congrega di una piccola città, come quella in cui si era svolta questa vicenda, tutti gli adepti sarebbero stati presenti all’evento. In un posto più grande, come quelli che frequentavo da membro della World Church of Satan, ci sarebbero stati il Grande Stregone e le persone che chiedevano l’incantesimo. Ci sarebbero stati il chirurgo abortista e la sua infermiera. Molte volte, nelle [cliniche abortiste di alto profilo], ce ne sono parecchi, perché molte persone che lavorano in quei posti sono streghe o satanisti. Lì c’è un sacco di gente che vuole partecipare ad una cerimonia satanica.

 

LEGGI  Santa Rita da Cascia

 

 Lepanto Institute: Vorresti dire che le [strutture sanitarie abortiste di alto profilo] attirano adepti delloccultismo per lopportunità di praticare aborti rituali?

– Zachary King: Direi di sì, è un’affermazione senza dubbio esatta. Ci sono coloro che appartengono alla National Organizations of Women (NOW): molte di loro sono wiccans e gli wiccans, anche se professano di voler preservare la vita, hanno il permesso di «punire» chiunque vada in qualche modo contro di loro, il che vuol dire che a loro viene permesso distruggerli con qualunque mezzo si renda necessario, compresa la magia. Ad esempio, noi come cristiani preghiamo per la loro conversione. Ebbene, loro la vedono come una caccia aperta ai cristiani. Essi vedono positivamente la figura femminile, la donna, come altrettanto la Madre Terra, o Gaia. Così hanno questa figura femminile che adorano e la immaginano come se fosse una dea. Un bambino discende da lei, per cui l’aborto è un rito sacro satanico.

Così, come i cattolici diventano sacerdoti perché sono attratti dalla santità e dall’operare per Dio, una clinica per l’aborto attrae satanisti per il sacerdozio satanico.

 Lepanto Institute: Ti è mai capitato di non riuscire a completare un aborto o di ottenere risultati con il tuo rituale a causa delle persone che pregavano fuori della clinica?

– Zachary King: Più di una volta, abbiamo avuto un bambino che sfidando ogni probabilità è sopravvissuto all’aborto. Una volta quando arrivai in una clinica per aborti c’erano persone ai due lati della strada. Da un lato c’erano persone che pregavano e gridavano contro l’aborto, mentre dalla parte in cui stavo io c’erano ovviamente persone a favore dell’aborto, che strillavano ogni sorta di oscenità contro quelli dall’altra parte della strada. Una volta entrati, guardammo fuori e vedemmo che tutte le persone al di là della strada erano inginocchiate. Quel giorno l’aborto che avevamo programmato per un rituale non riuscì. Credo che questa cosa mi sia capitata più o meno tre volte, e tutte e tre le volte… È curioso, ma non avevo mai realmente compreso che tutti i tre aborti erano stati vanificati dalle preghiere che continuavano là fuori.

 Lepanto Institute: Che consiglio potresti dare alle persone che pregano al di fuori dalle clinichespecialmente se sospettano che allinterno si svolga un qualche tipo di attività occulta?

– Zachary King: Prima di tutto, di non smettere! Di quello che succede nella clinica per aborti non c’è nulla che possa farvi del male. Sicuramente ci saranno dei demoni tutt’intorno, ma devi pensare a Satana come ad un cane al guinzaglio; se non entri nel raggio del guinzaglio non ti può mordere. Cercate di essere in grazia di Dio quando andate. Prendete una bottiglietta di acqua santa con voi. Non spruzzatela sulle persone che sono là, o con quelli che vi si oppongono perché vi ritroverete in tribunale. Sapete, questa gente vi farà causa per i motivi più stupidi. Ma spruzzatevene addosso assolutamente quando andate là e quando andate via. Spruzzatene su tutti i membri della vostra famiglia.

Se poteste ricevere la Santa Eucarestia prima di andare làsarebbe lideale. Se quel giorno andate a Messa, dopo la Messa passate un po’ di minuti che chiedere a Nostro Signore di mandarvi Sua Madre. Portate con voi un rosario e con quello sconfiggete il diavolo. Queste sono le cose che il diavolo temema soprattutto teme un cattolico ben formatoun cattolico che comprenda la sua fede e che sappia cosa sia una battaglia spirituale. Lui non vuole combattere contro qualcuno che ha addosso la sua armatura.

Nel gennaio 2008, mentre stava lavorando al banco di una gioielleria, Zachary ebbe un incontro con la Nostra Madre Benedetta che cambiò la sua vita. Nel mezzo del negozio, grazie alla potenza della Medaglia Miracolosa, Zacahry sentì una pace che oltrepassava tutta la sua comprensione. Quella pace era Gesù Cristo, il Principe della Pace. L’amore di Nostra Signora salvò Zachary dall’inferno e lo portò dritto al cuore di Suo Figlio Gesù Cristo.

Cominciò a frequentare la chiesa di San Francesco Saverio, nel Vermont, nel maggio 2008 (il mese di Maria), ed entrò nella Chiesa cattolica! Dopo ventisei anni di coinvolgimento nell’occultismo, Zachary divenne un guerriero di Gesù Cristo e ora vuole condividere la sua conoscenza per la protezione del popolo cattolico.

La testimonianza di Zachary è un’ispirazione che prova quanto grandi siano la misericordia di Dio e il Suo autentico perdono, e soprattutto mostra la profondità del Suo amore per noi. Zachary King attualmente vive in Florida con sua moglie. Tiene conferenze a livello internazionale diffondendo la storia del suo miracoloso salvataggio dal satanismo ovunque può. Il sito di Zachary è http://www.allsaintsministry.org/Home.html

[av_hr class=’invisible’ height=’50’ shadow=’no-shadow’ position=’center’ custom_border=’av-border-thin’ custom_width=’50px’ custom_border_color=” custom_margin_top=’30px’ custom_margin_bottom=’30px’ icon_select=’yes’ custom_icon_color=” icon=’ue808′ font=’entypo-fontello’ av_uid=” admin_preview_bg=”